Sonic the Hedgehog 2 (8-bit)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sonic the Hedgehog 2
videogioco
Sonic the Hedgehog 2 (8-bit).png
Sonic nel secondo livello del gioco, Sky High Zone (versione Game Gear)
PiattaformaSega Master System, Game Gear
Data di pubblicazioneSega Master System:
Zona PAL 16 ottobre 1992

Game Gear:
Giappone 21 novembre 1992
Flags of Canada and the United States.svg 17 novembre 1992
Zona PAL 29 ottobre 1992
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 30 novembre 1992
Virtual Console (Wii):
Giappone 18 novembre 2008
Flags of Canada and the United States.svg 8 dicembre 2008
Zona PAL 26 dicembre 2008
Virtual Console (3DS):
Giappone 31 ottobre 2012
Flags of Canada and the United States.svg 27 giugno 2013
Zona PAL 27 giugno 2013
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 27 giugno 2013

GenerePiattaforme, azione
TemaAzione, Avventura
OrigineGiappone
SviluppoAspect Co.
PubblicazioneSEGA
MusicheNaofumi Hataya, Masafumi Ogata
SerieSonic
Modalità di giocoGiocatore singolo
SupportoCartuccia, download
Distribuzione digitaleVirtual Console
Fascia di etàCERO: A[1] · ESRB: E[2] · OFLC (AU): G · PEGI: 3 · USK: 6[3]
Preceduto daSonic the Hedgehog
Seguito daSonic the Hedgehog Chaos

Sonic the Hedgehog 2 (ソニック・ザ・ヘッジホッグ2 Sonikku za Hejjihoggu Tsū?) è un videogioco a piattaforme prodotto da SEGA nel 1992[4]. Si tratta di una versione per Sega Master System e Game Gear del gioco omonimo per Mega Drive[5]. In Giappone è uscita solamente la versione per Game Gear, così come anche in Australia, Nuova Zelanda, Canada e Stati Uniti. In Europa invece, è stata pubblicata sia la versione per Master System che quella per Game Gear[4].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che Sonic ha mandato all'aria i piani del Dr. Robotnik nel precedente capitolo, la vita di tutti i giorni è tornata ad essere pacifica e tranquilla come sempre[6]. La troppa calma però comincia ad annoiare il porcospino blu, il quale parte in cerca di nuove avventure; ritornato sulla sua isola natale non trova alcuna traccia dei suoi amici e fa ritorno a casa per pensare sul da farsi, ma qui trova un biglietto destinato a lui[6]. Tale messaggio era stato scritto da Miles soprannominato da tutti "Tails", suo carissimo amico, che lo informa che tutti gli animali dell'isola sono stati catturati da Robotnik tornato per vendicarsi e che lo ha rapito facendogli scrivere questa lettera[6]. Per la sua libertà lo scienziato pazzo vuole però in cambio i sei Smeraldi del Caos e così Sonic non perde ulteriore tempo e si reca immediatamente alla ricerca delle famigerate gemme per salvare tutti quanti dalle grinfie del malvagio antagonista[6].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Questa versione presenta delle varianti, sia nel gioco che nella storia, rispetto alla versione per il Mega Drive[4]. Differenti sono sia la modalità di gioco (non è possibile giocare in due), che la storia: Il personaggio Tails (Miles negli USA) è stato rapito dal Dr. Robotnik, e naturalmente tocca al riccio blu il compito di salvarlo[4].

Ci sono tre finali possibili:

  • Tails non viene salvato, sono stati raccolti meno di 5 Smeraldi del Caos e non è stato sconfitto Robotnik, compare nel cielo stellato il volto di Tails. Poi si va in game over. Si può dedurre che Tails sia morto ucciso, che sia scappato da solo per cominciare le sue avventure oppure è stato trasformato in un Badnik.
  • Tails viene salvato. Ma comunque si va in game over.
  • Tails viene salvato. Non si va in game over.

Zone[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si divide in sette zone.

  • Under Ground Zone (Sottoterra nell'edizione italiana): è la prima ad apparire nel gioco ed è ambientata su un lungo percorso roccioso dove le fosse di magma ed i carrelli ferroviari ne fanno da padroni[7].
  • Sky High Zone (Cieli nell'edizione italiana): è la seconda zona e come suggerisce il nome bisognerà alternarsi tra solcare i cieli grazie ad un parapendio ed attraversare delle zone collinari[7].
  • Aqua Lake Zone (Lago nell'edizione italiana): è la terza zona ed è posta in lago. Qui sono presenti numerose fontane con tanto di giochi d'acqua e delle rovine fatiscenti che si riveleranno un grosso ostacolo per Sonic[8].
  • Green Hills Zone (Colline Verdi nell'edizione italiana): è la quarta zona ed assomiglia molto esteticamente alla quasi omonima Green Hill Zone di Sonic the Hedgehog. Come quest'ultima è un variopinto paradiso terrestre ma invece delle palme ha degli alberi più comuni[8].
  • Gimmick Mountain Zone (Monte Degli Inganni nell'edizione italiana): è la quinta zona ed è collocata su una catena montuosa caduta in possesso dei macchinari tecnologici di Robotnik[9].
  • Scrambled Egg Zone (Uova Strapazzate nell'edizione italiana): è la sesta zona e tecnicamente l'ultima da affrontare se il giocatore non raccoglie tutti gli Smeraldi del Caos. Come per Gimmick Mountain Zone, anche questa si trova in una montagna ma è caratterizzata dalla presenza di rocce di colore blu ed un maggiore oscurità[9].
  • Crystal Egg Zone (Uovo di Cristallo nell'edizione italiana): è la settima ed ultima zona, affrontabile esclusivamente se si raccolgono tutti e sei gli Smeraldi del Caos. Presenta un'ambientazione particolare, composta da un'architettura vetrosa e traslucida[10].

Power up[modifica | modifica wikitesto]

Il power-up Shield

Attraverso i vari livelli il giocatore potrà trovare lungo il tragitto dei monitor, i quali una volta distrutti da Sonic dopo un salto o durante una capriola potranno dargli un power-up differente a seconda dell'immagine raffigurata su di essi[11].

  • Super Ring (Anello Super nell'edizione italiana): Permette di guadagnare dieci rings[11].
  • Power Sneakers (Uomo Serpente nell'edizione italiana): Permettono di correre più velocemente per un breve lasso di tempo[11].
  • Invincibility (Invincibilità nell'edizione italiana): Farà guadagnare a Sonic una temporanea invulnerabilità dai nemici ma non lo salverà dagli ostacoli di grande entità ovvero i burroni, l'annegamento, lo schiacciamento o la scadere del tempo[12].
  • 1-UP: Aggiunge un continua tra quelli già disponibili[12].

Versioni alternative e conversioni[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

La versione per Game Gear di Sonic the Hedgehog 2 è stata convertita per diverse compilation ed è stata inclusa in Sonic Adventure DX: Director's Cut (2003) per GameCube e Windows come sbloccabile assieme agli altri 11 giochi della serie usciti su Game Gear[13][14] e disponibile dal principio in Sonic Gems Collection (2005) per GameCube e PlayStation 2[15][16].

Distribuzione digitale[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione per Master System è stato resa disponibile per il servizio Virtual Console nel novembre 2008 in Giappone e nel dicembre dello stesso anno nel resto mondo[17]. Quella per Game Gear invece è uscita il 31 ottobre 2012 in Giappone e il 27 giugno 2013 nel resto del mondo sempre per Virtual Console ma per Nintendo 3DS[18].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) ソニック・ザ・ヘッジホッグ2, Nintendo. URL consultato il 3 aprile 2019.
  2. ^ (EN) Sonic the Hedgehog 2, Entertainment Software Rating Board. URL consultato il 3 aprile 2019.
  3. ^ (DE) Sonic the Hedgehog 2™, Nintendo. URL consultato il 6 aprile 2019.
  4. ^ a b c d (EN) Sonic the Hedgehog 2 (8-bit), su The Green Hill Zone. URL consultato il 20 luglio 2017.
  5. ^ (EN) Neal Ronaghan, Grinding Game Gears: An Overview of Sonic's Portable Origins, su Nintendo World Report, 21 giugno 2013. URL consultato il 22 dicembre 2019.
  6. ^ a b c d Manuale Sonic the Hedgehog 2 GG, p. 6-9.
  7. ^ a b Manuale Sonic the Hedgehog 2 GG, p. 34-35.
  8. ^ a b Manuale Sonic the Hedgehog 2 GG, p. 36-37.
  9. ^ a b Manuale Sonic the Hedgehog 2 GG, p. 38-39.
  10. ^ Manuale Sonic the Hedgehog 2 GG, p. 42-43.
  11. ^ a b c Manuale Sonic the Hedgehog 2 GG, p. 24-25.
  12. ^ a b Manuale Sonic the Hedgehog 2 GG, p. 26-27.
  13. ^ Lello Sarti, Sonic Adventure DX Director's Cut - Trucchi, su Multiplayer.it, 12 agosto 2006. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  14. ^ (EN) Sonic Adventure DX Director's Cut Cheats, su GameSpot. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  15. ^ (EN) Juan Castro, Sonic Gems Collection, su IGN, 20 agosto 2005. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  16. ^ (JA) ソニック・ザ・ヘッジホッグ2, SEGA. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  17. ^ (EN) Lucas M. Thomas, Sonic the Hedgehog 2 (Master System Version) Review, su IGN, 9 dicembre 2008. URL consultato il 13 gennaio 2020.
  18. ^ (EN) Morgan Sleeper, Sonic the Hedgehog 2 Review, su Nintendo Life, 1º luglio 2013. URL consultato il 13 gennaio 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ENDEFRESITDANL) Aspect Co., Sonic the Hedgehog 2 manuale di istruzioni europeo, versione Game Gear, SEGA, 1992.
  • (EN) Apollo Chungus, Sonic the Hedgehog 2 (8-bit), su Hardcore Gaming 101, 10 febbraio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi