Bernard Thévenet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bernard Thévenet
Bernard Thévenet - Six jours de Grenoble 2011.jpg
Bernard Thévenet nel 2011
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista, ciclocross
Ritirato 1981
Carriera
Squadre di club
1970-1979 Peugeot Peugeot
1980 Teka Teka
1981 Puch
Carriera da allenatore
1983-1985 La Redoute
1986-1987 RMO RMO
 

Bernard Thévenet (Saint-Julien-de-Civry, 10 gennaio 1948) è un ex ciclista su strada, pistard e ciclocrossista francese. Professionista dal 1970 al 1981, ha vinto per due volte il Tour de France, nel 1975 (battendo Eddy Merckx) e nel 1977.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Thévenet nacque in una famiglia contadina della Borgogna e divenne campione francese juniores di ciclismo. Partecipò per la prima volta al Tour de France nel 1970, vincendo una tappa di montagna con arrivo alla stazione sciistica di La Mongie. Durante il Tour del 1972 cadde malamente in una discesa ed ebbe una momentanea amnesia. Mentre ricominciava ad acquistare la memoria guardò la sua maglietta della squadra Peugeot e si chiese se fosse per caso un ciclista. Riconoscendo l'ammiraglia della squadra esclamò: "Sto correndo al Tour de France!" Si rifiutò di abbandonare la gara e quattro giorni dopo vinse la tappa con arrivo sul Mont Ventoux. Nel Tour del 1973 finì al secondo posto in classifica generale, dietro allo spagnolo Luis Ocaña, ma nel 1974 non prese parte alla gara a causa di una malattia.

Al Tour de France 1975 attaccò Eddy Merckx prima sulla salita verso Puy-de-Dôme, poi su quella di Pra Loup e infine anche sul Colle dell'Izoard, nella frazione con arrivo a Serre Chevalier[1]. Merckx, che soffriva di dolori cronici derivanti dagli effetti di un colpo all'addome subito da un fan, contrattaccò disperatamente, ma perse la testa della classifica e non la riottenne più[1][2]. Thévenet andò a vincere il Tour, che quell'anno si concludeva per la prima volta sugli Champs-Élysées[3]. Merckx finì secondo a 2 minuti e 47 secondi da Thévenet, per la prima volta battuto dopo cinque successi in cinque partecipazioni.

Nel 1977 Thévenet vinse il suo secondo e ultimo Tour e il suo secondo Critérium du Dauphiné Libéré, dopo il successo del 1976. In quello stesso 1977 era risultato positivo a un test antidoping dopo la Parigi-Nizza, e squalificato per due mesi. Si ritirò dal ciclismo nel 1981, facendo pubblica ammissione del suo uso di steroidi e invocando la fine dell'uso di sostanze per il miglioramento delle prestazioni nello sport. Una volta gli venne chiesto se fosse duro essere un ciclista professionista, la sua replica fu che era più duro essere un contadino francese.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Grand Prix de France
Grand Prix de Saint-Symphorien-sur-Coise
10ª tappa Tour de l'Avenir (Angers > Chateauroux)
18ª tappa Tour de France (Saint-Gaudens > La Mongie/Tourmalet)
Course de côte du Mont-Faron
10ª tappa Tour de France (Saint-Étienne > Grenoble)
2ª tappa Étoile des Espoirs
3ª tappa Grand Prix du Midi Libre (Nîmes > Nîmes)
1ª tappa Tour d'Indre-et-Loire (Château-Renault > Tours)
Classifica generale Tour d'Indre-et-Loire
3ª tappa, 2ª semitappa Tour de Romandie (Neuchâtel)
Classifica generale Tour de Romandie
11ª tappa Tour de France (Carnon Plage > Mont Ventoux)
17ª tappa Tour de France (Pontarlier > Ballon d'Alsace)
4ª tappa Grand Prix du Midi Libre
1ª tappa Tour de l'Aude (Carcassonne > Quillan)
11ª tappa Vuelta a España (Ampuriabrava > Manresa)
3ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
Campionato francese, prova in linea
7ª tappa Tour de France (Gaillard > Méribel/Les Allues)
20ª tappa Tour de France (Versailles > Parigi/Piste de Vincennes)
Classifica generale Critérium National de la Route
2ª tappa Parigi-Nizza (Sully-sur-Loire > Chateau-Chinon)
4ª tappa Volta Ciclista a Catalunya
7ª tappa Volta Ciclista a Catalunya
Classifica generale Volta Ciclista a Catalunya
5ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
Classifica generale Critérium du Dauphiné Libéré
4ª tappa Tour de Corse
15ª tappa Tour de France (Nizza > Pra Loup)
16ª tappa Tour de France (Barcelonnette > Serre Chevalier)
Classifica generale Tour de France
2ª prova À travers Lausanne
5ª tappa, 1ª semitappa Quatre Jours de Dunkerque (Poperinge)
4ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
5ª tappa Critérium du Dauphiné Libéré
Classifica generale Critérium du Dauphiné Libéré
2ª tappa Tour du Limousin
Tour du Haut-Var
3ª tappa Tour de Corse
7ª tappa, 2ª semitappa Critérium du Dauphiné Libéré
20ª tappa Tour de France (Digione > Digione)
Classifica generale Tour de France
1ª prova Escalada a Montjuich
2ª prova Escalada a Montjuich
Classifica generale Escalada a Montjuich
4ª tappa 1ª semitappa Circuit de la Sarthe
Châteauroux Classic de l'Indre
1ª tappa Tour du Vaucluse

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Bour-en-Bresse (Criterium)
La Châtaigneraie-Maurs (Criterium)
Classifica generale Promotion Pernod
La Souterraine (Criterium)
Bussières (Criterium)
Plaintel (Criterium)
Grand Prix Sive-Montceau-les-Mines (Criterium)
Le Creusot (Criterium)
Le Creusot (Criterium)
Chateau-Chinon (Criterium)
Saussignac (Criterium)
Grand Prix Sive-Montceau-les-Mines (Criterium)
Classifica generale Prestige Pernod
Auzances (Criterium)
La Clayette (Criterium)
Gap (Criterium)
Dunières (Criterium)
Saint Quentin (Criterium)
Dunières (Criterium)
Bussières (Criterium)
Challenge Sedis
Antibes
Brette-les-Pins (Criterium)
Aulnay-sous-Bois (Criterium)
Ronde de Seignelay (Criterium)
Vendome (Criterium)
Beaulac-Bernos (Criterium)
Mensignac (Criterium)
Paray-le-Monial (Criterium)
Rodez (Criterium)
Saint-Martin en Ré (Criterium)
Saint-Brieuc (Criterium)
Jeumont (Criterium)
Classifica generale Prestige Pernod
Ploerdut (Criterium)
Pogny (Criterium)
Ploërdut (Criterium)
Sérénac (Criterium)
Pogny (Criterium)
Lannion (Criterium)
Montée Laurent Jalabert-Mende
Circuit du Cher-Bourges (Criterium)
Concarneau (Criterium)
Montjuich (Criterium)
Vitré (Criterium)
Saclas-Mereville (Criterium)
Circuit des genets verts-Pestivien (Criterium)
Ronde de Seignelay (Criterium)
Chauffailles (Criterium)
Nogaro (Criterium)
La Poly Normande (Criterium)
Villefranche-en-Rouerge (Criterium)
Concarneau (Criterium)
Saint-Martin de Landelles (Criterium)
Chateauroux (Criterium)
Castillon la Bataille (Criterium)
Les Herbieres

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Sei giorni di Grenoble (con Günther Haritz)
Sei giorni di Grenoble (con Danny Clark)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1970: 35º
1971: 4º
1972: 9º
1973: 2º
1975: vincitore
1976: ritirato (19ª tappa)
1977: vincitore
1978: ritirato (11ª tappa)
1980: 17º
1981: 37º
1971: 44º
1973: 3º
1974: 3º
1980: 14º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mendrisio 1971 - In linea: 13º
Gap 1972 - In linea: ritirato
Barcellona 1973 - In linea:
Montréal 1974 - In linea: 5º
Yvoir 1975 - In linea: 6º
Ostuni 1976 - In linea: 28º
San Cristóbal 1977 - In linea: ?
Sallanches 1980 - In linea: ritirato

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere della Legion d'Onore
— Parigi, 14 luglio 2001.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Campione dei Campioni francesi per il quotidiano L'Équipe nel 1975
  • Medaglia d'oro dell'Accademia dello Sport nel 1976
  • Inserito tra le Gloires du sport

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Bill e Carol McGann, The Story of the Tour de France - Volume 2: 1965-2007, Dog Ear Publishing, 2008, pp. 88-97, ISBN 978-1-59858-608-4.
  2. ^ Rino Negri, Gli sputi a Bartali Il pugno contro Merckx in archiviostorico.gazzetta.it, 23 luglio 2004. URL consultato il 19 agosto 2011.
  3. ^ (FR) 62ème Tour de France 1975, www.memoire-du-cyclisme.net. URL consultato il 31 luglio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 223764566 LCCN: n50010118