Dangerous World Tour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dangerous World Tour
Tour di Michael Jackson
Album Dangerous
Inizio Stadio Olimpico, Monaco di Baviera
27 giugno, 1992
Fine Stadio Azteca, Città del Messico
11 novembre, 1993
Spettacoli 69
Cronologia dei tour di Michael Jackson
Bad World Tour
(1987-1989)
HIStory World Tour
(1996-1997)
Dangerous World Tour logo.jpeg

Il Dangerous World Tour è il secondo tour mondiale da solista del cantante Michael Jackson iniziato il 27 giugno 1992 e terminato l'11 novembre 1993 per promuovere il suo album Dangerous (che ad oggi ha venduto oltre 40 milioni di copie in tutto il mondo).

Il tour ebbe il suo inizio a Monaco di Baviera, in Germania davanti a 75.000 spettatori[1], per poi spostarsi nel resto d'Europa facendo tappa anche in Italia a Roma il 4 luglio 1992 e a Monza il 6 e 7 luglio 1992. Per l'unica data tenutasi a Leeds, nel Regno Unito, i biglietti venduti furono 90.000, battendo ogni record di incasso del luogo.[2]

I diritti della tappa tenutasi a Bucarest furono acquistati dalla rete televisiva HBO per 21 milioni di dollari[3], la cifra più alta mai pagata per un concerto. Il concerto ha fatto registrare gli ascolti più alti nella storia della rete, facendo ottenere a Jackson un CableACE Award. Il concerto è stato trasmesso in diretta alla radio e trasmesso in tv in 61 paesi, facendo ovunque record di ascolti. Il concerto venne anche trasmesso in Italia in differita, anche se inizialmente doveva andare in onda in diretta, da Canale 5 a ottobre 1992.[4][5] Nel 1992 MTV ha mandato in onda sei episodi sul tour europeo chiamati "Dangerous Diaries".

Tutto il guadagno del tour venne donato in beneficenza per aiutare le persone bisognose e per creare la Heal the World Foundation, fondazione in difesa dei diritti dei bambini.

Jackson eseguì 69 concerti in 26 nazioni in Europa, Asia, Sud America e Nord America. Il tour ebbe un totale di quasi 4 milioni di spettatori, con un incasso totale di oltre 120 milioni di dollari.

Il tour[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 1987 Michael Jackson aveva pubblicato il suo settimo album in studio, Bad (che ha venduto oltre 45 milioni di copie in tutto il mondo), e che diventò, all'epoca, il secondo album più venduto di tutti i tempi dopo Thriller del 1982. All'album seguì il colossale Bad World Tour, partito da Tokyo il 12 settembre 1987 e terminato a Los Angeles il 27 gennaio 1989. Il tour, composto da 123 concerti in 4 continenti e 15 nazioni, registrò la cifra record di 4,4 milioni di spettatori per un incasso totale di 125 milioni di dollari. Il tour ebbe un'enorme successo e ottenne tre record nel Guinness dei Primati, consacrando definitivamente Michael Jackson come Re del Pop. Per il cantante però fu uno sforzo fisico estenuante, tanto che fu lui stesso ad affermare che quello sarebbe stato il suo primo ed ultimo tour mondiale.

Il 3 febbraio 1992, la Pepsi diffuse la notizia secondo la quale Michael Jackson avrebbe organizzato una nuova serie di concerti per promuovere l'album Dangerous, che in poco tempo era diventato un best-seller. Michael e la Pepsi investirono in tutto $20.000.000 per pubblicizzare l'inizio del tour. Durante un'intervista, Michael disse: "L'unica ragione che mi spinge ad andare di nuovo in tour è quella di raccogliere fondi per la Heal the World Foundation, un'organizzazione non a scopo di lucro in aiuto dei bambini bisognosi. Il mio obiettivo è quello di raggiungere i 100 milioni di dollari per Natale 1993. Ho bisogno dell'aiuto di ciascuno a cui interessi la salute del nostro pianeta e del futuro dei bambini. La Heal the World Foundation contribuirà alla ricerca contro l'AIDS in onore di un mio amico, Ryan White."

Allestimento[modifica | modifica wikitesto]

Gli stadi che avrebbero dovuto ospitare i concerti del Dangerous World Tour iniziarono ad essere preparati due settimane prima del giorno dello spettacolo. Erano necessari tre giorni per montare il palco e altrettanti per smontarlo. Lo staff "permanente" contava più di 160 persone, che arrivavano ad oltre 230 con i reclutamenti locali. Lo staff viaggiava su 13 pullman, 33 camion erano necessari per trasportare il palco (che misurava 80 metri di lunghezza e 30 metri di larghezza) mentre il resto veniva trasportato con 20 camion; fu inoltre necessario l'utilizzo di due Boeing 747 per trasportare l'intera attrezzatura. Durante le prime tappe del tour, Jackson e parte del suo staff viaggiarono sull'Orient Express.

Preparazione e dettagli[modifica | modifica wikitesto]

Michael Jackson venne influenzato per i vestiti dalle giacche militari indossati dai marines: in "Jam", durante la parte europea del tour, l'artista avrebbe indossato una giacca argentata sfavillante con delle cartuccere dorate, mentre a partire dai concerti di Tokyo, avrebbe indossato una divisa completamente nera con le cartuccere dorate. Lo stesso outfit era stato scelto per il primo concerto del Dangerous World Tour a Monaco di Baviera il 27 giugno 1992 e sarebbe stato ripreso nuovamente per il Super Bowl XXVII il 31 gennaio 1993 al Rose Bowl di Pasadena, California, e per il concerto gratuito organizzato per il cinquantesimo compleanno del sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, il 16 luglio 1996 al Jerudong Park di Bandar Seri Begawan. Per la prima metà del concerto, Jackson indossava un costume dorato ispirato alle divise da scherma, creato per lui dallo stilista Gianni Versace. In "Thriller", l'iconica giacca era bianca anziché rossa come l'originale. Questo perché durante la canzone venivano usate pochissime luci e grazie al colore bianco della giacca la figura di Jackson risaltava di più, permettendo agli spettatori, soprattutto i più lontani, di vederlo meglio.

I concerti del tour includevano diversi effetti speciali, (c'erano 230 esplosioni in ogni concerto) e illusioni teatrali. L'ingresso in scena di Jackson era preceduto dal video "Brace Yourself" (letteralmente "preparati"), poi si accendevano le luci mentre in sottofondo si sentivano rintocchi di campana e il ruggito di una pantera. A quel punto Michael si catapultava sul palco (da una botola nella parte anteriore) in una pioggia di effetti pirotecnici. L'ingresso era chiamato "The Toaster" ("tostapane"). Una volta in scena Jackson rimaneva perfettamente immobile in una posa statuaria per due minuti mentre il pubblico impazziva, poi si toglieva gli occhiali (Ray-Ban da aviatore) e iniziava il concerto. A partire dal Dangerous World Tour, Jackson avrebbe eseguito dal vivo il "45° Degree Lean" (inclinazione anti-gravitazionale) durante "Smooth Criminal". Come in tutti i suoi tour, Jackson faceva salire sul palco con lui una ragazza (durante "She's Out of My Life"). Per "Thriller" il palco si alzava e rivelava un altro palco sottostante, con una complessa scenografia raffigurante un cimitero, con bare che esplodevano e dalle quali uscivano zombie e scheletri. Subito dopo, in "Billie Jean", il palco iniziale scendeva e ricopriva il palco di "Thriller". Alla fine di "Workin' Day and Night" Michael veniva fatto sedere su una sedia e coperto da un telo a destra del palco. Dopo pochi secondi in cui si vedeva il telo muoversi, Michael riappariva completamente cambiato, nel costume per "Beat It" su di un braccio meccanico dalla parte opposta del palco che lo sollevava sopra il pubblico. Nel finale di "Will You Be There", una delle ballerine scendeva sul palco vestita da angelo cingendo il cantante con le sue ali. Nel finale di "Heal the World", il palco si sollevava nuovamente per mostrare un'enorme globo terrestre nel palco sottostante attorno al quale Jackson, i suoi ballerini e un gruppo di bambini facevano un girotondo. Il finale era chiamato "Rocket Man": alla fine di "Man in the Mirror" Michael veniva vestito da astronauta e lasciava il palco con un Jet pack, volando sopra la folla.

Scaletta Dangerous World Tour 1992-1993[modifica | modifica wikitesto]

Michael Jackson durante il Dangerous World Tour nel 1992.

Grazie a dei filmati trapelati all'inizio degli anni 2000 di un'intera giornata di prove del Dangerous World Tour al Neverland Ranch, è possibile conoscere la scaletta inizialmente prevista. Le canzoni "Remember the Time" e "Rock with You" vennero provate ma poi non eseguite durante il tour. Mentre la seconda è stata eseguita live nel precedente tour da solista di Jackson (Bad World Tour) e negli ultimi due coi fratelli (Triumph Tour e Victory Tour), "Remember The Time" non è mai stata eseguita dal vivo tranne che ai Soul Train Music Awards del 1993 dove l'artista dovette esibirsi da seduto poiché si era slogato una caviglia.[6][7]

Scaletta prevista[modifica | modifica wikitesto]

Encore:

Scaletta Prima Parte 1992[modifica | modifica wikitesto]

Encore:

* "The Way You Make Me Feel": dal 27 giugno al 15 luglio 1992 e dal 12 al 31 dicembre 1992.

** "Bad": dal 27 giugno al 15 luglio 1992 e dal 12 al 31 dicembre 1992.

Scaletta Seconda Parte 1993[modifica | modifica wikitesto]

Encore:

* "The Jackson 5 Medley": è stato rimosso dai concerti di Città del Messico (29 e 31 Ottobre, 7, 9 e 11 Novembre)

** "Man in the Mirror": è stata rimossa dai concerti di Mosca (15 Settembre), Tel Aviv (19 e 21 Settembre), Istambul (23 Settembre), S.ta Cruz de Tenerife (26 Settembre), Buenos Aires (8, 10 e 12 Ottobre), San Paolo (15 e 17 Ottobre) e Santiago (23 Ottobre)

*** "Rocket Man": è stato rimosso dai concerti di Mosca (15 Settembre), Tel Aviv (19 e 21 Settembre), Istambul (23 Settembre), S.ta Cruz de Tenerife (26 Settembre), Buenos Aires (8, 10 e 12 Ottobre), San Paolo (15 e 17 Ottobre) e Santiago (23 Ottobre)

Super Bowl XXVII Halftime Show[modifica | modifica wikitesto]

A differenza degli anni precedenti, Michael Jackson è stato l'unico performer dell'Halftime Show del Super Bowl XXVII. Lo spettacolo è iniziato con le immagini di Jackson che ballava sui giganteschi Jumbotrons ai lati del campo, subito seguite da due sosia vestiti come lui, apparsi in cima agli schermi che davano l'illusione che il cantante si muovesse da una parte all'altra del campo. Poco dopo, Jackson si è catapultato sul palco con il "Toaster" ed è rimasto immobile per un minuto mentre il Rose Bowl di Pasadena andava in delirio. Lo spettacolo di Jackson è stato caratterizzato da effetti speciali in "Jam" e "Black or White" e dalla partecipazione di tutto il pubblico presente, oltre 90.000 persone, che hanno creato delle immagini con fogli colorati mentre "We Are the World" veniva cantata da un coro di 3.500 bambini e ragazzi dell'area di Los Angeles. Mentre Jackson si esibiva in "Heal the World", dal palco è apparso un'enorme globo terrestre. È stato il primo Super Bowl in cui i dati di ascolto sono aumentati durante l'Halftime Show. La performance di Jackson fece registrare il primato di audience della tv americana ed è tutt'oggi considerato come l'Halftime Show più visto e più famoso di sempre. Jackson ha ottenuto anche un nuovo record nel Guinness dei Primati per la più grande audience di sempre, con oltre 133,4 milioni di spettatori. Michael Jackson ha inoltre inaugurato la tendenza di far esibire i più grandi artisti internazionali all'Halftime Show. La NFL ha poi donato 100.000 dollari alla Heal the World Foundation.

Scaletta[modifica | modifica wikitesto]

  • 1. "The Toaster" Introduzione
  • 2. "Why You Wanna Trip On Me" (assolo iniziale) / "Jam" (ritornello)
  • 3. "Billie Jean" (ritornello)
  • 4. "Black Or White"
  • 5. "We Are the World"
  • 6. "Heal the World"

Date del Tour[modifica | modifica wikitesto]

Data Città Stato Luogo
Prima Parte
Europa
27 giugno 1992 Monaco di Baviera Germania Germania Stadio Olimpico
30 giugno 1992 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi Feijenoord Stadion
4 luglio 1992 Roma Italia Italia Stadio Flaminio
6 luglio 1992 Monza Stadio Brianteo
7 luglio 1992
11 luglio 1992 Colonia Germania Germania Müngersdorfer Stadion
15 luglio 1992 Oslo Norvegia Norvegia Valle Hovin
17 luglio 1992 Stoccolma Svezia Svezia Stadio Olimpico
18 luglio 1992
20 luglio 1992 Copenaghen Danimarca Danimarca Gentofte Stadium
22 luglio 1992 Werchter Belgio Belgio Festival Ground
25 luglio 1992 Dublino Irlanda Irlanda Lansdowne Road
30 luglio 1992 Londra Inghilterra Inghilterra Wembley Stadium
31 luglio 1992
5 agosto 1992 Cardiff Galles Galles Cardiff Arms Park
8 agosto 1992 Brema Germania Germania Stadio Weser
10 agosto 1992 Amburgo Stadio Volkspark
13 agosto 1992 Hameln Weserbergland Stadium
16 agosto 1992 Leeds Inghilterra Inghilterra Roundhay Park
18 agosto 1992 Glasgow The Haugh
20 agosto 1992 Londra Wembley Stadium
22 agosto 1992
23 agosto 1992
26 agosto 1992 Vienna Austria Austria Praterstadion
28 agosto 1992 Francoforte Germania Germania Waldstadion
30 agosto 1992 Ludwigshafen Südweststadion
2 settembre 1992 Bayreuth Städtisches Stadion
4 settembre 1992 Berlino Jahn Stadion
8 settembre 1992 Losanna Svizzera Svizzera Stadio La Pontaise
13 settembre 1992 Parigi Francia Francia Hippodrome de Vincennes
16 settembre 1992 Tolosa Stadio Municipale
18 settembre 1992 Barcellona Spagna Spagna Stadio Olimpico
21 settembre 1992 Oviedo Stadio Carlos Tartiere
22 settembre 1992 Madrid Stadio Vicente Calderón
26 settembre 1992 Lisbona Portogallo Portogallo Stadio José Alvalade
1º ottobre 1992 Bucarest Romania Romania Stadio Lia Manoliu
Asia
12 dicembre 1992 Tokyo Giappone Giappone Tokyo Dome
14 dicembre 1992
17 dicembre 1992
19 dicembre 1992
22 dicembre 1992
24 dicembre 1992
30 dicembre 1992
31 dicembre 1992
Super Bowl XXVII Halftime Show
Nord America
31 gennaio 1993 Pasadena Stati Uniti Stati Uniti Rose Bowl
Seconda Parte
Asia
24 agosto 1993 Bangkok Thailandia Thailandia Suphachalasai Stadium
27 agosto 1993
29 agosto 1993 Singapore Singapore Singapore National Stadium
31 agosto 1993
4 settembre 1993 Taipei Taiwan Taiwan Municipal Stadium
6 settembre 1993
10 settembre 1993 Fukuoka Giappone Giappone Fukuoka Dome
11 settembre 1993
Europa
15 settembre 1993 Mosca Russia Russia Stadio Lužniki
Asia
19 settembre 1993 Tel Aviv Israele Israele Yarkon Park
21 settembre 1993
23 settembre 1993 Istanbul Turchia Turchia Stadio BJK İnönü
Europa
26 settembre 1993 Tenerife Spagna Spagna Puerto de Santa Cruz de Tenerife
Sud America
8 ottobre 1993 Buenos Aires Argentina Argentina Stadio River Plate
10 ottobre 1993
12 ottobre 1993
15 ottobre 1993 San Paolo Brasile Brasile Stadio Morumbi
17 ottobre 1993
23 ottobre 1993 Santiago Cile Cile National Stadium
Nord America
29 ottobre 1993 Città del Messico Messico Messico Aztec Stadium
31 ottobre 1993
7 novembre 1993
9 novembre 1993
11 novembre 1993

Cancellazioni e Modifiche[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazione in Home Video[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Live in Bucharest: The Dangerous Tour.

Jackson ha venduto i diritti del suo concerto a Bucarest, in Romania, alla HBO per 21 milioni di dollari. Il concerto è andato in onda in 61 paesi. Nel 2004, il concerto è stato pubblicato su DVD all'interno del Box Set "Michael Jackson: The Ultimate Collection", e nel 2005 è stato pubblicato come DVD separato, con il titolo "Live in Bucharest: The Dangerous Tour".

Altri concerti reperibili[modifica | modifica wikitesto]

Ogni tappa del Dangerous Tour, così come per tutti i tour da solista di Jackson, è stata filmata e montata in diretta per gli schermi giganti dal regista per poi essere archiviata su una Umatic alla fine di ogni concerto dalla Nocturne Productions. Pertanto negli ultimi anni altre tappe del tour sono affiorate on-line, qui di seguito sono elencate solo le tappe che è possibile reperire nella loro interezza o quasi interezza:

  • la tappa di Buenos Aires del 12 ottobre 1993 è stata leakata on-line nel 2013.[8]
  • la tappa di Brema dell'8 agosto 1992 è stata leakata on-line nel 2015.[9]
  • parte della tappa di Oslo del 15 luglio 1992 è stata leakata on-line nel 2016.[10]

Dangerous Diaries[modifica | modifica wikitesto]

I "Dangerous Diaries" erano sei episodi di 15 minuti presentati da Sonya Saul e mandati in onda da MTV nel 1992, durante la parte europea del tour. Erano composti da interviste ad alcuni membri della band e del personale del tour, filmati del backstage e spezzoni dei concerti. Vennero mandate in onda parti delle performances di "Black or White" (Monaco di Baviera e Oviedo), "Billie Jean" (Monaco di Baviera), "Wanna Be Startin' Somethin'" (Werchter), "Jam" (Dublino e Cardiff), "I Just Can't Stop Loving You" (Amburgo), "The Jackson 5 Medley" (Amburgo e Berlino), "She's Out of My Life", "Workin' Day And Night" e "Beat It" (Londra), "Human Nature" (Leeds), "Will You Be There" (Berlino), "Heal the World" e "Man in the Mirror" (Madrid).

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il palco ha subìto dei cambiamenti tra la prima e la seconda parte del tour. Nei concerti della prima parte, il palco si alzava e si abbassava durante "Thriller" (nella quale c'era una complessa scenografia che richiamava un cimitero), "Billie Jean" e "Heal the World". Nei concerti della seconda parte il palco era fisso e privo di scenografie. Inoltre solo nei concerti della prima parte una delle ballerine scendeva sul palco vestita da angelo, nel finale di "Will You Be There".
  • A due giorni dall'inizio del tour, il 25 giugno 1992, è stato girato il video di "Give In to Me" in una fabbrica in Landberger Strasse a Monaco di Baviera. Nel video sono apparsi anche Slash e Gilby Clarke, all'epoca entrambi chitarristi dei Guns N' Roses.
  • Il 3 luglio 1992, durante il soggiorno in Italia, Jackson aveva programmato di visitare le città di Firenze e Pisa ma è stato costretto ad annullare il tutto perché la sicurezza non era in numero sufficiente per poter gestire il numero di fans, giornalisti e fotografi che lo avrebbero seguito.
  • Il 4 luglio 1992, al concerto di Roma, un uomo è salito sul palco durante "Workin' Day And Night" cercando di abbracciare Michael ed è stato immediatamente portato via dalla sicurezza. Un episodio simile è accaduto il 28 agosto 1992 al concerto di Francoforte, quando un uomo è salito sul palco durante "Smooth Criminal" e ha cercato di gettare a terra Michael.
  • Durante i 5 concerti svolti al Wembley Stadium di Londra, Jackson si è esibito davanti ad un totale di 360.000 persone, lo stesso numero di spettatori presenti ai suoi 8 concerti al Tokyo Dome di Tokyo, mentre nei 5 concerti svolti allo Stadio Azteca di Città del Messico, Jackson si è esibito davanti ad un totale di oltre 500.000 persone.
  • Il 21 settembre e il 31 dicembre 1992, durante i concerti a Oviedo e a Tokyo, Slash ha fatto una speciale apparizione per la canzone "Black or White".
  • Il 29 agosto 1993, giorno del suo 35° compleanno, Jackson si è esibito al National Stadium di Singapore. In un momento di pausa il pubblico gli ha cantato "Happy Birthday".
  • Jackson ha registrato dei messaggi per i fans in seguito all'annullamento dei concerti di Bangkok e di Singapore per motivi di salute, scusandosi per l'accaduto e ringraziandoli per il loro supporto e la loro comprensione.
  • Nel settembre 1993, mentre si trovava nella sua stanza d'albergo a Mosca, Jackson scrisse "Stranger in Moscow".
  • Numerose celebrità hanno assistito ai concerti del Dangerous World Tour, tra le quali Elizabeth Taylor, Sylvester Stallone, la famiglia Chaplin, Diana Ross, Madonna, Slash, Luciano Pavarotti, Lisa Marie Presley, Gianni Versace, Giorgio Armani, il Principe Carlo d'Inghilterra, la Principessa Stéphanie di Monaco, la famiglia reale thailandese, oltre a diversi membri della famiglia di Michael come i genitori Joseph e Katherine, la sorella Janet e i fratelli Marlon e Jackie.
  • Michael Jackson ha avuto diversi problemi di salute durante il tour: stress, insonnia, disidratazione, emicrania, febbre ed influenza, problemi alle corde vocali e alla schiena, mal di denti, svenimenti.. Ha eseguito diversi concerti pur non essendo in buone condizioni di salute ed in certi casi è stato costretto a cancellarne direttamente alcuni. Inoltre, le accuse di pedofilia fatte contro di lui dalla famiglia di Jordan Chandler nell'agosto 1993 hanno avuto un forte impatto sulla sua salute fisica e psicologica.

Band, ballerini e produzione[modifica | modifica wikitesto]

Artista principale[modifica | modifica wikitesto]

Michael Jackson: Cantante, Ballerino, Direttore musicale

Band[modifica | modifica wikitesto]

  • Direttore musicale: Greg Phillinganes
  • Batteria: Ricky Lawson
  • Basso: Don Boyette
  • Chitarra Solista: Jennifer Batten
  • Chitarra Ritmica: David Williams
  • Tastiera: Greg Phillinganes, Brad Buxer & Isaiah Sanders
  • Cori: Siedah Garrett, Kevin Dorsey, Darryl Phinnessee, Dorian Holley

Ballerini[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • Ideazione e creazione spettacolo: Michael Jackson & Kenny Ortega
  • Coreografie: Michael Jackson, LaVelle Smith & Travis Payne
  • Progetto set: Tom McPhillips
  • Lightning Designer: Peter Morse[11]
  • Costumi: Dennis Tompkins & Michael Lee Bush
  • Hair & Makeup: Karen Faye
  • Tour program: John Coulter
  • Regista: Peggy Holmes
  • Fotografo ufficiale: Sam Emerson
  • Assistenza ai trucchi di magia: David Copperfield
  • Rocket Man: Kinnie Gibson

Production Team[modifica | modifica wikitesto]

  • Production: MJJ Productions
  • Vicepresidente delle comunicazioni MJJ productions: Bob Jones
  • Tour manager: Paul Gongaware
  • Production manager: Chris Tervit
  • Production executive: Benny Collins
  • Production coordinator: Caprise Arreola
  • Stage manager: Harold Jones
  • Costruzione set: Michael Tait

[modifica | modifica wikitesto]

  • Come per i suoi precedenti 2 tour, Victory e Bad, anche questo tour di Jackson fu sponsorizzato dalla Pepsi-Cola.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Learn To Dance Like Michael Jackson! | Michael Jackson Dangerous Tour Munich, June 27, 1992 | Anthony King – Hen Dance Class London, Dance Classes, DVDs and Michael Jackson!
  2. ^ Robbie joins long list of Park stars - Yorkshire Evening Post
  3. ^ Michael Jackson, Live, On HBO in October - NYTimes.com
  4. ^ Michael Jackson Domenica Il Concerto - La Repubblica.It
  5. ^ ASPETTANDO IL CONCERTO: TUTTO JACKSON SU CANALE 5 - la Repubblica.it
  6. ^ Michael Jackson - Dangerous Tour Rehearsals (HD) - YouTube
  7. ^ Michael Jackson - Remember The Time Live in Soul Train Awards 1993 - YouTube
  8. ^ kingofpopcollection, Michael Jackson - Dangerous World Tour - Buenos Aires 1993 DWT (PRO), 12 novembre 2013. URL consultato il 28 aprile 2016.
  9. ^ Mr.Vanus_MJ_Fanus Moonwalker, Michael Jackson - Dangerous Tour Live In Bremen - August 8, 1992 (HQ by HappyLee), 13 febbraio 2016. URL consultato il 28 aprile 2016.
  10. ^ MJKing Of PopVideos, Michael Jackson Dangerous World Tour Live In Oslo July 15th 1992 (MJBeats) Remastered HQ 480P, 20 marzo 2016. URL consultato il 28 aprile 2016.
  11. ^ Peter Morse