Giancarlo Morelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giancarlo Morelli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Ala destra
Ritirato 1977
Carriera
Giovanili
Pontedecimo
Sampdoria
Squadre di club1
1964-1965 Prato 4 (0)
1965-1966 Perugia 14 (0)
1966-1967 Pistoiese 30 (2)
1967-1970 Sampdoria 29 (1)
1970-1975 Taranto 129 (8)
1975 Novara 2 (0)
1975-1976 Spezia 21 (1)
1976-1977 Genoa 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giancarlo Morelli (Genova, 24 marzo 1946) è un ex calciatore italiano, di ruolo ala destra.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili della squadra genovese del Pontedecimo, disputa i primi anni della propria carriera professionistica in Serie C con le maglie di Prato, Perugia e Pistoiese, per ritornare nel 1967 a Genova nelle file della Sampdoria.

In blucerchiato, dopo una prima stagione senza presenze in prima squadra, esordisce in Serie A il 3 novembre 1968 in occasione della sconfitta esterna contro la Roma, e riuscendo nell'intera stagione 1968-1969 ad ottenere 13 presenze in campionato, schierato prevalentemente sulla fascia destra come alternativa al titolare Carlo Novelli. Nell'annata successiva le presenze salgono a 16, per poi venire ceduto nella sessione autunnale del calciomercato al Taranto, militante in Serie B. In Puglia Morelli disputa da titolare 5 campionati cadetti.

Nel 1976, dopo 2 brevi esperienze con Novara e Spezia fa nuovamente ritorno nella sua città natale, stavolta per vestire la maglia del Genoa, dove riesce a scendere in campo in campionato in una sola occasione, rilevando Gregorio Basilico all'89' dell'incontro interno contro il Verona.[1]

In carriera ha collezionato complessivamente 30 presenze in Serie A, con all'attivo una rete nella vittoria interna della Sampdoria col Varese nella stagione 1968-1969,[2] e 131 presenze e 8 reti in Serie B.

Cessata l'attività agonistica, ha intrapreso quella di agente immobiliare.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tabellini Genoa 1976-1977 Archiviato il 28 settembre 2007 in Internet Archive. Akaiaoi.com
  2. ^ (EN) Italy 1968-1969 Rsssf.com
  3. ^ Dietro al tesoro dell'ereditiera spunta il Moggi dei dilettanti Repubblica.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, Genova, De Ferrari, 2008, ISBN 978-88-6405-011-9.
  • La raccolta completa degli album Panini, Gazzetta dello Sport, 1969-1970, pag. 49, 1974-1975, pag. 86
  • Piero Sessarego, Sampdoria ieri oggi domani, Nuove Edizioni Periodiche, 1991, pag. 437

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]