Niccolò Tucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Niccolò Tucci (Lugano, 1º maggio 1908New York, 10 dicembre 1999) è stato uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di madre russa (appartenente a una ricca famiglia di banchieri) e padre italiano, nacque in Svizzera, dove compì i primi studi; nel 1917 si trasferì con la famiglia in Italia, vivendo a Firenze e provincia. Nel 1931-1932 studiò negli Stati Uniti d'America; dopo un fugace ritorno in Italia, visse in Germania e si iscrisse poi, nel 1933, all'Università di Berkeley. Tornò nuovamente in Italia per aderire al fascismo: si laureò nel 1936 a Firenze, in Scienze politiche. Nello stesso anno si sposò con Laura Rusconi, che gli darà due figli (Vieri e Maria). Dal 1937 visse a New York, acquisendo la cittadinanza statunitense nel 1953: collaborò con numerose riviste, tra cui il New Yorker, Harper's, New Republic e Village Voice. Fu autore di romanzi e racconti in inglese e in italiano, pubblicando per Garzanti e Mondadori in Italia e per Knopf, New Directions e Simon & Schuster; scrisse anche alcune opere teatrali, solo in inglese. Nel 1969 vinse il Premio Bagutta per Gli atlantici.

Tucci viene anche ricordato da Tiziano Terzani alla pagina 105 del suo Un Altro Giro di Giostra.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • Il segreto, Milano, Garzanti, 1956
  • Before my time, New York, Simon & Schuster, 1962
  • Unfinished funeral, New York, Simon & Schuster, 1964
  • Gli atlantici: dei e semidei, Milano, Garzanti, 1968
  • Confessioni involontarie, Milano, Mondadori, 1975
  • The Sun and the Moon, New York, Knopf, 1977
  • The rain came last and other stories, New York, New Directions, 1990

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Nixon: Man for one season
  • Murder in the Oval room
  • Bullshit in the China Cabinet
  • La Plume de ma te detente
  • Nixon in the Egosphere
  • Oedipus President
  • Posterity for Sale

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN61578001 · ISNI: (EN0000 0000 6305 8331 · BNF: (FRcb12115705p (data)