Amazing Spider-Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Amazing Spider-Man (disambigua).
The Amazing Spider-Man
fumetto
The Amazing Spider-Man n. 1 nella versione italiana
The Amazing Spider-Man n. 1 nella versione italiana
Titolo originale The Amazing Spider-Man
Testi Stan Lee
Disegni
Editore Marvel Comics
1ª edizione marzo 1963 – dicembre 2012
Periodicità variabile, prevalentemente mensile
Albi 700 (completa)
Formato 17 cm × 26 cm
Rilegatura spillato

The Amazing Spider-Man è una serie a fumetti pubblicata dalla Marvel Comics in cui vengono presentate regolarmente le avventure dell'Uomo Ragno. L'uscita del suo primo numero fu nel marzo del 1963, con copertina di Jack Kirby (inchiostrato da Steve Ditko), il creatore grafico del costume dell'eroe.

All'interno compare la seconda storia in assoluto del personaggio, scritta da Stan Lee per i disegni di Steve Ditko: nell'esordio della rivista, sono comprimari d'eccezione i Fantastici Quattro, mentre fa il suo ingresso il criminale noto come Camaleonte.

La pubblicazione[modifica | modifica sorgente]

The Amazing Spider-Man è, in pratica, la continuazione della collana Amazing Fantasy, in cui, nel numero 15, ha esordito l'Uomo Ragno. La nuova pubblicazione era necessaria a causa di alcune limitazioni imposte dal distributore: a quel tempo, infatti, la Marvel poteva produrre solo un numero limitato di albi e quindi l'esordio di una nuova rivista necessariamente costringeva l'editore newyorkese a chiuderne un'altra.

Copertina dell'Uomo Ragno disegnato da Joe Jusko
Copertina di un numero dell'edizione Panini Comics di Amazing Spider-Man

Dato, quindi, inizio a questa nuova saga, Lee e Ditko continuarono la loro collaborazione fino al numero 38: dal mese successivo, infatti, avrebbe preso il suo posto John Romita Sr., disegnatore esperto in fumetti di genere romantico e che ben presto sarebbe entrato nel cuore degli appassionati. Ad Amazing si andranno successivamente ad affiancare albi come Marvel Team-Up, Spectacular Spider-Man o Web of Spider-Man, tutti più volte chiusi e ripresi.

Tra i moltissimi scrittori e disegnatori che si sono susseguiti su Amazing vanno ricordati Gil Kane, Roy Thomas, Gerry Conway, Ross Andru, Roger Stern, John Romita Jr., Tom DeFalco, Ron Frenz, Todd McFarlane, Erik Larsen, Mark Bagley, J.M. DeMatteis, Howard Mackie, J.M. Straczynski, Mike Deodato jr., Ron Garney e Joe Quesada.

Anche The Amazing Spider-Man venne chiusa nel novembre del 1998 con il numero 441, per poi riprendere nel gennaio del 1999 con una nuova numerazione, sfruttando l'uscita di Capitolo Uno di John Byrne, una sorta di Batman: Anno uno per l'Uomo Ragno.

La saga venne successivamente sconfessata, mentre Amazing riprese la vecchia numerazione a partire dal cinquantanovesimo numero della seconda serie, corrispondente al numero 500 in assoluto.

I numeri 544 e 545 presentarono la prima e l'ultima parte di Soltanto un altro giorno di Staczynski e Quesada (mentre il secondo e il terzo furono pubblicati sull'ultimo numero di Friendly Neighborhood Spider-Man e sull'ultimo numero di Sensational Spider-Man).

Dal numero 546 sino al numero 647 venne pubblicato con tre uscite mensili, in concomitanza con la saga intitolata Brand New Day (in italiano Un Nuovo Giorno), che vide il ritorno di Peter Parker ad uno status quo pre-matrimoniale.

Dal n. 648 (gennaio 2011) al n. 700 (dicembre 2012), la serie uscì due volte al mese, con Dan Slott quale unico sceneggiatore dei testi, con la collaborazione di Christos Gage, Mark Waid e Christopher Yost. I disegnatori di questo nuovo ciclo furono Humberto Ramos, Stefano Caselli, Marcos Martin e Giuseppe Camuncoli. Il numero 700 è stato il numero conclusivo della serie, nell'ottica del rilancio delle testate pubblicate dalla Marvel Comics, sotto il nome di Marvel NOW!. Alla chiusura di The Amazing Spider-man seguì la pubblicazione, dal gennaio 2013, della nuova collana The Superior Spider-Man.

Nel mese di aprile 2014 la serie, a seguito della conclusione con l'episodio numero 31 della collana The Superior Spider-Man, ripartì dal numero 1[1]. Il team creativo fu formato nuovamente da Dan Slott (testi) e Humberto Ramos (disegni).

Edizioni italiane[modifica | modifica sorgente]

Gran parte delle storie di Amazing Spider-Man sono state tradotte in italiano da diversi editori, fra i quali i principali sono stati nel corso degli anni l'Editoriale Corno (anni settanta - anni ottanta) sulla collana L'Uomo Ragno, la Star Comics (anni ottanta - anni novanta) sulla testata L'Uomo Ragno e la Marvel Italia/Panini Comics (dagli anni novanta agli anni duemiladieci) sulla rivista L'Uomo Ragno/Spider-Man dal n. 141 al n. 600, contenente Amazing Spider-Man n.700, episodio conclusivo della serie americana.


Sono state pubblicate molte ristampe delle storie principali. Di particolare pregio sono i Marvel Masterworks la cui prima edizione italiana fu della Comic Art (con il titolo Grandi Eroi Marvel) nei primi anni novanta, mentre è a cura della Panini Comics una nuova edizione (più fedele all'originale) incominciata nel 2007.

Dal settembre 2004 all'aprile 2010 la Panini Comics ha ristampato le storie di Amazing Spider-Man dal numero 1 sino al 128 nella collana Spider-Man Collection.

Le storie inedite vennero invece pubblicate sulla rivista L'Uomo Ragno (poi intitolata Spider-Man dal n. 488), edita dalla Panini Comics.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Riparte The Amazing Spider-Man, 2014. URL consultato il 13 gennaio 2014.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics