Sonic Forces

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sonic Forces
videogioco
Sonic Forces logo.png
Logo del gioco
PiattaformaPlayStation 4, Nintendo Switch, Xbox One, Microsoft Windows
Data di pubblicazioneGiappone 9 novembre 2017
Flags of Canada and the United States.svg 7 novembre 2017
Zona PAL 7 novembre 2017
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 7 novembre 2017
GenereAzione, piattaforme
TemaFantascienza
OrigineGiappone
SviluppoSonic Team, Hardlight
PubblicazioneSEGA
DirezioneMorio Kishimoto
ProduzioneShun Nakamura, Takashi Iizuka
DesignMorio Kishimoto, Jyunpei Ootsu
ProgrammazioneHiroki Tokunaga
Direzione artisticaYoshitaka Miura, Sachiko Kawamura
SceneggiaturaEitaro Toyoda, Makoto Goya, Ken Pontac, Warren Graff
MusicheTomoya Ohtani, Naofumi Hataya, Kenichi Tokoi, Takahito Eguchi
SerieSonic
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputDualShock 4, Joy-Con, Nintendo Switch Pro Controller, gamepad, tastiera
Motore graficoHedgehog Engine 2
SupportoBlu-ray Disc, scheda di gioco, DVD, download
Distribuzione digitaleSteam, PlayStation Network, Xbox Live, Nintendo eShop
Fascia di etàCEROA · ESRBE10+ · OFLC (AU): PG · PEGI: 7 · USK: 6
Preceduto daSonic Mania

Sonic Forces (ソニックフォース Sonikku Fōsu?) è un videogioco della serie Sonic, pubblicato da SEGA per le console PlayStation 4, Nintendo Switch e Xbox One e per Microsoft Windows. Sviluppato dal Sonic Team in collaborazione con lo studio Hardlight[1], il gioco è stato presentato per la prima volta con il nome provvisorio di Project Sonic 2017 durante il San Diego Comic-Con International del 22 luglio 2016[2], è l'ultimo dei tre giochi rilasciati per festeggiare il venticinquesimo anniversario della serie (gli altri due sono il livello di Sonic in LEGO Dimensions e Sonic Mania), ed è uscito il 7 novembre del 2017. Tra il 12 ottobre e il 7 novembre è stato rilasciato un fumetto digitale i cui eventi sono canonici alla trama, scritto dal Sonic Team, da Ian Flynn e illustrato da Adam Bryce Thomas[3][4][5][6] (vedi qui).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Appresa la notizia che il malvagio Dr. Eggman è tornato con l'intento di vendicarsi (dopo gli eventi di Sonic Lost World), conquistare il mondo e di trasformarlo in Eggmanlandia, Sonic corre subito a sventare i suoi diabolici piani, ma stavolta non c'è la fortuna ad assisterlo. Difatti il porcospino, proprio mentre sta per avere la meglio, viene fermato, picchiato e sconfitto dalle versioni false di Metal Sonic, Shadow, Chaos, Zavok e un potente e misterioso essere creato dallo scienziato, dotato di una forza e di una velocità superiori alle sue, chiamato Infinite.

Liberatosi della sua nemesi, che all'inizio viene creduta morta da tutti, Eggman ne approfitta per conquistare il 99,9% di tutto il pianeta, ed inizia ad assoldare nel suo esercito di robot molti altri cattivi, mentre Knuckles si oppone al suo movimento formando una squadra assieme ai suoi amici e ad un gruppo di animali ribelli a cui si unisce anche un sopravvissuto agli attacchi di Eggman, ovvero un nuovo personaggio di nome Avatar, in cui soprannominato Spina, (Rookie in lingua originale, ovvero Recluta). Tails invece cade nella depressione e mentre cerca di riparare Omega, viene colto di sorpresa da un clone di Chaos che viene sconfitto da Sonic Classico, comparso da un portale dimensionale. I due si alleano immediatamente.

Successivamente Knuckles viene informato da Rouge che Sonic è ancora vivo e che è stato imprigionato nel Death Egg, la stazione spaziale di Eggman: lo aveva tenuto vivo per mostrargli il suo impero prima di esiliarlo nello spazio. Knuckles decide così di mandare una squadra di salvataggio per liberarlo: partono da Chemical Plant e raggiungono l'hangar del Death Egg. Solo Spina si avvicina di più e fa scattare un allarme. Contemporaneamente nell'area detentiva, una replica di Zavok si prepara a esiliare Sonic: approfittando dell'allarme, Sonic stende a cazzotti Zavok per poi raggiungere l'hangar dove incontra Spina. I due ritornano nel QG della Resistenza e come prima missione distruggono una piramide usata per la fabbricazione dell'arsenale di Eggman.

Mentre Spina è mandato altrove, Sonic si reca a Mystic Jungle dove affronta Infinite insieme a Silver e ingaggia un duello con quest'ultimo. Sonic ha la meglio ma Infinite fugge. Poco dopo Tails e Sonic Classico spiano Eggman e Infinite a Green Hill che distruggono un Rubino Fantasma prototipo obsoleto. Il porcospino salta allo scoperto e affronta lo scienziato sull'Egg Dragoon, il quale, prima di ritirarsi annuncia che tra tre giorni scatenerà il suo asso nella manica.

Dopo che Sonic Classico e Tails si sono uniti alla Resistenza assieme a Sonic, quest'ultimo viene mandato nella città a respingere un attacco guidato da Shadow. All'improvviso compare il vero Shadow che elimina il doppione e spiega l'abilità di Infinite: è in grado di creare repliche virtuali di chiunque con le stesse abilità dell'originale.

Spina dirige un attacco massiccio alla Metropoli ma Infinite costringe le truppe alla ritirata con il Rubino Fantasma: Solo Spina porta a termine l'operazione scontrandosi con lo sciacallo.

In seguito Tails e Sonic Classico capiscono che per vincere bisogna distruggere il Rubino Fantasma: si infiltrano nella rete informatica di Eggman e scoprono che la sua fonte di energia è nel Death Egg. Distruggendo la stazione, il Rubino sarà inutile e se distruggono anche la gemma Sonic Classico potrà tornare a casa. Intanto Sonic e Spina hanno appena eliminato una replica di Metal Sonic. Spina viene mandato a Green Hill mentre Sonic va nella metropoli per disruggere l'arsenale del Death Egg permettendo alla sua controparte di far esplodere la stazione spaziale, costringendo Eggman a ritirare il suo esercito dalla metropoli. La Resistenza decide di affrontarlo direttamente ma il dottore bandisce Sonic e Spina nel Null Sapce, dal quale escono e obbligano Eggman a una completa ritirata

Ora i ribelli prendono d'assalto la fortezza dell'Eggman Empire per eliminare la fonte energetica di riserva del Rubino Fantasma. Dopo essere stato fucilato da Omega, Infinite scatena l'asso della manica: crea un sole virtuale per sciogliere l'intera Resistenza ma Tails si accorge che Spina è l'unico a poter far sparire il sole, dato che è l'unico in grado di usare l'ultimo prototipo della gemma: si arrampica sulla torre ed elimina il sole (sebbene il prototipo venga distrutto sul colpo).

Sonic ingaggia lo scontro finale con Infinite, indebolito per aver creato il sole: ma non appena l'energia si ricarica, Spina raggiunge il collega e i due sconfiggono lo sciacallo ancora una volta. Eggman richiama Infinite e dice che non è finita, Sonic e Spina distruggono la fonte di riserva con un'apparente vittoria: in quel momento compare Eggman a bordo del suo Robot Death Egg con incorporato l'invulnerabile Rubino Fantasma, mentre le repliche aumentano. Sonic, Sonic Classico e Spina distruggono il robot e il rubino, facendo sparire le repliche e lo scienziato. Ormai la Resistenza ha vinto. Knuckles la scioglie e tutti cominciano a riordinare il mondo dopo aver salutato Sonic Classico, che svanisce tornando nella sua dimensione. In una scena dopo i titoli di coda Silver consiglia agli amici di non abbandonare la resistenza ma Tails dice che non importa se la squadra non ci sarà più, e che loro saranno amici per sempre. Infine Sonic e Spina si salutano e partono per aiutare i bisognosi.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi giocabili[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi non giocabili[modifica | modifica wikitesto]

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Esistono tre tipi di modalità di gioco in Sonic Forces:

  • "Modern Sonic" ha abilità uguali ai precedenti capitoli della serie (turbo, attacco a ricerca, doppio salto)
  • "Avatar" ha abilità molto simili a Modern Sonic più il Rurbo. Le sue abilità variano a seconda di che razza scegliamo durante la creazione del personaggio.

In più l'Avatar usa come armi gli Wispon (delle creaturine aliene provenienti da Sonic Colors e Sonic Lost World, che daranno vari poteri a seconda del Wispon che si userà)

  • "Classic Sonic" ha una modalità di gioco proveniente dagli originali titoli di Sonic usciti su Mega Drive. Le caratteristiche principali sono lo Spin Dash e il Drop Dash (nuova mossa proveniente da Sonic Mania)

A livello di gameplay, Sonic Forces non presenta molte innovazioni. Difatti il giocatore dovrà muovere il suo personaggio in livelli realizzati in 2D ed in 3D, proprio come nei titoli della serie usciti prima del controverso Sonic Boom: L' ascesa di Lyric. Tuttavia ci sono alcuni elementi che differenziano il gioco dai capitoli precedenti, tra cui un sistema di vite illimitato[7] e il fatto che il personaggio, ogni volta che sarà colpito, non potrà recuperare tutti gli anelli persi[8]. Inoltre, oltre a rivestire i panni sia di Sonic Moderno (la versione di Sonic usata da Sonic Adventure in poi) sia di Sonic Classico (protagonista dei primi giochi della serie usciti su Sega Mega Drive), si dovrà creare un proprio Avatar personalizzabile, con 7 specie diverse (porcospino, lupo, coniglio, orso, uccello, gatto e cane) e con diverse abilità, che avrà un ruolo centrale nel corso della storia. Le azioni principali dell'animale sono incentrate sul suo gancio, usato per aggrapparsi ad una piattaforma, e sugli Wispon, delle armi che gli consentono di uccidere i nemici e di muoversi rapidamente nei livelli[9]. È possibile usare il personaggio anche nella modalità Tag (che ricorda molto il sistema di gioco di Sonic Heroes) in cui segue Sonic aiutandolo a sconfiggere i nemici con una mossa speciale, il Double Boost[10]. Oltretutto è possibile giocare anche come Shadow nel DLC del gioco Episodio Shadow, rilasciato il 7 novembre, che fa da prequel alla storia del gioco narrando la creazione di Infinite.[11]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Come nei videogiochi precedenti il doppiaggio è stato eseguito a Milano.

Personaggi Doppiatore originale Doppiatore americano Doppiatore italiano
Sonic the Hedgehog (Moderno) Jun'ichi Kanemaru Roger Craig Smith Renato Novara
Miles "Tails" Prower Ryō Hirohashi Colleen Villard[12] Benedetta Ponticelli
Knuckles the Echidna Nobutoshi Canna Travis Willingham Maurizio Merluzzo
Shadow the Hedgehog Kōji Yusa Kirk Thornton Claudio Moneta
Amy Rose Taeko Kawata Cindy Robinson Serena Clerici
Rouge the Bat Rumi Ochiai Karen Strassman Jasmine Laurenti
E-123 Omega Taiten Kusunoki Vic Mignogna Marco Pagani
Silver the Hedgehog Daisuke Ono Quinton Flynn Davide Albano
Vector the Crocodile Kenta Miyake Keith Silverstein Diego Sabre
Espio the Chameleon Yūki Masuda Matthew Mercer Silvio Pandolfi
Charmy Bee Yōko Teppōzuka Colleen Villard Emanuela Pacotto
Dr. Eggman Kotaro Nakamura Mike Pollock Aldo Stella
Orbot Mitsuo Iwata Kirk Thornton Luca Sandri
Cubot Wataru Takagi Wally Wingert Massimo Di Benedetto
Zavok Jōji Nakata Travis Willingham Gianni Gaude
Infinite Takashi Kondo Liam O'Brien Andrea Bolognini
Annunciatore Wisp Fumihiko Tachiki Roger Craig Smith Luca Sandri
Avatar Yū Seki
Aoi Yūki
Voci Aggiunte Hikaru Maruta
Harou Yamagishi
Minoru Kawai
Momoko Tanechi
Osamu Taira
Riki Kagami
Midori Egawa
Colleen Villard
Travis Willingham
Cindy Robinson
Quinton Flynn
Keith Silverstein
Matthew Mercer
Wally Wingert
Davide Albano
Massimo Di Benedetto
Jasmine Laurenti
Claudio Moneta
Emanuela Pacotto
Marco Pagani
Diego Sabre
Luca Sandri

Fumetto digitale[modifica | modifica wikitesto]

Sonic Forces: The Comic
fumetto
Sonic Forces logo.png
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti d'America
AutoreSonic Team
TestiIan Flynn
DisegniAdam Bryce Thomas
EditoreSEGA
1ª edizioneottobre 2017 – novembre 2017
Periodicitàsettimanale
Albi4 (completa)
Genereazione, avventura, commedia, fantascienza, drammatico, fantastico

Sonic Forces: The Comic è una serie di fumetti digitale creata dal Sonic Team, scritta da Ian Flynn e illustrata da Adam Bryce Thomas i cui eventi si collocano tra l'Episodio Shadow e l'inizio del gioco. è stato rilasciato un albo a settimana nelle tre settimane precedenti all'uscita del gioco, l'ultimo il 7 novembre stesso, ognuno dei quali da il titolo alla storia presente.

Moment Of Truth[modifica | modifica wikitesto]

Il primo albo corre parallelo al momento dell'attacco di Eggman e si incentra sul'Avatar intento ad aiutare i Chaotix a rinforzare le difese, terminando con la vittoria dei civili. Per l'Avatar è la prima occasione per dimostrare quanto possa fare.

Stress Test[modifica | modifica wikitesto]

Silver viaggia nel tempo e raggiunge Angel Island per chiedere aiuto a Knuckles. Improvvisamente si ritrovano nell'epoca in cui la tribù degli Echidna era ancora intatta e subito dopo spunta Chaos. Knuckles cerca di convincere Silver che è innocuo e gentile ma questo li aggredisce. I due riescono a fermarlo e decidono di chiedere rinforzi nel presente. Il motivo per cui Chaos li aveva attaccati è per colpa di Eggman, che ha testato per la prima volta il Phantom Ruby.

Looming Shadow[modifica | modifica wikitesto]

Questo albo è collocato durante una missione del Team Dark nel DLC Episodio Shadow. Shadow è in azione ed è in contatto radio con Rouge e Omega. Il robot tenta di fermare Infinite e viene disattivato. Nella sala radio di Rouge sono presenti un peluche di Vector e delle foto raffiguranti il Chaos Emerald rosso, Sally Acorn e Bunnie D'Coolette.

Rise Of Infinite[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo numero narra dell'incontro tra il Dr. Eggman e Infinite. Eggman ha appena scoperto una gemma rossa ignota contenente un gran potere e la battezza Phantom Ruby. Poco dopo si ritrova ad affrontare la Squadra degli sciacalli (di cui Infinite è il capo), dei mercenari con la missione di distruggere la base dello scienziato per una taglia. Dopo aver scoperto i poteri del Phantom Ruby, Eggman e Infinite si alleano per conquistare il mondo.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Pur essendo stato lodato durante il suo sviluppo, Sonic Forces è stato accolto dalla critica anche in modi misti. La rivista giapponese Famitsū gli ha assegnato un voto di 35/40[13], seguito dal sito Eurogamer che ne ha parlato positivamente pur criticando le sue prestazioni su Nintendo Switch e su Xbox One, il suo level design e la sua difficoltà bassa[14]. Il quotidiano virtuale International Business Times ha lodato la scelta di SEGA di annunciarlo assieme a Sonic Mania sostenendo che fosse un tentativo di contribuire alla fortuna della serie[15], mentre la critica Heather Alexandria del sito Kotaku lo ha considerato divertente anche se ha trovato confuse le meccaniche di gioco[7]. Alex Olney di Nintendo Life, invece, lo ha stroncato criticando la sua demo, i livelli da giocare con l'Avatar e il gameplay per lui noioso di Sonic Moderno[16]. Sonic Forces ha ricevuto anche un 5/10 dal sito web Polygon, che, nonostante avesse elogiato la possibilità di creare gli Avatar, ha criticato negativamente i pochi miglioramenti introdotti nel gameplay e le lotte contro i boss, ritenendo queste ultime ripetitive[17]. Il sito Sonic the Comic-Online invece, lo ha elogiato per la grafica variopinta, la colonna sonora e la trama interessante, criticando tuttavia i livelli troppo corti e i controlli a volte inattivi: in totale gli hanno assegnato un 87/100[18]. Ci sono state molte critiche anche sul personaggio di Infinite, definendolo "un cattivo privo di carisma e di una piattezza disarmante".

Nonostante questa accoglienza, nel febbraio del 2018, SEGA rivela che l'impatto di Sonic Forces sul pubblico è stato forte, quindi si presume che il gioco sia stato un buon successo commerciale.

Nella prima settimana dal lancio, sono state vendute 234.000 copie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.sonicstadium.org/2017/09/sonic-forces-on-steam-has-denuvo-may-be-co-developed-by-hardlight-studios/
  2. ^ https://www.vg247.com/2016/07/23/project-sonic-out-holiday-2017-for-pc-nx-ps4-xbox-one-watch-the-reveal-trailer-here/
  3. ^ (EN) Ian Flynn (testi), Adam Bryce Thomas (disegni); Moment Of Truth, in Sonic Forcesː The Comic n. 1, 12 ottobre 2017.
  4. ^ (EN) Ian Flynn (testi), Adam Bryce Thomas (disegni); Stress Test, in Sonic Forcesː The Comic n. 2, 19 ottobre 2017.
  5. ^ (EN) Ian Flynn (testi), Adam Bryce Thomas (disegni); Looming Shadow, in Sonic Forcesː The Comic n. 3, 26 ottobre 2017.
  6. ^ (EN) Ian Flynn (testi), Adam Bryce Thomas (disegni); Rise Of Infinite, in Sonic Forcesː The Comic n. 4, 7 novembre 2017.
  7. ^ a b https://kotaku.com/sonic-forces-impressions-great-when-it-sticks-to-its-r-1796106738
  8. ^ https://www.gameinformer.com/b/features/archive/2017/10/05/sonic-forces-producer-discusses-changes-to-ring-system-and-darker-world.aspx
  9. ^ https://www.ign.com/articles/2017/05/16/sonic-forces-character-creation-feature-mode-announced
  10. ^ http://www.revuemultimedia.fr/a-4879-gamescom-2017-sonic-forces--la-force-du-herisson.html
  11. ^ http://4news.it/sonic-forces-episodio-shadow-annunciato/
  12. ^ Colleen Villard su Sonic News Network
  13. ^ https://www.everyeye.it/notizie/sonic-forces-prima-recensione-famitsu-positiva-310047.html
  14. ^ http://www.eurogamer.net/articles/digitalfoundry-2017-sonic-forces-focuses-on-ps4-with-clear-issues-elsewhere
  15. ^ http://www.ibtimes.co.uk/sega-announces-retro-sonic-mania-post-apocalyptic-project-sonic-2017-1572389
  16. ^ https://www.nintendolife.com/news/2017/07/first_impressions_running_scared_from_sonic_forces
  17. ^ https://www.polygon.com/2017/11/5/16609838/sonic-forces-review
  18. ^ http://www.stconline.co.uk/comics/stc273/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi