Organizzazione 17 novembre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Organizzazione Rivoluzionaria 17 novembre, a volte definita solo come 17 novembre, è stata un'organizzazione terroristica attiva in Grecia nel XX secolo.

Nacque nel 1975 ispirandosi alla rivolta studentesca del 17 novembre 1973 contro il regime dei colonnelli e fu una forza della sinistra radicale che si oppose alla Grecia, agli Stati Uniti, alla Turchia, e alla Nato.

Struttura interna e idee[modifica | modifica wikitesto]

Rifacendosi alla lotta di classe teorizzata dal Comunismo, e contraria al Capitalismo e alla Destra della Grecia, si staccò dal movimento studentesco greco, considerato troppo moderato, e si rese responsabile di attentati dinamitardi contro le forze armate greche, considerate alleate del Capitalismo mondiale, per poi passare ad aggressioni contro militari americani di stanza in Grecia, e azioni guerrigliere come il lancio di razzi contro le basi Nato in Grecia e Turchia, ad alcune azioni dinamitarde contro le banche presenti in Grecia, ma contestando anche la presenza turca a Cipro, reputata una presenza militare imperialista, umiliante per il popolo cipriota. Con la nascita della Comunità Europea, iniziarono azioni di guerriglia contro le strutture dell'Unione Europea in Grecia, arrivando ad usare lanciarazzi contro gli incontri dell'Unione europea svoltasi ad Atene