J. Michael Straczynski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J.M. Straczynski nel 2008

Joseph Michael Straczynski, più noto come J.M. Straczynski (17 luglio 1954), è un fumettista e sceneggiatore statunitense.

Straczynski è divenuto famoso per essere l'autore della serie televisiva Babylon 5 e per aver scritto quasi trecento albi a fumetti tra i quali diversi numeri delle serie I Fantastici Quattro, Uomo Ragno (Amazing Spiderman 471-545) Supreme Power, Silver Surfer e Thor[1]. Ha lavorato anche per serie animate molto note come "He-Man e i Dominatori dell'Universo" e "The Real Ghostbusters". Inoltre ha lavorato alla produzione di 5 film cinematografici quali Changeling, Thor, Ninja Assassin, Underworld:Awakening e World War Z[1]. Le sue opere gli hanno valso diversi premi tra cui Eisner Award, Hugo Award (due volte), Inkpot Award, Ray Bradbury Award, Saturn Award, Emmy Award (due per Babylon 5) e Icon Award al San Diego Comic-Con del 2013[1].

Ha scritto anche Bullet Points (2007), The Twelve, Dream Police e Book of the Last Soul pubblicati con l'etichetta Icon Comics della Marvel Comics. Sempre Marvel è il suo lavoro, insieme a John Romita Jr., sull'albo Spider-Man 11 settembre 2001, dove affronta il tema degli attentati dell'11 settembre 2001 insieme agli eroi della "Casa delle idee".

All'inizio del 2008 ha deciso di non rinnovare l'esclusiva con la Marvel,[2] che però non abbandona completamente, e firma un contratto con la DC Comics, che gli affida la serie antologica The Brave and the Bold.[3] e ha scritto uno story arc per la testata Superman/Batman.

Inoltre è al lavoro su due serie per la Image Comics, di cui egli stesso ha comunicato i titoli alla Emerald City Comicon: The Grand e Final Justice.[4]

È l'autore della sceneggiatura di Changeling, di Clint Eastwood, in concorso al festival di Cannes 2008, e sta ultimando la sceneggiatura tratta dal libro World War Z. Si è occupato della sceneggiatura del film Thor, diretto da Kenneth Branagh.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Soggetto[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c AA.VV., Indie Edge: J.Michael Straczynski, in Previews n.301, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, ottobre 2013, p.14
  2. ^ Luigi Siviero, J. Michael Straczynski alla DC, House of Mystery, 26 febbraio 2008. URL consultato il 14 maggio 2008.
  3. ^ Luigi Siviero, Straczynski scrive The Brave and the Bold, House of Mystery, 8 maggio 2008. URL consultato il 14 maggio 2008.
  4. ^ Straczynski parla dei progetti DC e Image, ComicUS, 14 maggio 2008. URL consultato il 14 maggio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 111413170 LCCN: n82012606