Progetto FUBELT

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Progetto FUBELT è il nome in codice per le operazioni segrete della CIA volte a minare il governo di Salvador Allende e a organizzare un colpo militare in Cile.

Gli appunti della CIA e i rapporti sul Progetto FUBELT includono incontri tra il segretario di stato USA Henry Kissinger e ufficiali della CIA, telegrammi alla stazione della CIA di Santiago e resoconti delle azioni segrete del 1970 - con i dettagli circa le decisioni e le operazioni contro il governo di Allende relativamente all'anno 1970.

Note sugli incontri con il Presidente Nixon[modifica | modifica sorgente]

Appunti del presidente Nixon del 15/9/1970

Una possibilità su dieci forse, ma salvate il Cile
Vale la pena spendere
Senza contare i rischi
Non tirare in ballo le ambasciate
10,000,000 $ disponibili, di più se necessario
Lavoro a tempo pieno - i migliori uomini che noi abbiamo
Piano operativo
Far urlar l'economi
Quarantotto ore per pianificare l'azione.

I documenti originali del 15 settembre 1970 possono essere visionati negli archivi della National Security Agency[1].

Queste note scritte a mano, prese dal direttore della CIA Richard Helms, registrano gli ordini del Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon, volti a promuovere un colpo di Stato in Cile.

Consiglio Nazionale di Sicurezza, Carta delle Opzioni sul Cile[modifica | modifica sorgente]

Un’esauriente, segreta e delicata carta delle possibilità, preparata il 3 novembre 1970 per Henry Kissinger e il Consiglio di Sicurezza Nazionale sul giorno dell’insediamento di Allende, dispone gli obbiettivi, gli interessi e la potenziale linea degli Stati Uniti nei confronti del Cile[2]. Gli interessi degli Stati Uniti vennero definiti come prevenire che il Cile cadesse sotto il controllo Comunista e prevenire il resto dell’America Latina dal seguire il “modello Cileno”.

L'opzione C - mantenendo una “posizione esteriormente fredda” lavorando allo stesso tempo dietro le quinte per insidiare il governo di Allende con le pressioni economiche e l'isolamento diplomatico - è stata scelta da Nixon. I funzionamenti e le opzioni della CIA non sono inclusi in questo documento.

Istruzioni di Richard Helms per l'NSC[modifica | modifica sorgente]

La carta del 6 novembre 1970 fornisce i punti di comunicazione del direttore della CIA Richard Helms per istruire il NSC sulla situazione nel Cile[3]. L'istruzione contiene i particolari sul tentativo sbiadito di colpo il 22 ottobre, ma non riconosce un ruolo della CIA nell'assassinio del Generale Rene Schneider.

Genesi del progetto FUBELT[modifica | modifica sorgente]

Alcuni verbali, datati 16 settembre 1970, registrano il primo incontro tra il direttore della CIA Helms e altri ufficiali relativo a operazioni segrete - nome in codice "Fubelt"- contro Allende[4]. Una speciale unità operativa sotto la supervisione del vice direttore dei piani CIA, Thomas Karamessines, fu organizzata e guidata dall'agente veterano David Atlee Phillips. Negli appunti si nota che la CIA stava preparando un piano d'azione per il National Security Advisor Henry Kissinger entro 48 ore.

Report della CIA sulle Attività in Cile[modifica | modifica sorgente]

La CIA ha preparato un sommario, datato 18 novembre 1970, dei relativi sforzi per impedire la ratifica di Allende come presidente e fomentare un colpo in Cile - operazioni coperte Track 1 e Track 2[5]. Il sommario dettaglia la composizione del gruppo di esperti, diretta da David Atlee Phillips, la squadra di operatori segreti “inseriti individualmente in Cile” ed i loro contatti con il Col. Paul Winert, l’ U.S. Army Attache dettagliato alla CIA per questa operazione. Rivede i funzionamenti di propaganda destinati a spingere il presidente cileno Eduardo Frei Montalva ad appoggiare “un colpo militare che impedirebbe a Allende di insediarsi il 3 novembre”

Memorandum per Henry Kissinger sul Cile, 4 dicembre 1970[modifica | modifica sorgente]

In risposta alla direttiva del 27 novembre di Kissinger, un gruppo di lavoro inter-agenzia ad-hoc sul Cile ha preparato questo insieme di documenti strategici che coprivano una gamma di sanzioni e di pressioni possibili contro il nuovo governo di Allende[6]. Questi includevano un possibile sforzo diplomatico per forzare il Cile a ritirarsi -o essere espulso- dall'Organizzazione degli Stati americani oltre alle consultazioni con altri paesi dell'America Latina “per promuovere una compartecipazione alla nostra preoccupazione sul Cile”. I documenti indicano che l’amministrazione Nixon si è impegnata in un blocco economico occulto contro Allende, intervenendo alla Banca Mondiale, IDB ed Export-Import bank per accorciare o tagliare gli accreditamenti ed i prestiti al Cile prima che Allende fosse stato in carica da un mese.

« Un gruppo della CIA è stato installato in Langley, Virginia, con l’ espresso scopo di funzionare come “politica a due vie” per il Cile: una, quella diplomatica apparente, e l'altro - sconosciuto al Dipartimento di Stato e all'ambasciatore degli Stati Uniti in Cile, Edward Korry - una strategia di destabilizzazione, rapimento e assassinio, designata per provocare un colpo di stato militare »
(Estratto pubblicato da The Trial Of Henry Kissinger, di Christopher Hitchens, nel giornale Guardian[7])

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) CIA, Notes on Meeting with the President on Chile, September 15, 1970
  2. ^ (EN) National Security Council, Options Paper on Chile (NSSM 97), November 3, 1970
  3. ^ (EN) CIA, Briefing by Richard Helms for the National Security Council, Chile, November 6, 1970
  4. ^ (EN) CIA, Genesis of Project FUBELT, September 16, 1970
  5. ^ (EN) CIA, Report of CIA Chilean Task Force Activities, 15 September to 3 November 1970, November 18, 1970. Il testo integrale del documento può essere trovato nei Freedom of information Act Documents
  6. ^ (EN) Department of State, Memorandum for Henry Kissinger on Chile, December 4, 1970
  7. ^ (EN) Why has he got away with it?(“Perché se l’è cavata?”)