Val Divedro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Val Divedro
Simplontal
Simplonpass.jpg
Passo del Sempione
Stati Italia Italia
Svizzera Svizzera
Regioni Piemonte Piemonte
Vallese Vallese
Province Verbano-Cusio-Ossola Verbano-Cusio-Ossola
Briga
Località principali Crevoladossola (I), Varzo (I), Trasquera (I), Zwischbergen (CH), Simplon (CH)
Comunità montana Comunità Montana Valli Antigorio Divedro Formazza
Fiume Diveria
Nome abitanti Divedrini
Sito internet

La Val Divedro (Simplontal in tedesco, Val Deveder in lombardo), situata tra le Alpi Pennine e le Alpi Lepontine, è una delle sette valli laterali dell'Ossola. Viene traversata dalla Via del Sempione che valicando l'omonimo passo collega la Val Padana alla Valle del Rodano.

Pur facendo parte del bacino idrografico del Po, e così anche dell'Italia geografica, la Val Divedro è politicamente divisa fra Italia e Svizzera. È solcata dal torrente Diveria, che nasce in territorio elvetico nei pressi del Passo del Sempione per poi confluire nel fiume Toce.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

A fondovalle, nei pressi di Crevoladossola, principale centro economico della valle, è visibile un ponte napoleonico che nel passato ha giocato un ruolo fondamentale nella regolazione dei collegamenti tra Italia e Svizzera ed è stato oggetto di numerosi dipinti e stampe dell'800. Inoltre lungo la Strada del Sempione è degno di menzione anche il Ponte Nuovo, ponte romano costruito intorno 1300d.C., dopo la precedente distruzione di un ponte voluto da Augusto.

Nei pressi di Varzo, località turistica, la valle si apre e si dirama la Val Cairasca, dalla quale si può raggiungere la frazione San Domenico, nota per il complesso di impianti sciistici, e il Parco dell'Alpe Veglia e dell'Alpe Devero.

L'ultimo abitato prima del confine svizzero è la frazione Iselle di Trasquera, sede della dogana italiana, e il primo paese svizzero è Gondo, che il 14 ottobre 2000 fu colpito da una frana che provocò 13 morti e danni ingenti.[1]

Altezza di Gondo si apre la Zwischbergental, valle che si incunea nelle Alpi Pennine. Più a monte, all'altezza di Simplon si apre, sempre verso le Alpi Pennine, la Laggintal.

Principali monti[modifica | modifica sorgente]

Il Grauhorn (a sinistra) ed il Tällihorn (a destra) con il ghiacciaio del Tälligletscher visti dall'altezza di Simplon.

I monti principali che contornano la valle sono:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Cronaca (in tedesco) dell'alluvione del 2000

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]