Sonic the Hedgehog 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sonic the Hedgehog 3
videogioco
Sonic 3.jpeg
Schermata del titolo, raffigurante il protagonista giocabile Sonic
PiattaformaSega Mega Drive
Data di pubblicazioneSega Mega Drive:
Giappone 27 maggio 1994
Flags of Canada and the United States.svg 2 febbraio 1994
Zona PAL 24 febbraio 1994

Virtual Console:
Giappone 21 agosto 2007
Flags of Canada and the United States.svg 10 settembre 2007
Zona PAL 7 settembre 2007
Xbox Live:
Mondo/non specificato 10 giugno 2009

Steam:
Mondo/non specificato 26 gennaio 2011
GenerePiattaforme, azione
OrigineGiappone
SviluppoSonic Team
PubblicazioneSEGA
DirezioneHirokazu Yasuhara
ProduzioneYūji Naka
DesignHirokazu Yasuhara, Hisayoshi Yoshida, Takashi Iizuka
ProgrammazioneYūji Naka, Hiroshi Nikaidoh, Masanobu Yamamoto
Direzione artisticaTakashi Yuda, Satoshi Yokokawa
MusicheMichael Jackson[1] (presunto), Brad Buxer, Cirocco Jones, Bobby Brooks, Darryl Ross, Geoff Grace, Doug Grigsby, Sachio Ogawa, Tatsuyuki Maeda, Jun Senoue
SerieSonic
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputGamepad
SupportoCartuccia, download
Distribuzione digitaleVirtual Console, Xbox Live, Steam
Fascia di etàCEROA · ESRB: E[2] · OFLC (AU): G[3] · PEGI: 3[4] · USK: 6
Preceduto daSonic the Hedgehog CD
Seguito daSonic & Knuckles

Sonic the Hedgehog 3 (ソニック・ザ・ヘッジホッグ3 Sonikku za Hejjihoggu Surī?) o semplicemente Sonic 3, è un videogioco a piattaforme sviluppato dal Sonic Team in collaborazione con il Sega Technical Institute, e pubblicato dalla SEGA sulla piattaforma Mega Drive nel 1994[5]. Secondo sequel del videogioco Sonic the Hedgehog per Mega Drive. Sonic the Hedgehog 3 introduce per la prima volta nella serie il personaggio principale Knuckles the Echidna, all'inizio fungente in questa occasione da rivale di Sonic[6][5]. Nella modalità multigiocatore, Sonic può sfidare, con o senza Tails, Knuckles.

Le musiche dovevano inizialmente essere prodotte dal re del pop, Michael Jackson[1]. Il suo nome non compare nei titoli di coda perché la console non produceva un suono a lui gradito[1]. Infatti, molte delle tracce del gioco sono simili ad alcune sue canzoni, per esempio la traccia finale del gioco è molto simile a Stranger in Moscow, pubblicata nell'album HIStory (1995).

Il videogioco è considerato il quarto principale della serie nonché quarto sviluppato interamente da Sonic Team, cronologicamente il gioco avviene direttamente dopo le vicende di Sonic the Hedgehog 2 e ha avuto un seguito diretto chiamato Sonic & Knuckles[7].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Dr. Eggman, in seguito alla precedente sconfitta sulla stazione spaziale Death Egg in Sonic the Hedgehog 2, precipita su una mistica e fluttuante isola chiamata Angel Island. Mentre inizia a riparare la nave danneggiata, incontra Knuckles the Echidna, l'ultimo sopravvissuto di un'antica civiltà di Echidna che un tempo abitavano l'isola. Egli è anche il guardiano del Master Emerald, uno smeraldo gigante che garantisce all'isola di fluttuare.

Scoprendo che il Master Emerald può dare energia alla nave e che i suoi acerrimi nemici Sonic the Hedgehog e Miles "Tails" Prower lo stanno inseguendo, decide di raccontare all'echidna che un giorno sarebbe arrivato un porcospino blu sulla sua isola, per rubare lo smeraldo. Appena Sonic e Tails arriveranno sull'isola, verranno attaccati da Knuckles, che ruba loro i Chaos Emerald[5]. A questo punto i due eroi attraverseranno diverse aree per recuperare gli smeraldi e raggiungere Eggman con il Master Emerald, anche se a bloccare loro la strada ci sarà più volte Knuckles.

Dopo aver superato l'isola, i due eroi finiranno a Hydrocity, una zona subacquea, Marble Garden, montagne marmoree allestite a giardino, Carnival Night, che richiama le zone circensi, e IceCap, zona artica completamente coperta da ghiacci. Infine raggiungeranno la base di lancio per lo spazio costruita dal Dr. Eggman per mandare in orbita la sua astronave Death Egg. L'antagonista compare altre due volte prima di presentarsi con la sua ultima arma. È intervallato da Knuckles, ancora sotto inganno, che si para davanti al protagonista impedendogli di proseguire la caccia al malvagio dottore. Solo l'improvviso decollo del Death Egg fa sbalzare l'echidna dalla trave su cui si era posizionato, facendolo cadere in acqua. Sconfiggendo definitivamente Eggman, i razzi di decollo saltano in aria, lasciando precipitare l'astronave al suolo. I fatti successivi verranno poi svelati nel seguito Sonic & Knuckles.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Le due modalità di gioco possibili sono Single Player e Competition, dove con la prima si svolge il gioco classico nella sua storia originale, mentre il secondo serve per gareggiare in velocità contro un altro giocatore o contro il computer.

Si può giocare selezionando Sonic, Tails o Sonic assieme a Tails, nel qual caso il volpino verrà comandato dal computer, anche se in qualsiasi momento un secondo giocatore può prenderne il controllo, nonostante la telecamera segua unicamente Sonic e non si divida in due parti. I due personaggi hanno ora mosse uniche che differenziano il tipo di partita affrontabile dal giocatore. Sonic è più veloce e salta più in alto; saltando può emettere una "scossa" per qualche decimo di secondo che gli permette di essere temporaneamente invincibile e di ampliare di poco il raggio di azione del proprio attacco. Tails invece può volare, utilizzando le proprie code come pale di un elicottero, e può nuotare in acqua fino a che non si stanca e ricade a terra/sul fondale. Le code di Tails, roteando, sono in grado di colpire i nemici. Tails può anche portare con sé Sonic mentre vola, ma solamente se controllato da un secondo giocatore.

Viene qui introdotto un nuovo personaggio, Knuckles the Echidna, che si pone come antagonista e aiutante di Robotnik.

Ci sono tre differenti tipi di scudi: la palla di fuoco, la bolla d'aria e il campo magnetico. Il primo permette di essere invulnerabili al contatto con fuoco e fiamme, il secondo permette di respirare sott'acqua, mentre il terzo attira magneticamente gli anelli quando si passa entro un breve raggio di distanza. Utilizzando Sonic vi sono poi delle funzioni supplementari attivabili in luogo della sua "scossa". Con il primo scudo si diventa un proiettile infuocato che avanza a gran velocità verso la direzione di marcia; con il secondo si rimbalza a terra compiendo un ulteriore salto in alto (tale mossa può essere reiterata all'infinito, ma non si riuscirà ad aumentare l'altezza del rimbalzo); con l'ultimo si può effettuare un secondo salto una volta che si è già in aria. Utilizzando Tails queste funzioni non sono attivabili, e volerà o nuoterà come sempre. Gli scudi di fuoco e magnetico svaniscono automaticamente al contatto con l'acqua.

Zone[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco sono presenti 6 zone, ognuna suddivisa in 2 atti al termine dei quali si trovano sempre un mini-boss (nel primo) e il Dr. Eggman (nel secondo).

  • Angel Island (Isola degli Angeli nell'edizione italiana): il primo livello rappresenta sempre un'isola tropicale dai colori vivaci, questa volta dentro una fitta giungla. Vi sono cascate e laghi e spesso si finisce sott'acqua. A causa del mini-boss, il secondo atto si gioca mentre la foresta va a fuoco. Alla fine del livello Knuckles fa saltare un ponte di legno e il giocatore cade nella cascata.
  • Hydrocity: la cascata conduce a una città subacquea ricca di tubi, giri della morte, turbine e meccanismi che favoriscono l'alta velocità. Aguzzando la vista, si possono notare delle colonne sullo sfondo che recano sui capitelli degli altorilievi raffiguranti proprio Sonic. Sconfitto Eggman, la pressione fa saltare il pavimento e un potente getto d'acqua sbalza via il giocatore.
  • Marble Garden (Giardino di Marmo nell'edizione italiana): lo sbalzo catapulta il giocatore lungo delle montagne marmoree, allestite a giardino (da cui il nome) con piante ed essenze, oltre a mostrare colonne e muri lavorati. Lungo il livello si incontrano delle piccole vasche di fango; se ci si lascia affondare vi si affoga. In "Marble Garden" Eggman va obbligatoriamente affrontato volando, per cui se si è scelto di giocare con Sonic arriverà Tails a dargli una mano. Durante lo scontro Tails non si affaticherà mai abbastanza da cedere le forze.
  • Carnival Night (Notte di Carnevale nell'edizione italiana): la classica zona dei rimbalzi, è molto colorata e ricca di respingenti e palloncini, cannoni e luminarie colorate (è ambientato di notte). Anche la colonna sonora è allegra e richiama i motivetti da circo. Durante il secondo atto compare Knuckles che disattiva i generatori delle luminarie finché il giocatore non troverà il tasto di accensione. A fine livello, un cannone da circo del tutto identico a quelli presenti negli atti sparerà il giocatore al livello successivo.
  • Icecap Zone (Zona Icecap nell'edizione italiana): una zona artica completamente coperta da ghiacci, è composta sia da parti esterne che da parti sottoterra. Quando la partita si svolge in superficie lo schermo si copre di fiocchi di neve che cadono lentamente a terra. In questo livello può capitare di rimanere imprigionati in blocchi di ghiaccio, nel qual caso bisogna essere liberati dal proprio compagno entro pochi secondi, pena la perdita di tutti gli anelli (o della vita). Il primo atto inizia con una breve sequenza in cui si vede il protagonista scendere una rapida discesa in snowboard.
  • Launch Base (Base di Lancio nell'edizione italiana): come si evince dal nome è la base di lancio per lo spazio costruita dal Dr. Eggman per mandare in orbita la sua astronave "Death Egg", già comparsa nel precedente titolo. Sono presenti ambienti esterni, interni e subacquei. Nel secondo atto Eggman compare altre due volte prima di presentarsi con la sua ultima arma. È intervallato da Knuckles che a un certo punto si para davanti al protagonista impedendogli di proseguire la caccia al malvagio dottore. Solo l'improvviso decollo del "Death Egg" fa sbalzare l'echidna dalla trave su cui si era posizionato, lasciando libero il passaggio. Sconfiggendo definitivamente Ivo, i razzi di decollo saltano in aria, lasciando cadere l'astronave al suolo. Nella sequenza finale il protagonista (o i protagonisti) si volta dando le spalle al giocatore per assistere allo schianto del "Death Egg".

Zone ingiocabili[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono delle zone nell'Act Select e nel gameplay che sono ingiocabili (se non tramite Hacking), ma queste zone riappariranno in Sonic & Knuckles.

  • Mushroom Valley Zone: è l'equivalente della "Mushroom Hill" di Sonic & Knuckles. Nel gameplay sarebbe la 7ª zona, dopo la Launch Base Zone.
  • Flying Battery Zone: nell'Act Select sarebbe la 5ª zona ed è compresa tra la Carnival Night Zone e la Ice Cap Zone (la vera 5ª zona).
  • Sandopolis Zone: viene dopo la Mushroom Valley Zone. È l'8ª zona.

Salvataggio[modifica | modifica wikitesto]

Sonic 3 è il primo gioco della serie che prevede la modalità di salvataggio delle partite. Prima di cominciare a giocare si può selezionare l'opzione di salvataggio, che prevede la possibilità di tenere in memoria fino a 7 partite differenti. Salvando la partita verrà tenuta in memoria la zona in cui si è arrivati (indipendentemente dall'atto), il numero di vite, di continue, di punti e di smeraldi collezionati. Selezionando una partita salvata si ricomincerà a giocare dall'inizio del primo atto della zona in cui si è salvato precedentemente.

Mini-Boss[modifica | modifica wikitesto]

In questo titolo della serie è sempre presente un mini-boss che tenta di ostacolare il giocatore alla fine del primo atto. Si tratta di un robot generalmente più grande dei soliti badniks al cui interno non è rinchiuso alcun animale innocente. Una volta sconfitto, il classico cartello di fine atto cadrà dal cielo.

Sonic the Hedgehog 3 & Knuckles[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Sonic & Knuckles.

Sonic the Hedgehog 3 e Sonic & Knuckles furono concepiti come un singolo gioco, tuttavia furono pubblicati separatamente per vincoli di tempo ed finanziari[8][7]. La cartuccia di Sonic & Knuckles presenta un adattatore lock-on che permette di combinare fisicamente due cartucce[9], in questo caso ottenendo Sonic the Hedgehog 3 & Knuckles o semplicemente Sonic 3 & Knuckles[7], talvolta noto con i titoli Sonic 3 Complete Version[N 1], Knuckles the Echidna in Sonic the Hedgehog 3 o semplificato Knuckles in Sonic 3; questa caratteristica è rimasta presente anche in alcune riedizioni digitali del gioco, come quella per Virtual Console di Wii[10].

Sonic 3 & Knuckles permette al giocatore di giocare dei panni di Knuckles nei livelli di Sonic 3 e con Tails o con Sonic seguito dalla volpe in quelli di Sonic & Knuckles[11][7]. Altre nuove caratteristiche sono la possibilità di utilizzare i Super Smeraldi, sbloccando così le rispettive forme Hyper per Sonic e Knuckles e quella Super per Tails, un'opzione di salvataggio migliorata, la possibilità di accedere con Sonic o Tails in aree precedentemente inaccessibili, boss con forme differenti ed un finale aggiuntivo che mostra Sonic che riporta indietro il Master Emerald ad Angel Island[12].

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi che compaiono nel gioco (a parte Amy e Metal Sonic), sono gli stessi già apparsi nei precedenti videogiochi della saga. Il gioco introduce come nuovo personaggio Knuckles, che agirà come rivale e ostacolo di fronte a Sonic the Hedgehog.

Giocabili[modifica | modifica wikitesto]

Non giocabili[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi momenti di sviluppo del progetto, gli autori avevano in mente piani molto ambiziosi per questo titolo, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo della storia, il numero di livelli e di nemici. La realizzazione effettiva del progetto in toto avrebbe però avuto costi troppo elevati, sia per la realizzazione di cartucce più potenti (da 32 MB), sia per le tempistiche molto lunghe. Il progetto fu dunque diviso in due parti, la prima delle quali è risultata essere proprio Sonic 3[13]. Il titolo successivo della serie, Sonic & Knuckles non è altro che la continuazione del progetto originario, di cui costituisce il naturale prosieguo per quanto riguarda lo sviluppo della storia e il gameplay[13][7].

La data di uscita statunitense, il 2 febbraio 1994, venne ribattezzata dalla SEGA "giorno del porcospino", in luogo del più famoso Giorno della marmotta, celebrato nella stessa data anche in Canada[13].

Il coinvolgimento di Michael Jackson[modifica | modifica wikitesto]

Sussiste una certa somiglianza fra le tracce del gioco e alcune canzoni del cantante pop statunitense Michael Jackson: quella del livello IceCap Zone è molto simile a Smooth Criminal e Who Is It, quella di Carnival Night Zone a Jam, e la traccia finale a Stranger in Moscow. Si presuppone infatti che una parte della colonna sonora sia stata composta dal noto cantante, il quale tuttavia lasciò il progetto prima del completamento e non venne inserito nei titoli di coda[14][1].

Secondo quanto è stato riportato, inizialmente il cantante doveva contribuire alla colonna sonora del gioco, ma la SEGA decise di annullare il progetto in corso d'opera a causa delle accuse di pedofilia ricevute dall'artista in quel periodo,[15] come affermò anche Roger Hector, direttore della divisione sviluppo della SEGA.[15]

Il tastierista Brad Buxer, che collaborò con Jackson alla stesura delle basi musicali per Sonic 3[16], ha affermato invece che sarebbe stato Jackson stesso a chiedere di non essere incluso nei titoli di coda, perché insoddisfatto del suono che produceva la console: "Ai tempi, i giochi per console non permettevano una riproduzione ottimale del suono, e Michael trovò questo frustrante. Non voleva essere associato a un prodotto che svalutava la sua musica"[17][1].

Versioni alternative e conversioni[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Come per i prequel e sequel usciti per Mega Drive, Sonic the Hedgehog 3 è stato convertito per un gran numero di compilation per console casalinghe, portatili e personal computer. La prima in cui ha fatto la sua apparizione è stata Sonic Jam (1997) per Sega Saturn[18][9] e Game.com[19]. In seguito è stato incluso in Sonic & Knuckles Collection (1997)[20] e Sonic & Garfield Pack (1999) entrambi per Windows[21], Sonic Mega Collection (2002) per GameCube[22], Sonic Mega Collection Plus per PlayStation 2, Xbox e Windows[23], Sega Mega Drive Ultimate Collection (2009) per Xbox 360 e PlayStation 3[24], Sonic Classic Collection (2010) per Nintendo DS[25] e Sega Mega Drive Classic Collection Gold Edition (2011) per Windows[26][27].

La maggior parte di queste raccolte presenta il gioco senza apportare cambiamenti di rilievo. Caso singolare invece è quello della sua presenza nella versione per Sega Saturn di Sonic Jam dove sono presenti delle opzioni di "remix": scegliendo la modalità "Normal" cambia la disposizione dei ring e dei vari pericoli, mentre quella "Easy" rimuove completamente certi atti dal gioco[28]. Sonic & Knuckles Collection presenta invece la colonna sonora in formato MIDI e determinati livelli sono caratterizzati da tracce diverse non presenti nell'originale[29][30].

In Sonic Gems Collection (2005) per GameCube e PlayStation 2 è possibile sbloccare nella modalità Museo una demo del gioco che presenta un conto alla rovescia di quindici minuti e che permette di iniziare la partita direttamente dal secondo atto del livello Launch Base Zone dove alla fine bisognerà affrontare il boss finale, una volta sconfitto quest'ultimo il giocatore potrà continuare la partita fino allo scadere del tempo[31].

Distribuzione digitale[modifica | modifica wikitesto]

Sonic the Hedgehog 3 è stato reso disponibile per il servizio Virtual Console[12] di Wii nel 2007[32] e successivamente è uscito per Xbox Live il 10 giugno 2009[33]. Quest'ultima versione fu sviluppata da Backbone Entertainment[34] e presenta una grafica migliorata adattata per l'alta definizione, le classifiche online, il supporto per la modalità multigiocatore tramite split screen e Xbox Live ed infine un nuovo sistema di salvataggio, ora possibile in qualsiasi momento del gioco[35]. Una versione per PC uscì nel gennaio 2011 tramite Steam, direttamente nell'edizione allungata Sonic 3 & Knuckles[36].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni
  1. ^ Nella descrizione di Sonic the Hedgehog 3 & Knuckles presente in Sonic Mega Collection Plus viene riportato il titolo Sonic 3 Complete Version.
Fonti
  1. ^ a b c d e 3000 Facts, p. 287.
  2. ^ (EN) Sonic the Hedgehog 3, Entertainment Software Rating Board. URL consultato il 6 aprile 2019.
  3. ^ (EN) Sonic the Hedgehog 3, Office of Film and Literature Classification. URL consultato il 6 aprile 2019.
  4. ^ (EN) Sonic the Hedgehog 3, Pan European Game Information. URL consultato il 6 aprile 2019.
  5. ^ a b c Sonic Advance 2 Guide, p. 3.
  6. ^ (EN) David Daw, Sonic the Hedgehog, This Is Your Life, su PC World, 22 giugno 2011. URL consultato il 26 settembre 2019.
  7. ^ a b c d e (EN) Scott Baird, 15 Secrets Hidden Inside Sonic The Hedgehog Games, su Screen Rant, 28 dicembre 2016. URL consultato il 27 settembre 2019.
  8. ^ (EN) Lucas M. Thomas, Sonic the Hedgehog 3 Review, su IGN, 11 settembre 2007. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  9. ^ a b Sonic Advance 2 Guide, p. 4.
  10. ^ (EN) Jared Nelson, A Guide to ‘Sonic The Hedgehog’ Version 2.0’s Hidden Level-select, Debug Mode, and Many More Secrets, su Touch Arcade, 29 maggio 2013. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  11. ^ (EN) Danny Russell, Coders behind official Sonic the Hedgehog remasters release Sonic 3 & Knuckles proof-of-concept, in Pocket Gamer, 20 ottobre 2014. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  12. ^ a b (EN) James Newton, Sonic & Knuckles Review, su Nintendo Life, 16 febbraio 2010. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  13. ^ a b c 3000 Facts, p. 288.
  14. ^ (EN) Brad Buxer Carnival Night Zone, su whosampled.com. URL consultato il 3 novembre 2014.
  15. ^ a b (EN) Roger Hector: Director of STI Interviews [Sept/Oct 2005], Simon Wai's Sonic 2 Beta, settembre/ottobre 2005. URL consultato il 3 novembre 2014.
  16. ^ (EN) Montgomery, James, Did Michael Jackson Compose 'Sonic The Hedgehog 3' Soundtrack?, MTV.com, 4 dicembre 2009. URL consultato il 15 novembre 2014.
  17. ^ (EN) Frushtick, Russ, Michael Jackson's Involvement In 'Sonic The Hedgehog 3' Confirmed, MTV Multiplayer, 12 aprile 2009. URL consultato il 3 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2014).
  18. ^ (EN) Sonic Jam, su IGN. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  19. ^ (EN) Sonic Jam, su The Green Hill Zone. URL consultato il 15 febbraio 2019.
  20. ^ (EN) Sonic & Garfield Pack, su GameSpot. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  21. ^ (EN) Sonic & Knuckles Collection, su GameSpot. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  22. ^ (EN) Fran Mirabella, Sonic Mega Collection, su IGN, 12 novembre 2002. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  23. ^ (EN) Hilary Goldstein, Sonic Mega Collection Plus, su IGN, 3 novembre 2004. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  24. ^ (EN) Greg Miller, Sonic's Ultimate Genesis Collection Review, su IGN, 12 febbraio 2009. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  25. ^ (EN) Craig Harris, Sonic Classic Collection Review, su IGN, 5 marzo 2010. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  26. ^ (EN) SEGA Genesis Classic Collection: Gold Edition, su IGN. URL consultato il 1º settembre 2019.
  27. ^ Adriano Della Corte, SEGA annuncia SEGA Mega Drive Classic Collection Gold Edition per PC, in Everyeye.it, 18 febbraio 2011. URL consultato il 1º settembre 2019.
  28. ^ (EN) Where’s the Sonic Peanut Butter? Review, su Game Revolution, 6 giugno 2004. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  29. ^ (EN) Sonic & Knuckles Collection, su GamesRadar+. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  30. ^ (EN) Sonic & Knuckles Collection, su IGN. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  31. ^ (EN) Sonic Gems Collection Cheats, su GameSpot. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  32. ^ (EN) Bozon, VC Monday: The Kickoff, in IGN, 10 settembre 2007. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  33. ^ Sonic the Hedgehog 3, su Multiplayer.it. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  34. ^ (EN) Sonic The Hedgehog 3, Xbox Live. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  35. ^ (EN) Erik Brudvig, Sonic the Hedgehog 3 Review, su IGN, 11 giugno 2009. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  36. ^ Sonic 3 & Knuckles, su Steam. URL consultato il 3 febbraio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàBNF (FRcb16640373w (data)
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi