Édgar Barreto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Édgar Barreto
Edgar Barreto.jpg
Dati biografici
Nome Édgar Osvaldo Barreto Cáceres
Nazionalità Paraguay Paraguay
Altezza 182 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Palermo Palermo
Carriera
Giovanili
Cerro Porteno Cerro Porteño
Squadre di club1
2002-2003 Cerro Porteno Cerro Porteño 26 (4)[1]
2004-2007 NEC N.E.C. 95 (10)[2]
2007-2009 Reggina Reggina 68 (5)
2009-2011 Atalanta Atalanta 33 (2)
2011- Palermo Palermo 98 (5)
Nazionale
2001
2003
2004
2004-2011
Paraguay Paraguay U-17
Paraguay Paraguay U-20
Paraguay Paraguay Olimpica
Paraguay Paraguay
3 (0)
4 (0)
6 (0)
60 (3)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Atene 2004
Coppa America calcio.svg Copa América
Argento Argentina 2011
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 maggio 2014

Édgar Osvaldo Barreto Cáceres (Asunción, 15 luglio 1984) è un calciatore paraguaiano, centrocampista del Palermo, di cui è capitano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ha una moglie di nome Rocio da cui ha avuto due figli: il primogenito si chiama Mathias,[3][4] mentre il 29 giugno 2014 è nato Iker Unai.[5]

Suo fratello Diego, più anziano di tre anni, è anch'egli un calciatore, di ruolo portiere.

Possiede il passaporto italiano.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Il ruolo a lui più congeniale è quello della mezzala,[6] con la possibilità di arrivare al limite dell'area di rigore e partecipare alla manovra offensiva,[6] tuttavia viene impiegato prevalentemente sulla fascia destra ma sa giostrare anche a sinistra; è più adatto a giocare in un centrocampo formato da due uomini, sapendosi comunque adattare in tutti i ruoli del centrocampo. È bravo a battere le punizioni:[7] ispirato all'ex calciatore connazionale Francisco Arce,[3] fin da piccolo si è allenato con il fratello portiere.[3]

Stefano Colantuono, suo allenatore all'Atalanta nella stagione 2010-2011, lo ha definito «un centrocampista molto dinamico, forte fisicamente e dai piedi buoni, oltre ad essere un ragazzo serio e molto professionale».[8]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Cerro Porteño[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera da professionista nella squadra paraguaiana del Cerro Porteño. Nella stagione 2002 gioca 6 partite di campionato, mentre nell'annata successiva le presenze in campionato saranno 20, con 4 reti all'attivo. In questa stagione esordisce anche nelle competizioni internazionali per club giocando la Coppa Libertadores 2003, competizione nella quale realizza anche una rete nella partita giocata il 27 marzo 2003 contro i brasiliani del Paysandu, valevole per la quinta giornata della fase a gironi: segna il primo gol della sua squadra che poi perderà 6-2 in casa.[9] L'esordio era arrivato alla prima giornata disputata il 6 febbraio, contro i cileni dell'Universidad Católica, subentrando al 75' ad Aquino sul 2-1 per il Cerro, che alla fine vincerà 3-2.[10] A fine anno solare lascia il club.

N.E.C.[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio 2004 viene acquistato dalla squadra olandese del NEC Nijmegen. Conclude quindi la stagione con 9 presenze in campionato e 4 in Coppa d'Olanda.

Nella stagione 2004-2005 gioca titolare disputando 25 presenze in campionato ed una in Coppa. In questa stagione segna anche le prime reti in Europa: in particolare, è protagonista nella partita vinta per 3-0 sul Roosendaal disputata il 1º ottobre 2004 e valida per la settima giornata di campionato, in cui segna una doppietta e fornisce l'assist a Saïd Boutahar per il gol che chiude la partita.[11]

Nella stagione 2005-2006 gioca tutte le partite di campionato tranne l'8ª e la 29ª giornata, mentre in Coppa le presenze sono 6. Il numero di reti segnate è equamente distribuito fra le due competizioni: 3 gol in ciuscuna.

Nella stagione 2006-2007, l'ultima in Olanda, gioca 29 partite di campionato (con 2 gol) e 5 partite nella Coppa d'Olanda, chiudendo l'esperienza con il N.E.C. con 117 presenze e 13 reti complessive. In quest'ultima stagione, a causa della ritardata cessione in Italia, viene messo fuori rosa per un breve periodo.[12] Ceduto alla Reggina, l'allenatore Mario Been dirà: «Dover rinunciare a un talento come Edgar Barreto è un po' come privarsi di una torcia lungo un sentiero buio».[12]

Reggina[modifica | modifica sorgente]

Il 19 luglio 2007 si trasferisce alla squadra italiana della Reggina[13] per 2 milioni di euro, firmando un contratto quadriennale.[14]

Esordisce in maglia amaranto il 26 agosto nella prima giornata di campionato pareggiata 1-1 in casa contro l'Atalanta.[15] Tre giorni dopo segna la prima rete con la nuova squadra, segnando al 74' il gol decisivo per la vittoria per 3-2 in Coppa Italia contro il Piacenza.[16]

Segna il suo primo gol nel campionato italiano il 27 gennaio 2008 nella gara di ritorno contro l'Atalanta: la sua rete al 67' chiude la partita sul 2-2.[17] Con 36 partite disputate in campionato (salta solo la 16ª e la 21ª giornata) risulta il giocatore più impiegato della Reggina nella stagione 2007-2008, in cui realizza anche un gol al Milan a San Siro alla 34ª giornata (il gol della bandiera nella sconfitta per 5-1). L'11 maggio 2008, nella partita Reggina-Empoli (2-0), permette la salvezza della squadra amaranto con il suo primo gol al Granillo, grazie ad un tiro da venticinque metri.[18]

L'anno successivo, terminato con la retrocessione della squadra amaranto in Serie B, disputa 32 presenze in campionato condite da 2 reti, più una partita in Coppa Italia. A fine stagione lascia la squadra dopo 71 presenze e 6 gol complessivi.

Atalanta[modifica | modifica sorgente]

L'11 luglio 2009 viene acquistato a titolo definitivo dall'Atalanta[19] per 4,5 milioni di euro, con cui firma un contratto fino al 2014.[20]

Esordisce in maglia nerazzurra il 15 agosto nel terzo turno di Coppa Italia vinto per 1-0 in trasferta contro il Cesena: entra in campo al 63' al posto di Ivan Radovanovic.[21]

Il 9 settembre rimedia una microfrattura al quinto metatarsale del piede sinistro avvenuta durante una partita in Nazionale[22] e, dopo aver disputato 4 partite di campionato, la rottura totale dell'osso lo costringono a saltare l'intera stagione,[23] conclusa con la retrocessione in Serie B).[24] L'ultima partita disputata nel 2009-2010 è perciò Livorno-Atalanta (1-0) giocata il 28 ottobre 2009, con Barreto che lascia il campo al 67'[25] a causa di una ricaduta.[22] Ad aprile, con questo infortunio guarito, non torna in campo a causa di un infortunio al ginocchio destro, che lo costringe ad un intervento di pulizia articolare.[22]

Torna a vestire la casacca nerazzurra l'11 settembre 2010, nella partita vinta dall'Atalanta contro il Pescara (2-0) e valida per la quarta giornata di Serie B; da quel momento diviene titolare. Segna la prima rete con gli orobici il 30 ottobre nel successo interno contro il Padova (4-1), siglando un gol su punizione.[26] È decisivo sempre su punizione nell'incontro vinto contro il Sassuolo (1-0).[27] Conclude la stagione, con quei due unici gol segnati, con 29 presenze (tutte in campionato) e con la vittoria finale del torneo. A fine stagione viene inserito nella formazione "Top 11" del campionato di Serie B 2010-2011.[28][29][30] All'inizio della stagione successiva, con ancora tre anni di contratto, lascia la squadra dopo 34 presenze e 2 gol complessivi, nonostante fosse ritenuto un giocatore importante per la squadra;[31] della stessa era l'incaricato di battere le punizioni in assenza del capitano Cristiano Doni,[7] che gli diede per primo il soprannome in dialetto bergamasco cagnass (in lingua italiana cagnaccio),[23][32] per la sua abilità a contrastare gli avversari.[23] Sia a Reggio Calabria che a Bergamo ha giocato in coppia a centrocampo con il cileno Carlos Carmona.

Palermo[modifica | modifica sorgente]

Il 31 agosto 2011, ultimo giorno di calciomercato, passa a titolo definitivo al Palermo[33][34] per 5,3 milioni di euro;[35] il calciatore firma un contratto quadriennale da 1,3 milioni di euro lordi a stagione.[36]

Esordisce in maglia rosanero in Palermo-Inter (4-3) della seconda giornata di campionato (la prima è stata rinviata) disputata l'11 settembre, giocando titolare.[37] Realizza la prima rete col Palermo, l'unica stagionale, nella vittoria casalinga per 5-1 contro la Lazio del 19 febbraio 2012 e valida per la 24ª giornata, segnando il gol che sblocca la partita con un tiro da fuori area.[38] Chiude la stagione con 34 presenze che lo rendono il giocatore più utilizzato in campionato fra tutti quelli presenti nella rosa.

Nella partita Bologna-Palermo (3-0) della 13ª giornata del campionato 2012-2013 è stato capitano della squadra dall'uscita di Franco Brienza (con Massimo Donati già sostituito e Fabrizio Miccoli non convocato per infortunio) fino alla propria espulsione.[39] Due giornate dopo, in Inter-Palermo (1-0), è stato capitano per la prima volta dall'inizio.[40] A partire dalla seconda metà di stagione è lui il vice capitano della squadra,[41] quindi nel finale di stagione la fascia torna al braccio di Donati in assenza di Miccoli. Nell'allenamento del 27 febbraio ha riportato una lesione muscolare di grado intermedio al polpaccio destro che gli ha fatto saltare tre partite.[42][43] L'annata si conclude con la retrocessione dei rosanero, sancita il 12 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 1-0 contro la Fiorentina della 37ª giornata. Non convocato per l'ultima partita di campionato,[44] chiude la sua seconda stagione al Palermo con 30 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia.

Per la stagione 2013-2014 è il capitano della squadra, succedendo a Fabrizio Miccoli che lascia i colori rosanero.[45] Un infortunio lo ha tenuto fuori dal campo per le prime partite stagionali, debuttando l'8 settembre 2013 nella gara vinta in trasferta contro il Padova per 3-0 entrando in campo al 77' al posto di Francesco Bolzoni.[46][47] Segnando due reti consecutive nella 13ª e 14ª giornata contro Trapani e Reggina, supera il record di gol stagionali con la maglia del Palermo: il precedente primato era di un solo gol nella stagione 2011-2012. Il 3 maggio 2014, dopo la vittoria contro il Novara per 1-0 in trasferta, ottiene la promozione in Serie A – con annessa vittoria del campionato – con cinque giornate d'anticipo; è il secondo campionato cadetto vinto in carriera, dopo quello 2010-2011 con l'Atalanta. Chiude la stagione con 34 presenze in campionato.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Esordisce ventenne in Nazionale maggiore l'8 luglio 2004, nell'incontro tra Paraguay e Costa Rica in Coppa America, che in quella edizione veniva disputata in Perù. Disputa tutte le quattro partite giocate dalla sua squadra da titolare. Sempre in quell'anno, disputa i Giochi Olimpici di Atene 2004 con la squadra Under-23 della sua nazione, conquistando la medaglia d'argento: la sua squadra perde in finale contro l'Argentina.

Dall'anno successivo, Barreto comincia a diventare un punto fermo della Nazionale maggiore, siglando la sua prima rete con l'Albirroja il 18 agosto, nell'amichevole disputata a Ciudad del Este contro la Nazionale di El Salvador. Arriva a questa partita dopo 6 presenze nelle qualificazioni ai Mondiale 2006 fra settembre 2004 e agosto 2005.

Dopo un'altra partita di qualificazione e 3 amichevoli, è tra i 23 convocati per disputare il Mondiale in Germania: gioca 2 partite e la squadra viene eliminata al primo turno.

Dopo 5 amichevoli fra ottobre 2006 e giugno 2007, tra giugno e luglio partecipa alla Copa America 2007, in cui va a segno contro gli Stati Uniti siglando la prima rete nella vittoria per 3-1; chiude la competizione con 4 partite disputate. Il 2007 è stato l'anno in cui Barreto ha indossato la maglia biancorossa più volte: 15 le presenze, chiudendo l'anno solare con 2 amichevoli e 4 partite di qualificazione ai Mondiale 2010.

Nel 2008 chiude il computo delle partite di qualificazione avvenuta l'anno seguente, contribuendo con 14 presenze su 18 disponibili; in quest'annata le presenze nel girone eliminatorio sono 6, accompagnate da 4 amichevoli, mentre nel 2009 le apparizioni ufficiali saranno 4 con un'amichevole. Il 9 settembre 2009 si provoca una microfrattura al quinto metatarsale del piede sinistro nella partita vinta dal Paraguay contro l'Argentina, che gli compromette l'intera stagione con la squadra di club.[24] Nonostante la prolungata inattività, il CT paraguaiano Gerardo Martino lo convoca comunque per i Mondiali in Sudafrica, dove disputa 3 partite (una del primo turno, gli ottavi e i quarti) precedute dall'amichevole di preparazione del 2 giugno contro la Grecia.

Ritorna in Nazionale il 17 novembre 2010 per disputare l'amichevole contro la Nazionale di calcio di Hong Kong, siglando la sua terza rete con la maglia dell'Albirroja nel 7-0 finale.[48]

Il 25 giugno 2011, dopo 3 amichevoli nello stesso mese, viene inserito dal commissario tecnico Gerardo Martino nella lista dei convocati per la Coppa America disputata in Argentina. Nella competizione disputa la prima partita contro l'Ecuador, dove accusa un infortunio uscendo dal campo al 37'; salta quindi le successive due partite del girone.[49] Torna disponibile nella gara dei quarti contro il Brasile subentrando nella ripresa ad Enrique Vera. Nonostante un suo errore nei tiri di rigore, la squadra riesce ad accedere alle semifinali dove affronta e vince (sempre ai rigori) contro il Venezuela e guadagnosi così un posto nella finale contro l'Uruguay, che la sua squadra perde per 3-0 (Barreto non viene utilizzato nell'incontro).[50]

Punto fermo della Nazionale,[51] il 5 agosto 2012 si ritira dalla stessa per motivi di carattere fisiologico.[52]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 30 maggio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Comp Pres Reti Reti
2002 Paraguay Cerro Porteño PD 6+?[53] 0 - - - CL+CS  ? 0 - - - 6+ 0
2003 PD 20+?[54] 4+0[54] - - - CL 2+ 1 - - - 22+ 5
Totale Cerro Porteño 26+ 4+0 - - 2+ 1 - - 28+ 5
gen.-giu. 2004 Paesi Bassi N.E.C. E 9 0 CO 4 0 CU 0 0 - - - 13 0
2004-2005 E 25 5 CO 1 0 - - - - - - 26 5
2005-2006 E 32+2[55] 3+0[55] CO 6 3 - - - - - - 40 6
2006-2007 E 29+4[56] 2+0[56] CO 5 0 - - - - - - 38 2
Totale N.E.C. 95+6 10+0 16 3 0 0 - - 117 13
2007-2008 Italia Reggina A 36 3 CI 2 1 - - - - - - 38 4
2008-2009 A 32 2 CI 1 0 - - - - - - 33 2
Totale Reggina 68 5 2 1 - - - - 71 6
2009-2010 Italia Atalanta A 4 0 CI 1 0 - - - - - - 5 0
2010-2011 B 29 2 CI 0 0 - - - - - - 29 2
ago. 2011 - - - CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Atalanta 33 2 1 0 - - - - 34 2
ago. 2011-2012 Italia Palermo A 34 1 CI 0 0 UEL - - - - - 34 1
2012-2013 A 30 0 CI 2 0 - - - - - - 32 0
2013-2014 B 34 4 CI 0 0 - - - - - - 34 4
Totale Palermo 98 5 2 0 - - - - 100 5
Totale carriera 320+ 26+0 21 4 2+ 1 - - 343+ 31

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Paraguay Paraguay
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
08/07/2004 Arequipa Paraguay Paraguay 1 – 0 Costa Rica Costa Rica Coppa America 2004 - 1º turno -
11/07/2004 Arequipa Paraguay Paraguay 1 – 1 Cile Cile Coppa America 2004 - 1º turno -
14/07/2004 Arequipa Brasile Brasile 1 – 2 Paraguay Paraguay Coppa America 2004 - 1º turno -
18/07/2004 Tacna Paraguay Paraguay 1 – 3 Uruguay Uruguay Coppa America 2004 - Quarti -
05/09/2004 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2006 -
17/11/2004 Montevideo Uruguay Uruguay 1 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2006 -
27/03/2005 Quito Ecuador Ecuador 5 – 2 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2006 -
30/03/2005 Asunción Paraguay Paraguay 2 – 1 Cile Cile Qual. Mondiali 2006 -
05/06/2005 Porto Alegre Brasile Brasile 4 – 1 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2006 -
08/06/2005 Asunción Paraguay Paraguay 4 – 1 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2006 -
17/08/2005 Ciudad del Este Paraguay Paraguay 3 – 0 El Salvador El Salvador Amichevole 1
03/09/2005 Asunción Paraguay Paraguay 0 – 0 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2006 -
01/03/2006 Cardiff Galles Galles 0 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
24/05/2006 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 2 Paraguay Paraguay Amichevole -
31/05/2006 Dornbirn Paraguay Paraguay 1 – 0 Georgia Georgia Amichevole -
15/06/2006 Berlino Svezia Svezia 1 – 0 Paraguay Paraguay Mondiali 2006 - 1º turno -
20/06/2006 Kaiserslautern Paraguay Paraguay 2 – 0 Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago Mondiali 2006 - 1º turno -
07/10/2006 Brisbane Australia Australia 1 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole -
28/03/2007 Bogotà Colombia Colombia 2 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
02/06/2007 Vienna Austria Austria 0 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
05/06/2007 Città del Messico Messico Messico 0 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole -
20/06/2007 Santa Cruz de la Sierra Bolivia Bolivia 0 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
28/06/2007 Maracaibo Paraguay Paraguay 5 – 0 Colombia Colombia Coppa America 2007 - 1º turno -
02/07/2007 Barinas Stati Uniti Stati Uniti 1 – 3 Paraguay Paraguay Coppa America 2007 - 1º turno 1
05/07/2007 Barquisimeto Argentina Argentina 1 – 0 Paraguay Paraguay Coppa America 2007 - 1º turno -
08/07/2007 Maturin Messico Messico 6 – 0 Paraguay Paraguay Coppa America 2007 - Quarti -
08/09/2007 Puerto Ordaz Venezuela Venezuela 3 – 2 Paraguay Paraguay Amichevole -
12/09/2007 Bogotà Colombia Colombia 1 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
13/10/2007 Lima Perù Perù 0 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 -
18/10/2007 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 0 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2010 -
17/11/2007 Asunción Paraguay Paraguay 5 – 1 Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2010 -
21/11/2007 Santiago del Cile Cile Cile 0 – 3 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 -
26/03/2008 Atteridgeville Sudafrica Sudafrica 3 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
31/05/2008 Tolone Francia Francia 0 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
15/06/2008 Asunción Paraguay Paraguay 2 – 0 Brasile Brasile Qual. Mondiali 2010 -
18/06/2008 La Paz Bolivia Bolivia 4 – 2 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 -
20/08/2008 Nyon Paraguay Paraguay 1 – 1 Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole -
06/09/2008 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 -
09/09/2008 Asunción Paraguay Paraguay 0 – 1 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2010 -
11/10/2008 Bogotà Colombia Colombia 0 – 1 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 -
15/10/2008 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2010 -
19/11/2008 Mascate Oman Oman 0 – 1 Paraguay Paraguay Amichevole -
28/03/2009 Montevideo Uruguay Uruguay 2 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 -
06/06/2009 Asunción Paraguay Paraguay 0 – 2 Cile Cile Qual. Mondiali 2010 -
12/08/2009 Seul Corea del Sud Corea del Sud 1 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole -
05/09/2009 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2010 -
09/09/2009 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 0 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2010 -
02/06/2010 San Gallo Grecia Grecia 0 – 2 Paraguay Paraguay Amichevole -
20/06/2010 Bloemfontein Slovacchia Slovacchia 0 – 2 Paraguay Paraguay Mondiali 2010 - 1º turno -
29/06/2010 Pretoria Paraguay Paraguay 0 – 0 dts
(5-3 dcr)
Giappone Giappone Mondiali 2010 - Ottavi -
03/07/2010 Johannesburg Paraguay Paraguay 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2010 - Quarti -
17/11/2010 Hong Kong Hong Kong Hong Kong 0 – 7 Paraguay Paraguay Amichevole 1
07/06/2011 Luque Paraguay Paraguay 0 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole -
11/06/2011 Asunción Paraguay Paraguay 2 – 0 Romania Romania Amichevole -
23/06/2011 Asunción Paraguay Paraguay 0 – 0 Cile Cile Amichevole -
03/07/2011 Santa Fe Paraguay Paraguay 0 – 0 Ecuador Ecuador Coppa America 2011 - 1º turno -
17/07/2011 La Plata Brasile Brasile 0 – 0 dts
(0-2 dcr)
Paraguay Paraguay Coppa America 2011 - Quarti -
20/07/2011 Mendoza Paraguay Paraguay 0 – 0 dts
(5-3 dcr)
Venezuela Venezuela Coppa America 2011 - Semifinali -
08/10/2011 Lima Perù Perù 2 – 0 Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2014 -
11/10/2011 Asunción Paraguay Paraguay 1 – 1 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2014 -
Totale Presenze 60 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Atalanta: 2010-2011
Palermo: 2013-2014

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Atene 2004

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 26+ (4) considerando la Liguilla Pre-Libertadores 2002 e 2003.
  2. ^ 101 (10) considerando i play-off per la qualificazione in Intertoto 2006 e 2007.
  3. ^ a b c L'Atalanta e il Barreto ritrovato: "Le punizioni? Mi ispiro ad Arce, ma mi allenava mio fratello portiere" Tuttoatalanta.com
  4. ^ Barreto in gol nel settebello del Paraguay. In campo anche Carmona col Cile Tuttoatalanta.com
  5. ^ È nato Iker Barreto Palermocalcio.it
  6. ^ a b Palermo-Milan, vite da mediani: Barreto VS Nocerino Rosanerogirls.it
  7. ^ a b I gemelli sud americani Barreto il "cagnass" e Carmona "el muto" Bergamonerazzurra.com
  8. ^ Preso Alvarez dal Bari si cerca di chiudere per Gago ed una punta. Presi Barreto e Della Rocca Rosanerosiamonoi.com
  9. ^ (EN) Copa Libertadores de América 2003 Rsssf.com
  10. ^ (ES) Cerro vence 3-2 a Universidad Católica Eluniverso.com
  11. ^ NEC-Roosendaal 3-0 Transfermarkt.it
  12. ^ a b Edgar Barreto, interditore di qualità Thevoiceontheweb.it
  13. ^ Ufficiale: Edgar Barreto alla Reggina Tuttomercatoweb.com
  14. ^ (NL) «Op 19 juli 2007 tekende hij een vierjarig contract bij het Italiaanse Reggina» Nec-nijmegen.nl
  15. ^ Reggina-Atalanta 1-1 Transfermarkt.it
  16. ^ (EN) Reggina-Piacenza 3-2 Football-lineups.com
  17. ^ Atalanta-Reggina 2-2 Transfermarkt.it
  18. ^ Reggina, un altro miracolo. Empoli quasi spacciato, ma... Repubblica.it
  19. ^ Edgar Barreto in nerazzurro Atalanta.it
  20. ^ Edgar Barreto, il paraguaiano di cristallo Tuttoatalanta.com
  21. ^ Cesena-Atalanta 0-1 Transfermarkt.it
  22. ^ a b c Barreto, la scheda Tuttoatalanta.com
  23. ^ a b c È tornato Barreto, l'eterno miglior acquisto Algeri.net
  24. ^ a b Edgar Barreto out quattro mesi Bergamonews.it
  25. ^ Livorno-Atalanta 1-0 Transfermarkt.it
  26. ^ Atalanta-Padova 4-1 Atalanta.it
  27. ^ Atalanta-Sassuolo 1-0 Atalanta.it
  28. ^ Zamagna ai Top 11 di Rimini: "Noi i migliori? Non era così scontato" Tuttoatalanta.com
  29. ^ Gran Galà Top 11 Serie B 2011 a Rimini in Calciatori-online.com, 24 maggio 2011.
  30. ^ Top 11 della serie B: il Varese fa incetta di premi Varesenews.it
  31. ^ Serie A al via! L'Atalanta - Cambia il modulo, nuova anima argentina Tuttoatalanta.com
  32. ^ Barreto ha una gran voglia di rifarsi: "Con la mia grinta voglio cancellare il passato" Bergamonews.it
  33. ^ Tre acquisti per i rosanero Palermocalcio.it
  34. ^ Cigarini e Brighi in nerazzurro Atalanta.it
  35. ^ Un Palermo che investe Palermocalcio.it
  36. ^ Conti in tasca - Ecco gli ingaggi della Dea: Ciga e Denis i più pagati. E Floccari... Tuttoatalanta.com
  37. ^ Palermo-Inter 4-3 Palermocalcio.it
  38. ^ Il Palermo vola. Al Barbera è 5-1 alla Lazio Palermocalcio.it
  39. ^ Palermo bizzarro: Quattro capitani in un giorno Calciomercato.com
  40. ^ Inter-Palermo: le formazioni ufficiali Palermocalcio.it
  41. ^ Palermo-Atalanta: le formazioni ufficiali Palermocalcio.it
  42. ^ Doppia seduta a Novarello. Stop per Barreto Palermocalcio.it
  43. ^ Lesione al polpaccio per Barreto Palermocalcio.it
  44. ^ Ventidue convocati per il Parma Palermocalcio.it
  45. ^ "La fascia di capitano è un onore. Voglio essere un esempio per i giovani" Palermocalcio.it
  46. ^ Padova-Palermo 0-3 Palermocalcio.it
  47. ^ Palermo: recupera Munoz, Barreto quasi, pericolo rientrato per Daprelà Golsicilia.it
  48. ^ Il Cagnass in rete a Hong Kong, Atalantini.com.
  49. ^ Barreto ancora infortunato al piede già operato due anni fa, Ecodibergamo.it.
  50. ^ Uruguay campione!I re del Sudamerica, Gazzetta.it.
  51. ^ CT Paraguay: "Spero che caso Barreto sia unico" Mediagol.it
  52. ^ Paraguay, Barreto: "Mi ritiro dalla Nazionale perché..." Tuttopalermo.net
  53. ^ Nella Liguilla Pre-Libertadores 2002.
  54. ^ a b Nella Liguilla Pre-Libertadores 2003
  55. ^ a b 2 presenze nei play-off per la qualificazione alla Coppa Intertoto 2006.
  56. ^ a b 4 presenze nei play-off per la qualificazione alla Coppa Intertoto 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]