Mark Rypien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mark Rypien
MarkRypien.jpg
Rypien nel 2008.
Dati biografici
Nazionalità Canada Canada
Altezza 193 cm
Peso 102 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Ritirato
Carriera
Giovanili
Stemma Washington State Cougars Washington State Cougars
Squadre di club
1986 - 1993 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins
1994 Stemma Cleveland Browns Cleveland Browns
1995 Stemma St. Louis Rams St. Louis Rams
1996 Stemma Philadelphia Eagles Philadelphia Eagles
1997 Stemma St. Louis Rams St. Louis Rams
1998* Stemma Atlanta Falcons Atlanta Falcons *pre-stagione
2001 Stemma Indianapolis Colts Indianapolis Colts
2002* Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks
2006 Rochester Raiders (GLIFL)
Palmarès
Super Bowl 2
MVP del Super Bowl 1
Selezioni al Pro Bowl 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 29/01/2013

Mark Robert Rypien (Calgary, 2 ottobre 1962) è un ex giocatore di football americano canadese che ha giocato nel ruolo di quarterback nella National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del sesto giro (146° assoluto) del Draft NFL 1986 dai Washington Redskins. Rypien è stato il primo giocatore canadese a vincere il premio di MVP del Super Bowl.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Rypien fu scelto nel corso del sesto giro del Draft 1986 dai Washington Redskins. I primi due anni coi Redskins li trascorse infortunato nella lista riserva vedendo la squadra vincere il Super Bowl XXII guidata dall'allenatore Joe Gibbs nel gennaio 1988. Con l'avanzare dell'età di Doug Williams e lo scambio di Jay Schroeder coi Los Angeles Raiders, Rypien poté emergere come titolare.

Nella prima stagione come titolare passò 3.768 yard e 22 touchdown, venendo convocato per il suo primo Pro Bowl. Mark divenne noto per la sua precisione nei passaggi e nell'ottima scelta di tempo nel trovare i ricevitori in campo aperto[1].

Il 1991 fu la miglior stagione per Rypien: egli lanciò 3.564 yard e 28 touchdown a fronte di soli 11 intercetti trascinando i Redskins al Super Bowl XXVI dopo aver terminato la stagione regolare con un record di 14-2. Mark fu nominato MVP della partita dopo aver passato 292 yard e 2 touchdown nella vittoria della sua squadra 37-24 sui Bills. Rypien, nativo di Calgary, Alberta, divenne il primo giocatore non statunitense a vincere tale premio. Quell'anno fu convocato per il suo secondo Pro Bowl.

Dopo la vittoria del Super Bowl, Rypien firmò con contratto triennale del valore di 9 milioni di dollari all'inizio della stagione 1992. La squadra però dovette scontrarsi con gli infortuni e l'età che avanzava, terminando con un record di 9–7 e raggiungendo a malapena i playoff. Anche se passò il rispettabile numero di 3.282 yard, il suo passer rating scese dal 97,9 del 1991 al 71,7 del 1992, lanciando 17 intercetti contro soli 13 touchdown. Nel primo turno di playoff i Redskins ottennero una dominante vittoria contro i Minnesota Vikings in trasferta ma la settimana successiva furono eliminati dai San Francisco 49ers, segnando di fatto la fine della sua avventura come titolare ai Redskins. Diretto dal nuovo capo-allenatore Richie Petitbon, Rypien disputò il suo miglior training camp nel 1993 e le aspettative erano alte dopo una vittoria nel Monday Night Football contro i Dallas Cowboys campioni in carica. Rypien però si infortunò al ginocchio nella settimana contro gli Arizona Cardinals e la squadra precipitò a un record finale di 4-12.

Quando fu guarito abbastanza da fare ritorno, Rypien condivise i minuti in campo col neo.acquisto Rich Gannon. I Redskins assunsero Norv Turner come nuovo allenatore nel 1994. Rypien partecipò agli allenamenti estivi ma fu svincolato dalla squadra prima dell'inizio della stagione. In seguito giocò sempre come riserva: ai Cleveland Browns nel 1994, ai St. Louis Rams nel 1995 e 1997, ai Philadelphia Eagles nel 1996, e agli Indianapolis Colts nel 2001. Il suo ultimo touchdown lo passò come sostituto del quarterback degli Eagles Ty Detmer. Fu un passaggio da 8 yard per Irving Fryar con 5 secondi rimanenti nella sconfitta 37-10 contro gli Indianapolis Colts. La sua ultima gara da professionista la disputò il 10 giugno 2006, come parte di un evento promozionale, quando giocò una singola partita coi Rochester Raiders della Great Lakes Indoor Football League.

Vittorie e premi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra P PT Ten Comp % Yard TD Int Rat
1988 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins 9 6 208 114 54.8 1730 18 13 85.2
1989 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins 14 14 476 280 58.8 3768 22 13 88.1
1990 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins 10 10 304 166 54.6 2070 16 11 78.4
1991 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins 16 16 421 249 59.1 3564 28 11 97.9
1992 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins 16 16 479 269 56.2 3282 13 17 71.7
1993 Stemma Washington Redskins Wash. Redskins 12 10 319 166 52.0 1514 4 10 56.3
1994 Stemma Cleveland Browns Cleveland Browns 6 3 128 59 46.1 694 4 3 63.7
1995 Stemma St. Louis Rams St. Louis Rams 11 3 217 129 59.4 1448 9 8 77.9
1996 Stemma Philadelphia Eagles Philadelphia Eagles 1 0 13 10 76.9 76 1 0 116.2
1997 Stemma St. Louis Rams St. Louis Rams 5 0 39 19 48.7 270 0 2 50.2
2001 Stemma Indianapolis Colts Indianapolis Colts 4 0 9 5 55.6 57 0 0 74.8
Totale 104 78 2613 1466 56.1 18473 115 88 78.9

Legenda
P= Partite giocate
PT= Partite da titolare
Tent= Passaggi tentati
Comp= Passaggi completati
%= Percentuale di completamento dei passaggi
Yard= Yard guadagnate su passaggio
TD= Touchdown
Int= Intercetti
Rat= Passer rating

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rypien Savors A Special Moment, New York Times, 13 gennaio 1992. URL consultato il 29 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]