Greco di Tufo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Greco di Tufo DOCG.

Greco di Tufo
Dettagli
Stato Italia Italia
Regione Campania
Resa (uva/ettaro) 10,0 t
Resa massima dell'uva 70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
11,0%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
11,5%
Estratto secco
netto minimo
16,0 g/l
Riconoscimento
Tipo DOCG
Istituito con
decreto del
18/07/2003
(revocato nel 2011)
Gazzetta Ufficiale del 05/08/2003,
n 180
Vitigni con cui è consentito produrlo
Disciplinare di produzione abrogato in:
Strade dei Vini.it[1]
« In verità il vino Greco era così pregiato, che nei banchetti veniva versato solo una volta »
(Plinio il Vecchio[2])


Il Greco di Tufo è un vino che beneficia della menzione DOCG. Come tale è prodotto in otto Comuni della provincia di Avellino.

È uno tra i pochi bianchi in Italia che si presta all'invecchiamento.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: giallo paglierino più o meno intenso.
  • odore: gradevole, intenso, fine, caratteristico.
  • sapore: secco, armonico.
  • Acidità totale minima: 5,0 g/l
  • Gradazione alcolica minima: 11,50% vol.
  • Estratto non riduttore minimo: 16,0 g/l.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il vitigno fu portato nella provincia di Avellino, nella zona dei comuni di Tufo, dai Pelasgi della Tessaglia (Grecia), nel I secolo a.C.

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Crostacei, dentice, tutti i piatti a base di pesce e frutti di mare, formaggi non stagionati e molli, risotto ai funghi porcini.

Lo spumante si abbina come aperitivo ad antipasti freddi in genere (prosciutti e salumi).

Zona di produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'intero territorio amministrativo dei comuni di Tufo, Altavilla Irpina, Chianche, Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina e Torrioni della provincia di Avellino.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • Avellino (1990/91) 7871,0
  • Avellino (1991/92) 8493,1
  • Avellino (1992/93) 12668,82
  • Avellino (1993/94) 9024,06
  • Avellino (1994/95) 12366,83
  • Avellino (1995/96) 17165,4
  • Avellino (1996/97) 18152,7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] Vecchio disciplinare di produzione in: Strade dei Vini.it
  2. ^ [2] Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali - Disciplinari di produzione vini