Unione Sportiva Ravenna 1966-1967

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Ravenna Football Club 1913.

Unione Sportiva Ravenna
Stagione 1966-1967
AllenatoreItalia Gianfranco Ganzer,
poi Italia Antonio Sessa,
poi Italia Renato Lucchi,
poi Italia Giorgio Fioravanti
PresidenteItalia Alessandro Scarcano
Serie C16º posto nel girone B
Maggiori presenzeCampionato: Gagliardi, Villa (34)
Miglior marcatoreCampionato: Gagliardi (13)
StadioStadio Comunale

Questa pagina raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Sportiva Ravenna nelle competizioni ufficiali della stagione 1966-1967.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1966-1967 il Ravenna disputa il girone B della Serie C, con 28 punti si piazza in penultima posizione, il torneo prevede due retrocessioni, per cui la Vis Pesaro è retrocessa sul campo con 25 punti, per avere la seconda retrocessa si rende necessario uno spareggio che si gioca a Riccione il 4 giugno 1967 ed è vinto dal Ravenna (1-0) sullo Jesi che retrocede in Serie D. Il torneo è stato vinto dal Perugia con 46 punti che ha ottenuto la promozione in Serie B.

Si parte con la nuova stagione e finalmente con il nuovo e moderno Stadio Comunale, che mette a riposo la vecchia Darsena, la cui inaugurazione ufficiale è stata una amichevole di lusso con la Juventus giocata in notturna il 29 settembre 1967 e vinta (0-3) dai bianconeri con reti di Cinesinho, di Giampaolo Menichelli e di Gianfranco Zigoni. In campionato buono il battesimo del nuovo stadio il 25 settembre con la franca vittoria sulla Carrarese (1-0) con una rete messa a segno da Giorgio Bartolini. Nel seguito del torneo la squadra ravennate si è dimostrata fragile ed ha navigato sul fondo della classifica, con quattro allenatori avvicendati per cercare di portarla al porto della salvezza. Ad un certo punto, dopo la sconfitta subita a Jesi il 26 marzo sembrava tutto compromesso, ma una grande reazione nel finale di torneo, ha salvato il Ravenna dalla retrocessione, ci sono volute cinque vittorie e tre pareggi nelle ultime otto giornate per riuscire a riacciuffare proprio gli Jesini e poi a batterli nello spareggio di Riccione, grazie ad una rete del gioiellino di casa Domenico Ciani. Il milanese Gianfranco Gagliardi con 13 reti è stato il miglior realizzatore stagionale giallorosso, secondo nella classifica dei marcatori del girone B, dietro a Enzo Mantovani della Pistoiese con 15 reti.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia D Giorgio Baricchi
Italia C Giorgio Bartolini
Italia A Alberto Benini
Italia C Domenico Ciani
Italia C Nicandro Contadini
Italia P Sergio Costi
Italia A Nazzareno Dal Balcon
Italia C Paolo Ferrari
Italia A Gianfranco Gagliardi
Italia A Primo Luigi Galasi
Italia A Ennio Giuntini
N. Ruolo Giocatore
Italia A Rolando Gramoglia
Italia D Roberto Nistri
Italia D Giovanni Pirazzini
Italia C Camillo Rizzo
Italia C Mario Santececca
Italia A Dante Tonella
Italia D Claudio Tosi
Italia C Ivan Vecchi
Italia C Giuliano Villa
Italia P Franco Vitali
Italia C Antonio Zannoni

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie C girone B[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C 1966-1967.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Ravenna
25 settembre 1966
1ª giornata[1]
Ravenna1 – 0CarrareseStadio Comunale
Arbitro:  Boscolo (Venezia)

La Spezia
2 ottobre 1966
2ª giornata
Spezia3 – 2RavennaStadio Alberto Picco
Arbitro:  Pfiffner (Torino)

Ravenna
9 ottobre 1966
3ª giornata
Ravenna1 – 1MacerateseStadio Comunale
Arbitro:  Levrero (Genova)

Pistoia
16 ottobre 1966
4ª giornata
Pistoiese0 – 0RavennaStadio Marcello Melani
Arbitro:  Bravi (Roma)

Terni
23 ottobre 1966
5ª giornata
Ternana1 – 0RavennaStadio Viale Brin
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Ravenna
30 ottobre 1966
6ª giornata
Ravenna1 – 0MasseseStadio Comunale
Arbitro:  Marchetti (Vicenza)

Ravenna
6 novembre 1966
7ª giornata
Ravenna2 – 2SambenedetteseStadio Comunale
Arbitro:  Porcelli (Lodi)

Prato
13 novembre 1966
8ª giornata
Prato3 – 1RavennaStadio Lungobisenzio
Arbitro:  Sorrentino (Roma)

Ravenna
20 novembre 1966
9ª giornata
Ravenna2 – 2JesiStadio Comunale
Arbitro:  Beretta (Milano)

Rimini
27 novembre 1966
10ª giornata
Rimini1 – 0RavennaStadio Romeo Neri
Arbitro:  Calì (Roma)

Empoli
4 dicembre 1966
11ª giornata
Empoli0 – 0RavennaStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Ravenna
11 dicembre 1966
12ª giornata
Ravenna1 – 0TorresStadio Comunale
Arbitro:  Simoncini (La Spezia)

Cesena
18 dicembre 1966
13ª giornata
Cesena3 – 1RavennaStadio La Fiorita
Arbitro:  Canova (Milano)

Ravenna
31 dicembre 1966
14ª giornata
Ravenna3 – 0Vis PesaroStadio Comunale
Arbitro:  Bravi (Roma)

Siena
8 gennaio 1967
15ª giornata
Siena3 – 2RavennaStadio del Rastrello
Arbitro:  Lavetti (Bergamo)

Ravenna
15 gennaio 1967
16ª giornata
Ravenna1 – 2AnconitanaStadio Comunale
Arbitro:  Rostagno (Torino)

Perugia
22 gennaio 1967
17ª giornata
Perugia2 – 0RavennaStadio Santa Giuliana
Arbitro:  Grava (Ivrea)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Carrara
29 gennaio 1967
18ª giornata
Carrarese2 – 1RavennaStadio dei Marmi
Arbitro:  Aloisi (Teramo)

Ravenna
5 febbraio 1967
19ª giornata
Ravenna0 – 0SpeziaStadio Comunale
Arbitro:  Boscolo (Venezia)

Macerata
12 febbraio 1967
20ª giornata
Maceratese2 – 0RavennaStadio Helvia Recina
Arbitro:  Cimma (Biella)

Ravenna
19 febbraio 1967
21ª giornata
Ravenna1 – 2PistoieseStadio Comunale
Arbitro:  Fusaro (Padova)

Ravenna
26 febbraio 1967
22ª giornata
Ravenna1 – 1TernanaStadio Comunale
Arbitro:  Marino (Taranto)

Massa
5 marzo 1967
23ª giornata
Massese3 – 1RavennaStadio degli Oliveti
Arbitro:  Bova (Torino)

San Benedetto del Tronto
12 marzo 1967
24ª giornata
Sambenedettese3 – 2RavennaStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Gastaldi (Pavia)

Ravenna
19 marzo
25ª giornata
Ravenna0 – 1PratoStadio Comunale
Arbitro:  Bencetti (Treviglio)

Jesi
26 marzo 1967
26ª giornata
Jesi1 – 0RavennaStadio Comunale
Arbitro:  Monforte (Palermo)

Ravenna
2 aprile 1967
27ª giornata
Ravenna1 – 0RiminiStadio Comunale
Arbitro:  Caligaris (Alessandria)

Ravenna
9 aprile 1967
28ª giornata
Ravenna1 – 0EmpoliStadio Comunale
Arbitro:  Beccaria (Lecco)

Sassari
16 aprile 1967
29ª giornata
Torres0 – 0RavennaStadio Acquedotto
Arbitro:  Pfiffner (Torino)

Ravenna
23 aprile 1967
30ª giornata
Ravenna3 – 1CesenaStadio Comunale
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Pesaro
7 maggio 1967
31ª giornata
Vis Pesaro0 – 0RavennaStadio Tonino Benelli
Arbitro:  Menegali (Roma)

Ravenna
14 maggio 1967
32ª giornata
Ravenna6 – 3SienaStadio Comunale
Arbitro:  Treggiari (Roma)

Ancona
21 maggio 1967
33ª giornata
Anconitana1 – 1RavennaStadio Dorico
Arbitro:  Casella (Messina)

Ravenna
28 maggio 1967
34ª giornata
Ravenna1 – 0PerugiaStadio Comunale
Arbitro:  Moretto (San Donà di Piave)

Spareggio salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Riccione
4 giugno 1967
Spareggio salvezza[2]
Ravenna1 – 0JesiStadio Comunale di Via Forlimpopoli
Arbitro:  Marengo (Chiavari)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prima partita ufficiale del Ravenna nel nuovo Stadio Comunale.
  2. ^ Spareggio disputato sul campo neutro di Riccione.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1968, p. 233.
  • Massimo Montanari e Carlo Fontanelli, Ravenna Calcio una passione infinita, Empoli, GEO Edizioni, 2007, pp. 244-247.