Arneis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Langhe Arneis.

Arneis è un vitigno piemontese originario del Roero, diffuso oltre che nella regione originaria, anche in Liguria e Sardegna. Le prime citazioni che lo riguardano risalirebbero alla seconda metà del XIX secolo, indicato coi nomi Bianchetta o Nebbiolo Bianco. È il vitigno base per la produzione del noto vino bianco piemontese Roero Arneis DOCG.

Caratteristiche morfologiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Germoglio con apice cotonoso di colore bianco-verdastro con orli sfumati di rosa
  • Grappolo medio o medio-piccolo di forma cilindrica-piramidale, spesso alato
  • Acino medio-piccolo di forma elissoidale e colore giallo-verdastro con abbondante pruina
  • Foglia di media grandezza con tre o cinque lobi a seconda dei cloni
  • Allevamento a controspalliera con potatura corta o mista, predilige terreni collinari di buona esposizione e di composizione prevalentemente sabbiosa
  • È sensibile allo iodio e scarsamente alla muffa grigia e al marciume acido.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Pare che il nome derivi dal dialettale, associato a persona o cosa originale, ribelle, scontrosa, e relativo altresì al nome dell'antico vitigno del bric Arneiso (o Reneiso), che si trova nei pressi di Canale (CN)[1].

Impiego[modifica | modifica wikitesto]

Viene utilizzato nella produzione del Langhe doc, con menzione del vitigno se presente almeno per l' 85%, nel Roero Arneis DOCG in purezza ,sia per la versione ferma (corposo e secco) che quella spumante (metodo classico e Charmat).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roero Arneis Docg | Denominazioni | Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]