Eva Cantarella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eva Cantarella

Eva Cantarella (Roma, 1936) è una storica dell'antichità e del diritto antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del grecista e bizantinista siciliano Raffaele Cantarella, compie i suoi studi presso il Liceo Classico Cesare Beccaria di Milano. Nel 1960 si laurea all'Università di Milano e completa la sua formazione presso Università straniere (Berkeley, Heidelberg). Allieva del giurista Giovanni Pugliese, ha svolto attività accademica presso le Università di Camerino, Parma e Pavia oltreché all'Università del Texas a Austin e a quella di New York, della quale è stata visiting professor.

Ha pubblicato saggi sul diritto e su aspetti sociali del mondo greco e romano. Dal 1990 al 2010 è stata professore ordinario di istituzioni di diritto romano e di diritto greco antico all'Università statale di Milano.

È stata collocata a riposo per raggiunti limiti di età, a partire dal 1º novembre 2010.

Il 2 luglio 2002 è stata nominata "Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana", "motu proprio" del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Nel 2003 ha vinto il Premio Bagutta con il suo libro Itaca. Eroi, donne, potere tra vendetta e diritto.

Un contributo autobiografico della studiosa è stato oggetto della trasmissione televisiva Allo specchio. L'Italia è un Paese fondato sulle nonne, condotta da Paola Severini (La strada per l'emancipazione, con Eva Cantarella e Maria Pia Rossignaud, trasmessa su Rai Storia e Rai 3).

Riconoscimenti e onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 2 luglio 2002

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Studi sull'omicidio in diritto greco e romano, A. Giuffrè, Milano, 1976
  • Norma e sanzione in Omero. Contributo alla protostoria del diritto greco, A. Giuffrè, Milano, 1979
  • L'ambiguo malanno. Condizione e immagine della donna nell'antichità greca e romana, Editori Riuniti, Roma, 1981; Feltrinelli, 2013, ISBN 978-88-07-72158-8
  • Tacita Muta: la donna nella città antica, Editori Riuniti, Roma, 1985
  • Secondo natura. La bisessualità nel mondo antico, Editori Riuniti, Roma, 1988; BUR, Milano, 1995-2008
  • I supplizi capitali in Grecia e a Roma, Feltrinelli, Milano, 1991
  • Diritto greco, CUEM, Milano, 1994
  • Passato prossimo. Donne romane da Tacita a Sulpicia, Feltrinelli, Milano, 1996
  • Pompei. I volti dell'amore, Mondadori, Milano, 1998
  • Storia del diritto romano, CUEM, Milano, 1999
  • con Luciana Jacobelli, Un giorno a Pompei, Electa Napoli, Napoli, 1999
  • Itaca. Eroi, donne, potere tra vendetta e diritto, Feltrinelli, 2004 (Premio Bagutta 2003 ex aequo - sezione narrativa, saggistica e poesia e Premio Forte Village 2003)
  • Istituzioni di diritto romano, Mondadori, Milano, 2007
  • L'amore è un dio, Feltrinelli, Milano, 2007 (Premio Città di Padova - sezione saggistica 2007)
  • Ritorno della vendetta. Pena di morte: giustizia o assassinio?, BUR, Milano, 2007.
  • Dammi mille baci. Veri uomini e vere donne nell'antica Roma, Feltrinelli, Milano, 2009
  • Diritto romano. Istituzioni e storia, Mondadori, 2010, ISBN 978-88-88242-98-9
  • «Sopporta, cuore...» La scelta di Ulisse, Laterza, 2010, ISBN 978-88-420-9244-5
  • con Paolo Ricca, I comandamenti. Non commettere adulterio, Bologna, Il Mulino, 2010, ISBN 978-88-15-13970-2
  • con Beatrice Galli e Maria Letizia Quinzio, Meravigliosamente. Mito, epica, altri linguaggi, Mondadori Education, Einaudi Scuola, 2011
  • Perfino Catone scriveva ricette, Feltrinelli, Milano, 2014
  • Non sei più mio padre. Il conflitto tra genitori e figli nel mondo antico, Feltrinelli, 2015
  • con Luciana Jacobelli, Pompei è viva, Feltrinelli, 2013
  • con Ettore Miraglia, L'importante è vincere - Da Olimpia a Rio de Janeiro, Feltrinelli, 2016

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN76329432 · LCCN: (ENn79143043 · SBN: IT\ICCU\CFIV\102722 · ISNI: (EN0000 0001 1878 1480 · GND: (DE144048272 · BNF: (FRcb12022332s (data)