Luka Milivojević

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luka Milivojević
Luka Milivojević – Ser-Swi (2018).jpg
Nazionalità Serbia Serbia
Altezza 186 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Crystal Palace
Carriera
Giovanili
-2007Radnički Kragujevac
Squadre di club1
2007-2008Radnički Kragujevac5 (1)
2008-2012Rad Belgrado49 (3)
2012-2013Stella Rossa36 (7)
2013-2014Anderlecht19 (0)
2014-2017Olympiakos63 (11)
2017-Crystal Palace150 (28)
Nazionale
2010-2011Serbia Serbia U-195 (0)
2011-2012Serbia Serbia U-2111 (1)
2012-Serbia Serbia38 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 maggio 2021

Luka Milivojević (Kragujevac, 7 aprile 1991) è un calciatore serbo, centrocampista del Crystal Palace, di cui è il capitano e della nazionale serba.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un centrocampista bravo a recuperare palloni,[1] dotato di grande personalità[1] e molto freddo nel tirare i calci rigore.[1][2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera professionistica da giovanissimo nella stagione 2007-2008 nelle file del Radnički Kragujevac, squadra della sua città, in cui è cresciuto.

Dopo una sola stagione lascia la squadra passando al Rad Belgrado in cui vi rimane per 4 anni, prima di passare alla Stella Rossa di Belgrado per 708.000 euro.[3] Il 17 novembre 2012 segna un goal dalla distanza nel derby cittadino contro il Partizan.[4]

Anderlecht[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 luglio 2013 si trasferisce in Belgio all'Anderlecht per 2,7 milioni di euro.[5] Con i belgi debutta in Champions League il 17 settembre 2013 in occasione della sconfitta per 2-0 a Lisbona contro il Benfica.[6] In Belgio dopo essere stato titolare all'inizio, perde il posto a dicembre in favore del più giovane compagno di squadra Youri Tielemans oltre che per dissapori con l'allenatore.[1] A fine anno si laurea campione e vince anche la Supercoppa belga.

Nella stagione successiva parte titolare nelle prime 3 partite salvo poi finire in panchina nelle successive 3.

Olympiakos[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º settembre 2014, visto il poco spazio in Belgio, viene ceduto in prestito oneroso da 600.000 euro con diritto di riscatto all'Olympiakos.[7] In Grecia è titolare sin da subito, salvo poi doversi fermare per un infortunio al ginocchio. A fine stagione viene esercitato il diritto di riscatto dai greci che lo acquistano per 2,3 milioni di euro.

Il 5 aprile 2015 segna la sua prima rete coi greci in occasione della sfida persa per 3-1 fuori casa contro il PAS Giannina,[8] per poi ripetersi 10 giorni dopo nella sfida successiva vinta per 3-1 in trasferta contro il Panthrakikos.[9] Vince nuovamente il campionato e la coppa nazionale anche con gli Erithrolefki.

Le sue ottime prestazioni gli hanno valso il riscatto (arrivato tra molte peripezie dovute al fatto che l'Anderlecht lo volesse cedere alle sue condizioni)[10] il 4 giugno 2015 in vista della stagione 2015-2016 per 2,3 milioni di euro.[10][11] A fine stagione vince nuovamente il campionato nazionale. Nella terza stagione diventa capitano della squadra, che è stata anche la sua stagione più prolifica in quanto ha segnato 6 goal in 17 partite di campionato prima di lasciare la squadra greca nel mercato invernale di gennaio.

Crystal Palace[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2017 viene acquistato a titolo definitivo per 15,1 milioni di euro dalla squadra inglese del Crystal Palace con cui firma un contratto di 3 anni e mezzo con scadenza il 30 giugno 2020.[12] Il suo arrivo è stato ritardato per via del mancato arrivo del visto per poter giocare in Inghilterra.[13]

Anche in Premier League si impone sin da subito come titolare disputando 14 partite e segnando 2 goal: il primo è stato nella sorprendente vittoria per 3-0 contro l'Arsenal,[14] contro cui il Crystal Palace non vinceva in assoluto dal 1994 (in quel caso in trasferta, l'ultima vittoria interna dei Glaziers sui Gunners era datata 1979).[15]

Nella stagione successiva con l'avvicendamento in panchina tra Sam Allardyce e Frank De Boer viene relegato in panchina.[16] Con l'esonero dell'allenatore olandese dopo la quarta giornata (dopo aver perso tutte le prime 4 giornate) ed il conseguente arrivo di Roy Hodgson sulla panchina dei Glaziers,[16] torna ad essere titolare, diventando anche capitano del club da gennaio[17] e contribuendo alla salvezza del club a fine stagione con all'attivo 10 goal segnati in 36 presenze, la maggior parte su calcio di rigore (7)[18] ed uno su calcio di punizione il 7 aprile 2018 nel pareggio in trasferta per 2-2 contro il Bournemouth.[18]

Le sue ottime prestazioni gli hanno valso gli elogi da parte del suo allenatore Hodgson[19] e dell'ex calciatore inglese Paul Scholes,[1] che lo ha definito uno dei giocatori più intelligenti in Premier League.[1]

La stagione successiva conferma le ottime prestazioni andando nuovamente in doppia cifra nei goal segnati (12 reti in 38 gare, ancora una volta la maggior parte sono dal dischetto): di questi si segnalano due rigori segnati nel 2-2 contro l'Arsenal,[20] oltre a un rigore segnato nel clamoroso successo in trasferta per 3-2 della squadra contro il Manchester City campione in carica.[21]

Il 9 agosto 2019 rinnova il suo contratto con il Crystal Palace,[22] dopo avere suscitato interesse da parte di squadre più blasonate come Lazio e Fiorentina.[23][24][25]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Milivojević durante Serbia-Svizzera ai Mondiali 2018.

Ha ricevuto la prima chiamata in nazionale maggiore nell'ottobre 2011 in occasione delle partite di qualificazione ad Euro 2012 rispettivamente contro Italia e Slovenia.[26]

Ha debuttato il 14 novembre 2012 in occasione dell'amichevole vinta per 3-1 contro il Cile.[27][28]

Il 6 ottobre 2017, in occasione della partita di qualificazione ai Mondiali, segna la sua prima rete in Nazionale mettendo a segno il provvisorio 0-1 nella sconfitta per 3-2.[28][29][30]

Con l'arrivo in panchina di Mladen Krstajić nel novembre 2017, Milivojević trova meno spazio rispetto a prima,[31] ma a giugno viene inserito nella lista dei convocati ai Mondiali 2018,[28][32] in cui gioca le prime 2 partite della fase a gironi.[28]

Al termine del Mondiali critica il c.t. serbo Krstajić, venendo poi escluso per le future convocazioni.[33][34][35]

Nell'agosto 2019, pochi mesi dopo l'esonero di Krstajić, torna tra i convocati della nazionale serba.[28][36]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel capodanno 2021, ha partecipato a una festa violando le restrizioni imposte dal governo;[37] successivamente si è scusato per l'accaduto facendo pure una donazione all'NHS.[38][39]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 25 maggio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Serbia Radnički Kragujevac 3L 5 1 CS 0 0 - - - - - - 5 1
2008-2009 Serbia Rad Belgrado SL 1 0 CS 0 0 - - - - - - 1 0
2009-2010 SL 9 0 CS 0 0 - - - - - - 9 0
2010-2011 SL 26 0 CS 1 0 - - - - - - 27 0
2011-gen. 2012 SL 13 3 CS 1 0 UEL 4[40] 0 - - - 18 3
Totale Rad Belgrado 49 3 2 0 4 0 - - 55 3
gen.-giu. 2012 Serbia Stella Rossa SL 11 1 CS 3 0 - - - - - - 14 1
2012-2013 SL 25 6 CS 2 0 UEL 5[40] 0 - - - 32 6
lug.-ago. 2013 SL 0 0 CS 0 0 UEL 1[40] 0 - - - 1 0
Totale Stella Rossa 36 7 5 0 6 0 - - 47 7
2013-2014 Belgio Anderlecht PL 16 0 CB 1 0 UCL 4 0 - - - 21 0
lug.-ago. 2014 PL 3 0 CB 0 0 UCL - - SB 1 0 4 0
Totale Anderlecht 19 0 1 0 4 0 1 0 25 0
2014-2015 Grecia Olympiakos SL 23 2 CG 7 4 UCL+UEL 5+2 0 - - - 37 6
2015-2016 SL 23 3 CG 3 0 UCL+UEL 4+2 0 - - - 32 3
2016-gen. 2017 SL 17 6 CG 1 0 UCL+UEL 2[40]+6[41] 0 - - - 26 6
Totale Olympiakos 63 11 11 4 21 0 - - 95 15
gen.-giu. 2017 Inghilterra Crystal Palace PL 14 2 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 14 2
2017-2018 PL 36 10 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 37 10
2018-2019 PL 38 12 FACup+CdL 3+1 0 - - - - - - 42 12
2019-2020 PL 31 3 FACup+CdL 1+0 0 - - - - - - 32 3
2020-2021 PL 31 1 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 32 1
Totale Crystal Palace 150 28 7 0 - - - - 157 27
Totale carriera 322 50 26 4 35 0 1 0 384 54

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Serbia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-11-2012 San Gallo Cile Cile 1 – 3 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 85’ 85’
26-3-2013 Novi Sad Serbia Serbia 2 – 0 Scozia Scozia Qual. Mondiali 2014 -
7-6-2013 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 1 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 69’ 69’
10-9-2013 Cardiff Galles Galles 0 – 3 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 67’ 67’
11-10-2013 Novi Sad Serbia Serbia 2 – 0 Giappone Giappone Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
15-10-2013 Jagodina Serbia Serbia 5 – 1 Macedonia Macedonia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 76’ 76’
15-11-2013 Dubai Russia Russia 1 – 1 Serbia Serbia Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
7-6-2015 Sankt Pölten Serbia Serbia 4 – 1 Azerbaigian Azerbaigian Amichevole - Uscita al 83’ 83’
8-10-2015 Elbasan Albania Albania 0 – 2 Serbia Serbia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 3’ 3’
11-10-2015 Belgrado Serbia Serbia 1 – 2 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 -
13-11-2015 Ostrava Rep. Ceca Rep. Ceca 4 – 1 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 69’ 69’
23-3-2016 Poznań Polonia Polonia 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 73’ 73’
29-3-2016 Tallinn Estonia Estonia 0 – 1 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 82’ 82’
31-5-2016 Novi Sad Serbia Serbia 3 – 1 Israele Israele Amichevole -
5-6-2016 Monaco Russia Russia 1 – 1 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 90+3’ 90+3’
5-9-2016 Belgrado Serbia Serbia 2 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2016 Chișinău Moldavia Moldavia 0 – 3 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2016 Belgrado Serbia Serbia 3 – 2 Austria Austria Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 37’ 37’
12-11-2016 Cardiff Galles Galles 1 – 1 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2018 -
24-3-2017 Tbilisi Georgia Georgia 1 – 3 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2018 -
11-6-2017 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Galles Galles Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 34’ 34’ Uscita al 63’ 63’
5-9-2017 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 72’ 72’
6-10-2017 Vienna Austria Austria 3 – 2 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2018 1
9-10-2017 Belgrado Serbia Serbia 1 – 0 Georgia Georgia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 77’ 77’
23-3-2018 Torino Marocco Marocco 2 – 1 Serbia Serbia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
27-3-2018 Londra Nigeria Nigeria 0 – 2 Serbia Serbia Amichevole -
4-6-2018 Graz Cile Cile 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
9-6-2018 Graz Bolivia Bolivia 1 – 5 Serbia Serbia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
17-6-2018 Samara Costa Rica Costa Rica 0 – 1 Serbia Serbia Mondiali 2018 - 1º turno -
22-6-2018 Kaliningrad Serbia Serbia 1 – 2 Svizzera Svizzera Mondiali 2018 - 1º turno - Ammonizione al 39’ 39’ Uscita al 81’ 81’
7-9-2019 Belgrado Serbia Serbia 2 – 4 Portogallo Portogallo Qual. Euro 2020 - Uscita al 87’ 87’
10-9-2019 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 1 – 3 Serbia Serbia Qual. Euro 2020 -
10-10-2019 Kruševac Serbia Serbia 1 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole - Uscita al 46’ 46’
14-10-2019 Vilnius Lituania Lituania 1 – 2 Serbia Serbia Qual. Euro 2020 - Uscita al 72’ 72’
14-11-2019 Belgrado Serbia Serbia 3 – 2 Lussemburgo Lussemburgo Qual. Euro 2020 -
17-11-2019 Belgrado Serbia Serbia 2 – 2 Ucraina Ucraina Qual. Euro 2020 - Ingresso al 76’ 76’
8-10-2020 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 2 dts Serbia Serbia Qual. Euro 2020 - Ingresso al 80’ 80’ Ammonizione al 90+4’ 90+4’
11-10-2020 Belgrado Serbia Serbia 0 – 1 Ungheria Ungheria UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze 38 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Stella Rossa: 2011-2012
Anderlecht: 2013-2014
Andrlecht: 2014
Olympiakos: 2014-2015, 2015-2016
Olympiakos: 2014-2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Milivojević e il destino gramo dei mediani, su ilfoglio.it. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  2. ^ Milivojevic e il Crystal Palace: quando il calcio è solidarietà, su corrieredellosport.it. URL consultato il 21 febbraio 2019.
  3. ^ Luka Milivojević potpisao za Zvezdu, su Novimagazin.rs. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  4. ^ Ana Marija, Crvena Zvezda - Partizan 2:2 - GOL LUKA MILIVOJEVIC 49.min. - 143.Veciti Derbi - 17.11.2012. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  5. ^ (EN) Luka Milivojevic joins Anderlecht, su sportsmole.co.uk. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  6. ^ Benfica Lisbona - RSC Anderlecht, 17/set/2013 - UEFA Champions League - Cronaca della partita, su www.transfermarkt.it. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  7. ^ (EL) Στα «ερυθρόλευκα» ο Μιλιβόγεβιτς, su Olympiacos.org | Official Website of Olympiacos Piraeus. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  8. ^ PAS Giannina - Olympiacos Pireo, 05/apr/2015 - Super League - Cronaca della partita, su www.transfermarkt.it. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  9. ^ Panthrakikos Komotini - Olympiacos Pireo, 15/apr/2015 - Super League - Cronaca della partita, su www.transfermarkt.it. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  10. ^ a b (EL) Milivojevic wants to commit his future to Olympiakos, su www.sdna.gr. URL consultato il 10 dicembre 2018.
  11. ^ (EL) Olympiakos poised to activate Milivojevic buy-out clause, su www.sdna.gr. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  12. ^ (EN) Milivojevic Joins The Eagles, su cpfc.co.uk. URL consultato il 2 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2018).
  13. ^ Vorrei ma non posso. Il Crystal Palace aspetta ancora il visto di Milivojevic - TUTTOmercatoWEB.com, su www.tuttomercatoweb.com. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  14. ^ Premier League, Crystal Palace-Arsenal 3-0: Townsend, Cabaye e Milivojevic travolgono Wenger, su tuttosport.com. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  15. ^ LIVE Crystal Palace - Arsenal - Premier League - 10 aprile 2017, su eurosport.it, 10 aprile 2017. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  16. ^ a b (EN) Henry Winter, Crystal Palace midfielder Luka Milivojevic: ‘You become stronger after surviving wars’, in The Times, 10 febbraio 2018. URL consultato il 10 agosto 2019.
  17. ^ (EN) Luka Milivojevic is Crystal Palace's cult hero and revels in his song, su dailymail.co.uk, 20 agosto 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  18. ^ a b MMFHD 2, Luka Milivojevic - All 10 goals EPL for Crystal Palace 2017/18 - Master of Penalties. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  19. ^ (EN) Robert Warlow, Palace boss full of praise for midfield ace, su croydonadvertiser.co.uk, 13 aprile 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  20. ^ (EN) Sam Dean e Daniel Zeqiri, Luka Milivojevic's pair of penalties help Crystal Palace end Arsenal's 12-match winning run in score draw, in The Telegraph, 28 ottobre 2018. URL consultato il 6 aprile 2019.
  21. ^ (EN) Gregg Bakowski, Manchester City 2-3 Crystal Palace, Chelsea 0-1 Leicester and more – as it happened, in The Guardian, 22 dicembre 2018. URL consultato il 6 aprile 2019.
  22. ^ (EN) Luka Milivojevic signs Palace contract extension, su cpfc.co.uk. URL consultato il 10 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2019).
  23. ^ Milivojevic se parte Milinkovic: la Lazio guarda in Premier, su corrieredellosport.it. URL consultato il 10 agosto 2019.
  24. ^ UFFICIALE: Fiorentina e Lazio, sfuma Milivojevic. Rinnova col C. Palace, su le-ultime-notizie.eu. URL consultato il 10 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2019).
  25. ^ Demme, Rongier, in pole. Alternativa: Badelj. Spunta Milivojevic del Palace, su fiorentina.it, 2 agosto 2019. URL consultato il 10 agosto 2019.
  26. ^ Milivojević: Hvala Jankoviću, biću još bolji [collegamento interrotto], su Sportske.net. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  27. ^ (SR) "Orlovi" opet poleteli..., in Mondo Portal. URL consultato il 2 dicembre 2018.
  28. ^ a b c d e (EN) Milivojevic returns to Serbia squad for Euro 2020 qualifiers, su cpfc.co.uk. URL consultato il 7 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2019).
  29. ^ Austria - Serbia, 06/ott/2017 - Qualificazioni Mondiali (Europa) - Cronaca della partita. URL consultato il 2 dicembre 2018.
  30. ^ Qualificazioni Europee - Austria-Serbia, su it.uefa.com. URL consultato il 2 dicembre 2018.
  31. ^ (EN) Mladen Krstajic injects youth into Serbia’s 2018 FIFA World Cup squad, in Hindustan Times, 24 maggio 2018. URL consultato il 2 dicembre 2018.
  32. ^ Serbia, quattro 'italiani' convocati per i Mondiali di Russia. URL consultato il 2 dicembre 2018.
  33. ^ (EN) Luka Milivojevic: Crystal Palace captain dropped from Serbia squad after criticising coach, in BBC Sport, 22 agosto 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  34. ^ Fali Wars. E il cliché del ct sabotato, su tuttomercatoweb.com. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  35. ^ (EN) Luka Milivojevic axed from Serbia squad following Mladen Krstajic criticism, su sportsmole.co.uk. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  36. ^ (EN) Milivojevic reflects on 'inconvenient' summer and new Palace contract, su standard.co.uk, 5 settembre 2019. URL consultato il 7 settembre 2019.
  37. ^ (EN) Stephen Davies, Roy Hodgson SLAMS Luka Milivojevic for breaking Covid-19 rules, su dailymail.co.uk, 3 gennaio 2021. URL consultato il 9 luglio 2021.
  38. ^ (EN) Statement from Luka Milivojevic, su cpfc.co.uk. URL consultato il 9 luglio 2021.
  39. ^ (EN) Hodgson comments on Milivojevic apology and reiterates expectations of players during pandemic, su cpfc.co.uk. URL consultato il 9 luglio 2021.
  40. ^ a b c d Nei turni preliminari.
  41. ^ 2 Presenze nei turni preliminari

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]