The Real Ghostbusters

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Real Ghostbusters
serie TV cartone
Ray, Peter, Egon, e Winston
Ray, Peter, Egon, e Winston
Titolo orig. The Real Ghostbusters
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autori
Studio
Rete American Broadcasting Company
1ª TV 13 settembre 1986 – 22 ottobre 1991
Episodi 134 (completa) 7 stagioni
Durata ep. 22 min
Censura no
Reti it. Canale 5, Italia 1, Rete 4
Episodi it. 140 (completa)
Generi umorismo, fantastico, commedia
Cronologia
  1. The Real Ghostbusters
  2. Extreme Ghostbusters

The Real Ghostbusters è una serie televisiva a cartoni animati basata sul film Ghostbusters; venne prodotta negli Stati Uniti e andò in onda dal 1986 al 1991, composta da 140 episodi, divisi in 7 stagioni. Protagonisti sono i quattro "acchiappafantasmi" del film omonimo (Peter Venkman, Ray Stantz, Egon Spengler e Winston Zeddemore), impegnati a catturare fantasmi in una New York costantemente assalita da forze soprannaturali.

Nel 1997 fu realizzata la serie Extreme Ghostbusters, come spin-off del cartone originale.

Titolo[modifica | modifica wikitesto]

La serie è intitolata "The Real Ghostbusters" (I veri acchiappafantasmi) poiché più o meno nello stesso periodo era in produzione un'altra serie a cartoni animati intitolata The Original Ghostbusters, ispirata ad una serie TV dal vivo degli anni settanta intitolata Ghost Busters, la quale non aveva nulla a che fare con il quasi omonimo film del 1984. La Filmation, società produttrice della serie dal vivo e successivamente di The Original Ghostbusters, aveva concesso alla Columbia Pictures (produttrice del film del 1984 e co-produttrice di The Real Ghostbusters) i diritti per l'utilizzo del nome; la Columbia aggiunse ad ogni modo le parole "the real" al titolo sia per distinguersi maggiormente dai rivali sia per sottolineare come la loro serie fosse "più importante" rispetto all'altra.

Format[modifica | modifica wikitesto]

La serie "The Real Ghostbusters" è stata mandata in onda tra il 1986 e il 1987; e tra il 1990 e il 1991:

  • 1986 - "The Real Ghostbusters"; prima stagione
  • 1987 - "The Real Ghostbusters"; seconda stagione e stagione associata
  • 1988 - "Slimer! and The Real Ghostbusters"; terza stagione
  • 1989 - "Slimer! and The Real Ghostbusters"; quarta stagione
  • 1990 - "The Real Ghostbusters"; quinta stagione
  • 1991 - "The Real Ghostbusters"; sesta stagione

Per le prime tre stagioni della serie il format era quello classico consistente in episodi di mezz'ora.

Nella terza e quarta stagione, i produttori del programma decisero che i bambini sarebbero stati un target commerciale più conveniente, e per questo operarono una serie di cambiamenti: la serie venne rititolata Slimer and the Real Ghostbusters, dato che il fantasma Slimer era uno dei personaggi più apprezzati dai bambini; la durata dello show venne portata a un'ora, di cui la prima mezz'ora era un "normale" episodio della serie, mentre la seconda era un episodio interamente incentrato su Slimer. Gli episodi di Slimer si distinguevano dagli altri per uno stile più marcatamente cartoonesco, trame semplici e comiche, e qualsiasi elemento orrorifico totalmente rimosso. Anche le trame degli episodi regolari vennero rese più semplici e con toni meno cupi.

Dalla quinta stagione comunque si tornò al format originale; mentre il franchise, esaurita ormai la spinta dei due film, iniziava a non essere più redditizio: la serie si concluse definitivamente con una sesta stagione di soli quattro episodi.

Confronto con i film[modifica | modifica wikitesto]

  • I volti dei quattro protagonisti del cartone animato sono piuttosto differenti rispetto alle loro controparti cinematografiche e questo per una scelta precisa dovuta al fatto che l'utilizzo delle fattezze degli attori è protetto dai diritti. Inoltre, ognuno di loro indossa una tuta di colore differente, al contrario del film in cui sono tutte uguali, di color grigio chiaro. Comunque negli episodi 10° e 11° della prima serie, ossia "Avventura in aereo" ("Take Two") e "Amico fantasma" ("Citizen Ghost"), vengono fatti dei riferimenti al primo film e tali differenze vengono spiegate con delle motivazioni umoristiche: in "Avventura in aereo" i Ghostbusters devono supervisionare il set in cui sta per venir girato un film basato sulle loro avventure, e alla fine i quattro vanno a vederne la prima proiezione al cinema. Vengono quindi mostrati alcuni secondi del vero film, a partire dal titolo, e Peter fa un commento sull'attore che lo interpreta (Bill Murray) lamentandosi del fatto che non gli assomiglia per niente.
  • Una parte dell'equipaggiamento di "The Real" ha delle differenze evidenti con i lungometraggi. I fucili degli zaini protonici hanno infatti una forma leggermente diversa da quelli dei due film così come il dispositivo di stoccaggio che in questo caso è molto più grande rispetto a quello visto nella prima pellicola. Nella serie animata inoltre gli acchiappafantasmi usano nuovi veicoli come gli Ecto-2, ovvero degli elicotteri personalizzati, e le Ecto-3, molto simili a dei go-kart.
  • Il fantasmino Slimer, che mangia di tutto, in entrambi i film è tra i cattivi (nel secondo appare anche alla guida di un autobus). Nel cartone animato è invece buono e convive con gli acchiappafantasmi, fin dalla prima puntata. Alla fine, nella puntata "Trading Faces" (1989), si scoprirà che esistono in realtà due Slimer: uno buono e uno cattivo (che abita nella dimensione parallela del mondo dei fantasmi).
  • A partire dalla quinta serie (1989) è presente anche il personaggio di Louis Tully, il timido commercialista interpretato da Rick Moranis in entrambi i film.
  • Il Marshmallow Man (la mascotte dei Marshmallow, affrontata dai Ghostbusters nel primo film) appare in diversi episodi, in alcuni come semplice comparsa, in altri come importante alleato degli acchiappafantasmi. In questi ultimi casi è apparentemente diventato socievole e li aiuta a combattere entità pericolose.
  • Nel 10º episodio della terza serie, ossia "Una strana creatura" ("Big Trouble with Little Slimer"), appare Walter Peck, il personaggio che nel primo film è stato interpretato da William Atherton e ha imposto lo spegnimento del "dispositivo di stoccaggio", l'unità di contenimento degli spettri, provocando l'invasione di tutta New York da parte dei fantasmi catturati fino a quel momento.

Nuovi personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso delle ultime stagioni compaiono nuovi personaggi come il Professor Dweeb, un diabolico scienziato e la sua cagnetta Elisabetta, che cercano di sbarazzarsi del povero Slimer.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di The Real Ghostbusters.

Doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Colonna Sonora[modifica | modifica wikitesto]

Per la prima serie di "The Real Ghostbusters" è stata pubblicata in musicassetta, la colonna sonora con dieci canzoni, registrate da un gruppo, le Tahiti, formato da due ragazze: Tyren Perry e Tonya Townsend.

Action Figures[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1986 al 1990 la Kenner ha prodotto una serie di Action Figures di successo ispirate al cartone animato. Esse comprendevano gli acchiappafantasmi, dei fantasmi e mostri sia noti (Slimer, Marshmallow Man) che inediti, la Fire-House e diversi veicoli, compresa la famosa Ecto-1. Nel 1987 la stessa compagnia di giocattoli ha commercializzato anche le riproduzioni a misura d'uomo (o di bambino in questo caso) dell'equipaggiamento dei quattro eroi, come lo zaino protonico, il PKE Meter e la trappola. Nel 2004 (ad opera di Neca e Joyride) e nel 2009 (ad opera di Mattel e Diamond) hanno prodotto delle ulteriori serie di Action Figures, questa volta ispirate al film originale del 1984.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]