Viticoltura in Piemonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Vini del Piemonte)
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Viticoltura in Italia.

La pagina raccoglie informazioni sul panorama vitivinicolo piemontese.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Zone di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Langhe[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Langhe (zona vitivinicola).

Le Langhe sono anzitutto un importante centro di viticoltura e vinificazione, dove spiccano numerose varietà di vino (in larga parte soggette a certificazioni DOC e DOCG), quali Barolo, Nebbiolo, Barbaresco, Dolcetto d'Alba, Dolcetto di Dogliani, Barbera d'Alba, Pelaverga di Verduno.

Monferrato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Monferrato (zona vitivinicola).

Il Monferrato è una delle più note regioni vinicole italiane nel mondo[1][2][3], soprattutto per quel che riguarda i vini rossi[4] e gli spumanti[5][6][7].
Il clima secco di tipo continentale con estati calde tendenti alla siccità e inverni particolarmente freddi e la particolare conformazione idrogeologica dei terreni sono favorevoli alla viticoltura, che peraltro è dominante in tutto il territorio, facendo diventare il vino non solo un elemento di ricchezza economica dell'intera regione, ma anche e soprattutto un vero simbolo della cultura e della tradizione Monferrina. La capillare diffusione dei vitigni autoctoni e conseguentemente di una molteplice varietà di vini, ne sono testimoni.

Roero[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Roero (zona vitivinicola).

Il Roero è assai noto per la produzione di vini di alta qualità tra i quali:

Il territorio al pari delle vicine Langhe è anche nota meta turistica in ambito eno-gastronomico e culturale per i tanti castelli e antichi borghi che costellano il suo piccolo territorio.

Colli tortonesi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Colli tortonesi (vino).

I colli tortonesi, incuneati tra Monferrato e Oltrepò pavese, sono conosciuti principalmente per i vini, tra cui spicca il Timorasso.

Vitigni[modifica | modifica wikitesto]

Autoctoni[modifica | modifica wikitesto]

In biologia una specie autoctona è una specie che si è originata ed evoluta nel territorio in cui si trova.

Vitigno Bacca Zona di coltivazione Immagine
Nebbiolo Nera Uva Nebbiolo.jpg
Albarossa Nera Vitigno di origine relativamente recente, nato da un incrocio tra il Nebbiolo di Dronero, detto Chatus, e il Barbera.
Dolcetto Nera Dolcetto grapes.JPG
Grignolino Nera
Barbera Nera
Erbaluce Bianca VIVC3925 ERBALUCE BIANCA Cluster in the laboratory 10533.jpg
Timorasso Bianca coltivato nell'Alessandrino ed in particolare nelle colline del Tortonese ed in alcune zone del Novese.

Alloctoni[modifica | modifica wikitesto]

In biologia una specie alloctona è una specie che, a causa dell'azione dell'uomo, vive o è coltivata in un territorio diverso dal suo areale storico. Nei vegetali spesso si parla di "specie naturalizzata".

Vini[modifica | modifica wikitesto]

DOCG[modifica | modifica wikitesto]

DOC[modifica | modifica wikitesto]

IGT[modifica | modifica wikitesto]

In Piemonte non sono previsti vini IGT

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Principali aziende e cantine[modifica | modifica wikitesto]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Il turismo enogastronomico si sviluppa su percorsi che attraversano i vigneti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Anna Del Conte, Brasato al Barolo - Beef Braised in Barolo Wine, su BBC.co.uk. URL consultato il 20 novembre 2019.
  2. ^ (EN) Barbara Dunlap, Bycicle tours in Italy, su TravelTips.USAtoday.com. URL consultato il 21 novembre 2019.
  3. ^ (EN) Dave Yoder, Homes in Monferrato, su NYtimes.com. URL consultato il 21 novembre 2019.
  4. ^ (EN) John Brunton, Chilled in Piedmont: a guide to the best places to eat, drink and stay, su TheGuardian.com, 20 luglio 2008. URL consultato il 21 novembre 2019.
  5. ^ (EN) Winepros - OXFORD COMPANION TO WINE, Piedmont, su winepros.com.au. URL consultato il 21 novembre 2019 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2008).
  6. ^ (EN) Jancis Robinson e Julia Harding, The Oxford Companion to Wine, su OxfordCompanionToWine, settembre 2015. URL consultato il 21 novembre 2019.
  7. ^ “The Oxford Companion to Wine” - Una vera e propria enciclopedia del vino, ricca di 4.000 voci, per un totale di 912 pagine, su WineNews.it, 27 maggio 2015. URL consultato il 21 novembre 2019.