Processo ai dottori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karl Brandt di fronte alla corte

Il Processo ai dottori (ufficialmente United States of America v. Karl Brandt, et al.) fu il primo dei 12 "Processi secondari di Norimberga" che le autorità militari americane indissero a Norimberga, Germania, dopo la seconda guerra mondiale contro i sopravvissuti appartenenti a organizzazioni militari, politiche ed economiche della Germania nazional-socialista.

I dodici processi vennero celebrati esclusivamente da corti militari statunitensi e non davanti all'International Military Tribunal (IMT), che aveva promosso il principale processo di Norimberga contro i vertici della Germania nazionalsocialista, anche se ebbero luogo presso lo stesso palazzo di Giustizia di Norimberga.

La corte militare del Control Council Law n.10, processò 23 persone, tra dottori e amministratori, accusati di avere preso parte a crimini di guerra e crimini contro l'umanità partecipando a esperimenti nazisti su esseri umani in nome della scienza[1][2]

Le accuse rilevarono che nella Germania nazionalsocialista i medici tedeschi pianificarono e attuarono il programma eutanasia Aktion T4, ossia l'uccisione sistematica di persone ritenute "indegne alla vita" (ritardati mentali, internati e disabili) e che durante la seconda guerra mondiale gli stessi medici condussero esperimenti pseudo-scientifici nei campi di concentramento sui prigionieri senza il loro consenso[3]. Ebrei, polacchi, russi e zingari furono i "prescelti"; la maggior parte morì o rimase permanentemente menomata.

Il processo incominciò il 9 dicembre 1946; le imputazioni furono elencate il 25 ottobre 1946 e si chiuse il 20 agosto 1947. Furono ascoltati 85 testimoni e esaminati 1471 documenti[4]

« Gli Stati Uniti d'America, nella persona del sottoscritto Telford Taylor, Capo del Consiglio per i crimini di guerra, debitamente riconosciuto a rappresentare il Governo nella persecuzione dei criminali di guerra, accusa gli imputati di aver partecipato in un disegno comune o cospirazione a commettere e perpetrare crimini di guerra e crimini contro l'umanità, come definito dal Control Council Law n.10, stabilito dagli Alleati il 20 dicembre 1945. Questi crimini includono uccisioni, brutalità, crudeltà, torture, atrocità e altri comportamenti inumani, come esposto nei capi d'accusa 1, 2 e 3 di questo processo... »
(Avvocato Telford Taylor[4])

I giudici in questo processo davanti al Tribunale Militare I, erano:

Dei 23 imputati, venti erano medici (Brack, Rudolf Brandt e Sievers erano ufficiali nazisti); tutti gli imputati si dichiararono non colpevoli; 7 furono assolti, 7 ricevettero condanna di morte; i rimanenti furono condannati al carcere con diversi gradi di imputazione.[4][5]

Le imputazioni[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.
Il dottor Georg Weltz, assolto.

Capo d'accusa 1[modifica | modifica wikitesto]

Cospirazione a commettere crimini di guerra e crimini verso l'umanità come descritto nei capi d'accusa 2 e 3.

Gli imputati da settembre 1939 ad aprile 1945 presero parte ad un disegno comune e cospirarono accettando insieme e con altri a commettere crimini di guerra e contro l'umanità; tutti gli imputati insieme o con altri parteciparono come leader, organizzatori, investigatori e complici nella formulazione e nelle esecuzioni dei crimini.

Capo d'accusa 2[modifica | modifica wikitesto]

Crimini di guerra

Gli imputati, da settembre 1939 ad aprile 1945, illegalmente, volontariamente e intenzionalmente, commisero crimini di guerra come definito dall'Art.II del Control Council Law n.10, precisamente esperimenti medici senza il consenso del paziente, su prigionieri di guerra e civili nelle zone occupate, e partecipazione allo sterminio di massa nei campi di concentramento.

Esperimenti sulle altitudini.
Da marzo ad agosto 1942 gli esperimenti condotti a Dachau, a beneficio della Luftwaffe, erano fatti sulla resistenza umana ad elevate altitudini. In una camera a bassa pressione venivano ricreate le condizioni atmosferiche di altitudini molto elevate (circa 2000 m/slm) in cui venivano rinchiusi dei prigionieri.
Karl Brandt, Handloser, Schroeder, Gebhardt, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Sievers, Ruff, Romberg, Becker-Freyseng e Weltz furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti sul freddo.
Da agosto 1942 a maggio 1943 condussero al campo di Dachau, a beneficio della Luftwaffe, esperimenti sugli effetti del freddo e sull'assideramento dell'uomo. In una serie di esperimenti i soggetti furono forzati a rimanere in una vasca di acqua ghiacciata per più di tre ore. In altri furono costretti nudi a rimanere all'aperto a temperature sottozero.
Karl Brandt, Handloser, Schroeder, Gebhardt, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Sievers, Becker-Freyseng e Weltz furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti sulla malaria.
Da febbraio all'aprile 1942 esperimenti furono condotti al campo di Dachau per la ricerca sul vaccino della malaria. Prigionieri sani del campo furono infettati dalle zanzare o da iniezioni di estratti delle mucose delle zanzare. Dopo aver contratto la malaria furono trattati con vari farmaci per vederne la relativa efficacia. Oltre 1000 prigionieri furono utilizzati in questi esperimenti.
Karl Brandt, Handloser, Rostock, Gebhardt, Blome, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick e Sievers furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti sul gas.
Da settembre 1939 a aprile 1945, diversi esperimenti sul gas furono condotti nei campi di Sachsenhausen, Natzweiler e altri campi delle Forze tedesche, nello specifico sul lost, gas velenoso e conosciuto anche come "Mustard gas". Ferite volutamente inflitte furono infettate con il gas.
Karl Brandt, Handloser, Blome, Rostock, Gebhardt, Rudolf Brandt e Sievers furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti con sulfamidici.
Dal luglio 1942 a settembre 1943 esperimenti sull'efficacia dei sulfamidici furono condotti al campo di Ravensbruck a beneficio delle Forze armate. Furono deliberatamente inflitte ferite e poi infettate con batteri come Streptococcus e Clostridium tetani.
Karl Brandt, Handloser, Rostock, Schroeder, Genzken, Gebhardt, Blome, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Becker-Freyseng, Oberheuser e Fischer furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Rigenerazione di ossa, muscoli e nervi e trapianto di ossa.
Da settembre 1942 a dicembre 1943 furono condotti esperimenti al campo di Ravensbruck a beneficio delle Forze armate. Sezioni di ossa, muscoli e nervi furono rimossi dai soggetti. Le vittime soffrirono intense agonie, mutilazioni e inabilità permanente.
Karl Brandt, Handloser, Rostock, Gebhardt, Rudolf Brandt, Oberheuser, e Fischer furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti sull'acqua di mare.
Da luglio 1944 a settembre 1944 furono condotti al campo di concentramento di Dachau a beneficio della Luftwaffe e della Marina militare tedesca, diversi studi sui metodi di assimilazione dell'acqua di mare. I soggetti venivano privati di qualsiasi cibo e nutriti solo con acqua di mare chimicamente modificata.
Karl Brandt, Handloser, Rostock, Schroeder, Gebhardt, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Sievers, Becker-Freyseng, Schaefer e Beiglboeck furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti epidemici sull'itterizia.
Da giugno 1943 a gennaio 1945 ai campi di Sachsenhausen e Natzweiler furono effettuati esperimenti a beneficio delle forze armate, alla ricerca delle cause e vaccini sull'epidemia itterica. I soggetti venivano deliberatamente infettati dall'ittero provocandone la morte o gravi danni fisici. Karl Brandt, Handloser, Rostock, Schroeder, Gebhardt, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Sievers, Becker-Freyseng, Schaefer e Beiglboeck furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti di sterilizzazione.
Da marzo 1941 a gennaio 1945 esperimenti di sterilizzazione furono condotti nei campi di Auschwitz e Ravensbruck. Il fine di questi esperimenti era sviluppare un metodo che risultasse appropriato alla sterilizzazione di milioni di persone in poco tempo e con minimo sforzo. Furono utilizzati i raggi X, operazioni chirurgiche e svariate droghe, provocando la sterilizzazione e molteplici menomazioni fisiche e mentali, se non la morte.
Karl Brandt, Gebhardt, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Brack, Pokorny e Oberheuser furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti sul tifo petecchiale.
Da dicembre 1941 a febbraio 1945 furono condotti esperimenti nei campi di Buchenwald e Natzweiler a beneficio delle forze armate, sull'efficacia di vaccini contro il tifo petecchiale. A Buchenwald numerosi prigionieri furono deliberatamente infettati con il batterio per valutarne la sopravvivenza; più del 90% morirono. Ad altri detenuti furono iniettati svariati vaccini e sostanze chimiche per valutarne l'efficacia: il 75% fu vaccinato o alimentato con sostanze chimiche e dopo un periodo di 3-4 settimane, infettati dal batterio di tifo petecchiale. L'altro 25% furono infettati senza prevederne una vaccinazione per vedere i risultati. Furono condotti esperimenti sulla febbre gialla, vaiolo, tifo e paratifo A e B, colera, difterite.
Karl Brandt, Handloser, Rostock, Schroeder, Genzken, Gebhardt, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Sievers, Rose, Becker-Freyseng e Hoven furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Esperimenti sul veleno.
Da dicembre 1943 a ottobre 1944 al campo di Buchenwald furono condotti esperimenti sugli effetti di diversi veleni sull'essere umano. Il veleno veniva segretamente somministrato ai prigionieri nel loro cibo; chi non moriva per avvelenamento, veniva ucciso per poterne effettuare l'autopsia.
Genzken, Gebhardt, Mrugowsky e Poppendick furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini
Esperimenti su bruciature.
Da novembre 1943 a gennaio 1944 furono condotti esperimenti a Buchenwald per testare gli effetti di diverse preparazioni farmaceutiche su bruciature da fosforo. Queste ferite erano inflitte sperimentalmente con il fosforo bianco (utilizzato già nella preparazione di bombe incendiarie) provocando dolore e menomazioni fisiche. Genzken, Gebhardt, Mrugowsky e Poppendick furono incriminati con specifiche responsabilità per la partecipazione in questi crimini.
Produzione di cadaveri
Da giugno 1943 a settembre 1944 Rudolf Brandt e Sievers volontariamente, deliberatamente e illegalmente si resero partecipi di crimini di guerra provocando la morte di civili e appartenenti alle forze armate loro nemiche durante la guerra contro la Germania e mentre erano in loro prigionia. Centododici ebrei furono selezionati per gli esperimenti all'Università di Strasburgo. Furono misurati e fotografati, poi furono uccisi. Successivamente furono fatti test comparando le misure anatomiche, razza, caratteristiche patologiche, forma e taglia del cervello.
Tubercolosi
Da maggio 1942 a gennaio 1944 Blome e Rudolf Brandt volontariamente, deliberatamente e illegalmente si resero partecipi di crimini di guerra provocando la morte di civili e appartenenti alle forze armate loro nemiche durante la guerra contro la Germania e mentre erano in loro prigionia. Infettarono 10.000 persone di nazionalità polacca dal batterio della tubercolosi senza poi provvedere ad un'adeguata assistenza medica.
Aktion T4
Da settembre 1939 a aprile 1945 Karl Brandt, Blome, Brack e Hoven, volontariamente, deliberatamente e illegalmente si resero partecipi di crimini di guerra partecipando e consentendo l'attuazione del cosiddetto programma "eutanasia" per lo sterminio di migliaia di persone ritenute insane, incurabili, deformi e mentalmente ritardate, utilizzando gas, iniezioni letali o altre soluzioni.

Gli anzidetti crimini di guerra costituiscono violazione alle convenzioni internazionali, in particolare agli art. 4, 5, 6, 7, e 46 della Corte Penale Internazionale di L'Aia del 1907, e agli Art.2, 3, e 4 delle convenzioni sui prigionieri di guerra di Ginevra del 1929.

Capo d'accusa 3[modifica | modifica wikitesto]

Crimini contro l'umanità

Da settembre 1939 a aprile 1945 tutti gli imputati volontariamente, deliberatamente e illegalmente parteciparono, consentirono e collaborarono ai piani e agli esperimenti senza il consenso dei soggetti, civili tedeschi e di altre nazionalità, dando morte e commettendo brutalità, crudeltà, torture, atrocità e atti inumani in riferimento al capo d'accusa 2.

Capo d'accusa 4[modifica | modifica wikitesto]

Membro di un'organizzazione criminale

Karl Brandt, Genzken, Gebhardt, Rudolf Brandt, Mrugowsky, Poppendick, Sievers, Brack, Hoven e Fischer sono colpevoli di essere membri dell'organizzazione dichiarata criminale dal Tribunale Internazionale Militare, la Schutzstaffeln der nationalsozialistichen deutschen arbeitpartei, conosciuta come SS.

Le SS furono dichiarate organizzazione criminale dal Tribunale Internazionale Militare.

Gli imputati[modifica | modifica wikitesto]

Nome Ruolo Imputazione Sentenza
1 2 3 4
Hermann Becker-Freyseng.jpg
Dott. Hermann Becker-Freyseng
Stabsarzt Capitano del servizio medico delle Luftwaffe I C C   20 anni; carcere, pena commutata a 10 anni
Wilhelm Beiglboeck KZ-Arzt.jpg
Dott. Wilhelm Beiglböck
medico consulente delle Luftwaffe I C C   15 anni; carcere, pena commutata a 10 anni
Kurt Blome KZ-Arzt.jpg
Dott. Kurt Blome
Vice segretario di Stato alla Sanità presso il Ministero degli Interni (Reichsgesundheitsführer); I I I   assolto
Viktor Brack Nürnberg 2.jpg
Viktor Brack
Oberführer (colonnello) nelle SS e Sturmbannführer (Maggiore) nelle Waffen SS; capo amministrativo della Cancelleria del Fuhrer nel NSDAP I C C C Impiccagione
Karl Brandt SS-Arzt.jpg
Dott. Karl Brandt
Gruppenführer Comandante di divisione SS e Tenente generale delle Waffen-SS, commissario del Reich per la Sanità, medico accompagnatore personale di Adolf Hitler; membro del "Consiglio delle Ricerche del Reich" (Reichsforschungsrat) I C C C Impiccagione
Rudolf Brandt (SS-Mitglied).jpg
Rudolf Brandt
Standartenführer (Colonnello) nelle SS; Funzionario personale amministrativo del "Reichsführer SS" Himmler, Consigliere ministeriale e a capo dell'ufficio ministeriale del Ministero degli interni del Reich I C C C Impiccagione
Fritz Fischer KZ-Arzt.jpg
Dott. Fritz Fischer
"Sturmbannführer" (Maggiore) delle Waffen SS e assistente medico di Gebhardt alla clinica di Hohenlychen I C C C carcere a vita; pena commutata a 15 anni
Karl Gebhardt, SS-Arzt.jpg
Dott. Karl Gebhardt
"Gruppenführer" (.. SS) e "Generalleutnant" (general maggiore nelle Waffen SS); medico personale di Himmler; Capo chirurgo dello Staff dei medici del Reich e della Polizia; Presidente della Croce Rossa Tedesca. I C C C Impiccagione
Karl August Genzken KZ-Arzt.jpg
Dott. Karl Genzken
Gruppenführer comandante di Divisione delle SS e Generalleutnant (Maggiore) nelle Waffen SS; Responsabile del dipartimento medico delle Waffen SS I C C C carcere a vita; pena commutata a 20 anni
Siegfried Handloser NS-Arzt.jpg
Dott. Siegfried Handloser
Generaloberstabsarzt (Comandante capo) e ispettore del servizio medico delle Waffen SS; Responsabile della Sanità delle Forze Armate (Chef des Wehrmachtsanitätswesens) I C C   carcere a vita; pena commutata a 20 anni
Waldem Hoven.jpg
Dott. Waldemar Hoven
"Hauptsturmführer" - Capitano delle Waffen SS e Responsabile medico nel campo di concentramento di Buchenwald I C C C Impiccagione
Joachim Mrugoswski SS-Arzt.jpg
Dott. Joachim Mrugowsky
"Oberführer" - colonnello brigadiere e responsabile dell'istituto d'Igiene delle Waffen-SS e della sezione medica del Reich (Oberster Hygieniker, Reichsarzt SS und Polizei) I C C C Impiccagione
Herta Oberheuser.jpg
Dott. Herta Oberheuser
Medico al campo di concentramento di Ravensbrück e assistente medico di Gebhardt alla clinica di Hohenlychen I C C   20 anni di carcere, pena commutata a 10 anni
Adolf Pokorny.jpg
Dott. Adolf Pokorny
Medico specialista in malattie della pelle e veneree I I I   assolto
Helmut Poppendick.jpg
Dott. Helmut Poppendick
Obersturmführer (comandante superiore) nelle SS e Responsabile dello Staff personale dei medici SS e della polizia. I I I C 10 anni di carcere
Wolfgang Romberg.jpg
Dott. Hans Wolfgang Romberg
Dottore dello Staff del Dipartimento medico dell'aviazione e dell'istituto tedesco di esperimenti per l'aviazione. I I I   assolto
Gerh Rose.jpg
Dott. Gerhard Rose
"Generalarzt" Brigadiere generale del servizio medico Luftwaffe; vicepresidente e insegnante al Robert Koch Institute della medicina tropicale I C C   carcere a vita, pena commutata a 15 anni
Paul Rostock (NS-Mediziner).jpg
Dott. Paul Rostock
Direttore di chirurgia della clinica ortopedica dell'università di Berlino; consulente chirurgico militare e capo dell'ufficio medico scientifico e ricerca I I I   assolto
Siegfr Ruff.jpg
Dott. Siegfried Ruff
Direttore del dipartimento medico dell'aviazione dell'istituto tedesco di esperimenti per l'aviazione[6] I I I   assolto
Konrad Schaefer.jpg
Dott. Konrad Schäfer
Dottore dello Staff dell'Istituto medico di aviazione a Berlino I I I   assolto
Oskar Schroeder.jpg
Dott. Oskar Schröder
Generaloberstabsarzt (Comandante generale del servizio medico); Responsabile dell'Ispettorato alla Sanità alla Luftwaffe I C C   carcere a vita; pena commutata a 15 anni
Wolfram Sievers.jpg
Wolfram Sievers
Standartenführer (colonnello) nelle SS; Segretario generale della "Ahnenerbe" e direttore dell'istituto per le ricerche militari. I C C C Impiccagione
Georg Weltz.jpg
Dott. Georg August Weltz
Oberfeldarzt Luogotenente colonnello del servizio medico delle Luftwaffe e responsabile dell'istituto per la medicina aeronautica a Monaco I I I   assolto

I — Indiziato   C — Colpevole

Le sentenze di Impiccagione furono eseguite alla prigione di Landsberg, Baviera il 2 giugno 1948.

Le pene furono commutate in sede d'appello il 31 gennaio 1951 dal giurista John Jay McCloy preposto al controllo militare della zona U.S. in Germania.

La differenza tra il ricevere una sentenza di carcere a vita o di morte fu decretata dall'appartenenza ad "un'organizzazione dichiarata criminale da una sentenza del Tribunale Internazionale militare", le SS.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]