Ninja Assassin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ninja Assassin
Ninja Assassin.jpg
Logo del film.
Titolo originale Ninja Assassin
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2009
Durata 99 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere arti marziali, azione, splatter
Regia James McTeigue
Soggetto Matthew Sand
Sceneggiatura Matthew Sand e J. Michael Straczynski
Produttore Joel Silver, Andy Wachowski, Larry Wachowski, Grant Hill
Produttore esecutivo Thomas Tull, Jon Jashni, William Fay, Steve Richards
Casa di produzione Warner Bros., Legendary Pictures, Dark Castle Entertainment, Silver Pictures, Anarchos Productions, Medienboard Berlin-Brandenburg
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Fotografia Karl Walter Lindenlaub
Montaggio Gian Ganziano, Joseph Jett Sally
Effetti speciali Uli Nefzer
Musiche Ilan Eshkeri
Scenografia Graham Walker
Costumi Carlo Poggioli
Trucco Valeska Schitthelm, Jeremy Woodhead
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Ninja Assassin è un film del 2009 diretto da James McTeigue, con produttori i fratelli Wachowski e Joel Silver.

Il film è uscito il 25 novembre 2009 nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti.[1] In Italia è stato distribuito a partire dal 4 dicembre 2009.

Il film è stato distribuito in Italia su DVD e Blu-Ray a partire dal 25 maggio 2010.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Fin da piccolo, Kari è stato addestrato all'arte dell'assassinio dal clan Ozunu, che lo ha adottato quando era ancora in fasce. Per Raizo sembra non esistere niente di più importante della vita nel clan, nonostante i duri allenamenti del capoclan, Ozunu (Shō Kosugi).

Tutto cambia quando Kiriko, una discepola del clan sentimentalmente legata a Raizo ( Rain), decide di abbandonare il clan e per questo viene giustiziata da Takeshi (Rick Yune), compagno di addestramento e rivale di Raizo . Da quel momento il giovane non ha più pace: dopo la sua prima missione ufficiale, gli viene ordinato di giustiziare un'altra discepola per lo stesso motivo, ma in quel momento decide di tradire il clan e fugge via.

Contemporaneamente, l'agente dell'Europol, Mika Coretti (Naomie Harris), sta indagando su una serie di omicidi a sfondo politico e su un giro di denaro sporco, le piste - anche se non correlate tra loro - sembrano portare al Clan Ozunu.

Mika, per conto del proprio capo Ryan Maslow (Ben Miles), disarchivia alcuni file top secret riguardanti il clan; ed è lì che si viene a sapere della corruzione presente nelle più alte sfere governative. Un gruppo di ninja viene spedito ad assassinare Mika, ma Raizo interviene per salvarla.

Informato dell'accaduto da Mika, Maslow riesce ad arrestare con uno stratagemma Raizo ed a tenerlo prigioniero in un bunker per qualche ora, dopodiché i ninja del clan Ozunu prendono d'assalto il luogo. Raizo e Mika riescono inizialmente a scappare, ma i ninja li ritrovano e portano Raizo alla base segreta del clan, in un luogo sperduto sulle montagne.

Grazie al trasmettitore che Mika aveva nascosto addosso a Raizo, l'Europol localizza la base del clan e la prende d'assalto. Dopo aver ucciso il capo del clan nel combattimento finale, la vita di Raizo può finalmente ricominciare, anche se il dolore per la perdita di Kiriko non lo abbandonerà mai.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il progetto è nato da un'ispirazione dell'attore Rain, che nel film dei Wachowski Speed Racer, ha ingaggiato una scena di lotta. L'intento era quello di sviluppare una storia su quella comparsa.[2]

Approvando l'idea dell'attore, i Wachowski hanno incaricato J. Michael Straczynski di scrivere una sceneggiatura entro sei settimane.[3] Il regista del film, McTeigue, ha dichiarato che i personaggi sono stati sviluppati prendendo spunto da film cult quali Bandiera gialla, Getaway, il rapinatore solitario, La rabbia giovane, Ninja Scroll e dalla serie tv Samurai Champloo.[1]

Le riprese si sono quasi interamente svolte all'interno degli Studi Babelsberg di Berlino (Germania.[4] I principali scenari si sono filmati nell'area metropolitana e suburbana di Berlino a fine aprile 2008). Le società "Medienboard Berlin-Brandenburg", "Germany Federal Film Fund", hanno provveduto a stanziare un fondo di 10.000.000 a disposizione del cast durante la lavorazione.[5][6]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il gioco Pro Evolution Soccer 2010, dopo l'aggiornamento 1.02 ha cominciato a fare pubblicità a questo film. Il logo di tale film infatti appare ad ogni caricamento durante la partita ed è presente in qualche cartellone in "Konami Stadium".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Edward Douglas, McTeigue parla di Ninka Assassin, Coming Soon, 01-08-2008. URL consultato il 6 agosto 2008.
  2. ^ Nicole Sperling, Wachowski Brothers getting underway on Ninja Assassin in Entertainment Weekly, Time Inc, 28-04-2008. URL consultato il 6 agosto 2008.
  3. ^ Robert Taylor, Riflessioni: Parla J. Michael Straczynski, Comic Book Resources, 28-06-2008. URL consultato il 6 agosto 2008.
  4. ^ Ryan Ball, Tutto su Ninja Assassin, Animation Magazine, 30-05-2008. URL consultato il 6 agosto 2008.
  5. ^ Kirsten Kastelan, Il fondo della Medienboard per Ninja Assassin, Hollywood Reporter, 14-04-2008. URL consultato il 6 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 26 maggio 2008).
  6. ^ Ed Meza, German Fund finanzia Ninja Assassin, Variety Magazine, 08-05-2008. URL consultato il 6 agosto 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema