Elba Aleatico Passito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elba
Dettagli
Stato Italia Italia
Resa (uva/ettaro) 70 q
Resa massima dell'uva 35,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
11,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
12,0%
Estratto secco
netto minimo
35,0‰
Riconoscimento
Tipo DOCG
Istituito con
decreto del
17/05/2011  
Gazzetta Ufficiale del 08/06/2011,
n 131
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

L'Elba Aleatico Passito (o Aleatico Passito Elba) è un vino DOCG [1][2] la cui produzione è consentita all'Isola d'Elba, in provincia di Livorno. Questo vino da dessert non è liquoroso ma viene fatto con uve passite. L'appassimento delle uve, molto intenso, avviene principalmente al sole a terra o su graticci; pochissimi produttori lo attuano in pianta.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: rosso rubino carico, talvolta con riflessi violacei e tendente al granato con l'invecchiamento
  • odore: intenso e caratteristico
  • sapore: dolce, di corpo, armonico

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

È un vino da dessert, l'abbinamento tradizionale dell'isola d'Elba è la schiaccia'briaca. Non male con il cioccolato, alcuni amano "annaffiare" le pesche con il prezioso nettare. Piacevole come vino da "meditazione" e, quindi, senza abbinamenti.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • Livorno (1994/95) 122,8
  • Livorno (1995/96) 105,88
  • Livorno (1996/97) 115,59

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ DM 30/11/2011 Approvazione disciplinari consolidati vini DOP e IGP e relativo elenco
  2. ^ Codice PDO-IT-A1237 della banca dati dell'Unione Europea, regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio