Arequipa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arequipa
città
Arequipa – Bandiera
Arequipa – Veduta
Localizzazione
Stato Perù Perù
Regione Escudo de Arequipa.svg Arequipa
Provincia Arequipa
Distretto Arequipa
Amministrazione
Sindaco Alfredo Zegarra Tejada
Territorio
Coordinate 16°23′55.76″S 71°32′12.78″W / 16.398822°S 71.536883°W-16.398822; -71.536883 (Arequipa)Coordinate: 16°23′55.76″S 71°32′12.78″W / 16.398822°S 71.536883°W-16.398822; -71.536883 (Arequipa)
Altitudine 2335 m s.l.m.
Superficie 9 862,02 km²
Abitanti 61 519[1] (2007)
Densità 6,24 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso 54
Fuso orario UTC-5
Nome abitanti arequipeña(o)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Perù
Arequipa
Sito istituzionale
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Centro storico della città di Arequipa
(EN) Historical Centre of the City of Arequipa
CatedralArequipa.JPG
Tipo Culturali
Criterio (i) (iv)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 2000
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Arequipa è una città del Perù, situata sulle rive del fiume Chili e capoluogo della provincia e della regione omonima con 61.519 abitanti al censimento 2007[2].

Con in suo agglomerato urbano è la seconda città più popolosa del Paese, dopo la capitale Lima, con oltre 900.000 abitanti. È conosciuta come "La Ciudad Blanca" ("la città bianca") dal colore della pietra con la quale sono stati costruiti tutti gli edifici principali del suo centro storico che, nel 2000, è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Fu fondata nel 1540 da Garcí Manuel de Carbajal, che la chiamò La Villa Hermosa de Arequipa.

La città sorge ai piedi del grande vulcano El Misti (5.822 m s.l.m.) la cui ultima eruzione risale al 1784.

Secondo la tradizione il nome di Arequipa deriva dalla lingua quechua. Quando i sudditi dell'Inca Mayta Cápac, meravigliati dalla bellezza della valle del Chili, gli chiesero il permesso di fermarsi e costruire una città, egli rispose Ari qhipay, cioè sì, fermatevi qui.

Un'altra versione fa risalire il nome della città ad una parola nella lingua degli indigeni Aymara: ari qquepan, una conchiglia marina utilizzata come tromba bellica, per es. per suonare la carica.

Una terza versione fa risalire il nome della città all'espressione nella lingua degli indigeni Aymara: ari qhipaya, che significa al di là della vetta. L'espressione fa riferimento alla migrazione degli indigeni dagli altipiani, a cui la città appariva dopo aver superato la vetta del vulcano Misti

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Clima[modifica | modifica sorgente]

Arequipa Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 20 20 20 21 20 20 20 21 21 21 21 21 20,3 20,3 20,3 21 20,5
T. min. mediaC) 10 10 10 9 8 7 7 7 8 8 8 9 9,7 9 7 8 8,4
Precipitazioni (mm) 42,4 74,4 10,0 5,3 0,2 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 16,8 133,6 15,5 0,0 0,0 149,1

La città[modifica | modifica sorgente]

Il centro della città è la Plaza de Armas, dominata dalla Cattedrale, edificata nel 1656 e ricostruita nel XIX secolo, in seguito a un incendio (1844) e a un devastante terremoto (1868). Attorno alla Plaza de Armas, le vie si sviluppano a scacchiera, secondo l'usanza coloniale.

Personaggi famosi[modifica | modifica sorgente]

Turismo[modifica | modifica sorgente]

Le principali attrazioni turistiche sono:

  • La Cattedrale
  • Il Monastero de Santa Catalina
  • La Chiesa de la Compania
  • La Chiesa de San Francisco
  • Il sobborgo di Yanahuara, con l'omonima chiesa.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Arequipa è gemellata con[senza fonte]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ INEI
  2. ^ dati del censimento 2007. URL consultato il 26 settembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità