Scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant'Anna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Scuola Superiore Sant'Anna)
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 43°43′13.23″N 10°24′10.34″E / 43.720342°N 10.402872°E43.720342; 10.402872

Scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant'Anna
Logo Sant'Anna.jpg
SSSA main gate.jpg
Ingresso principale della Scuola
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàPisa
Altre sediPontedera, San Giuliano Terme
Dati generali
Fondazione1987
TipoScuola superiore universitaria
FacoltàScienze sociali; scienze sperimentali
RettoreSabina Nuti
PresidenteYves Mény
Direttore generaleLuca Bardi
Studenti277 allievi ordinari (dicembre 2 017)
372 dottorandi (dicembre 2 017)
Colori        
Mappa di localizzazione
Sito web

La Scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant'Anna (SSSUP), più brevemente Scuola superiore Sant'Anna, è un istituto pubblico di istruzione universitaria a ordinamento speciale con sede a Pisa. L'ente è riconosciuto dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca e opera al fine di favorire lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnologica, sia in ambito nazionale che internazionale[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il conservatorio di Sant'Anna fu istituito dal granduca Pietro Leopoldo di Lorena nel 1785, per l'educazione delle giovani di "civile condizione"; l'ex convento di Sant'Anna, monastero benedettino femminile trecentesco, soppresso nel 1786 nel quadro delle riforme leopoldine.

Nel 1931, fu fondato a Pisa il collegio Mussolini per le scienze corporative, a cui seguì, nel 1932, il collegio nazionale medico; furono ambedue annessi alla Scuola normale superiore e successivamente riorganizzati nel collegio medico-giuridico. Nel 1951, fu creato il collegio "Antonio Pacinotti", cui afferivano le facoltà di economia, ingegneria ed agraria. L'entrata in vigore della legge 117 del 7 marzo 1967 fece confluire i diversi collegi in un unico ente, ovverosia la Scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento, la quale era organizzata nelle aree disciplinari di scienze sociali e di scienze applicate e sperimentali.

Tra il 1975 e il 1979 la scuola fu trasferita nella sede di piazza Martiri della libertà.

Nel 1987, le suore del conservatorio acconsentirono alla cessione dell'immobile alla Scuola, purché restasse intitolato a Sant'Anna; pertanto, rifacendosi alla vicina Scuola Normale, fu costituita[2] la Scuola superiore di studi universitari e perfezionamento Sant'Anna. Il nuovo ente – che al contempo aveva allestito biblioteca – godeva di una propria personalità giuridica e di autonomia disciplinare e amministrativa.

Nel febbraio 2005, la Scuola fu oggetto di un'interrogazione parlamentare circa le presunte irregolarità concernenti la composizione del consiglio di amministrazione, l'assunzione dei ricercatori e l'illegittimità della nuova figura del presidente[3]. A tal proposito fu presentato un ricorso presso il tribunale amministrativo regionale del Lazio, il quale venne respinto con una sentenza del 5 marzo 2008.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La scuola è articolata in due classi:

  • Scienze sociali
  • Scienze sperimentali

Ammissione[modifica | modifica wikitesto]

Vista di un cortile interno della Scuola

Al concorso di ammissione si accede previo superamento di una prova preselettiva obbligatoria – eccettuati i candidati dell'area di scienze mediche – e alla quale si può accedere soltanto una volta[4].

L'ammissione ai corsi della Scuola superiore Sant'Anna si consegue con il superamento di un concorso pubblico; ogni anno, la Scuola emana un bando di concorso[5] dove sono indicati il numero di posti disponibili e le modalità di selezione per l'ammissione.

Istituti di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

L'area della ricerca di Pisa, ospitante l'istituto TeCIP

Gli Istituti di ricerca attivi presso l'ateneo sono:[6]

  • Istituto di biorobotica
  • Istituto di diritto, politica, sviluppo (DIRPOLIS)
  • Istituto di economia
  • Istituto di management
  • Istituto di scienze della vita
  • Istituto di tecnologie della comunicazione, dell'informazione e della percezione (TeCIP)

Associazione degli allievi[modifica | modifica wikitesto]

L'Associazione degli allievi della Scuola superiore Sant'Anna si è costituita nel maggio del 2006; ad essa possono aderirvi gli studenti dei corsi ordinari e dei corsi di perfezionamento.

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statuto della scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant'Anna (PDF). URL consultato il 24 gennaio 2019.
  2. ^ Legge 14 febbraio 1987, n. 41, su normattiva.it. URL consultato il 27 aprile 2013.
  3. ^ Atti Parlamentari - Camera dei Deputati - Seduta del 3 febbraio 2005 (PDF), su camera.it. URL consultato il 27 aprile 2013.
  4. ^ Preselezione, su santannapisa.it. URL consultato il 24 gennaio 2019.
  5. ^ Scuola Superiore Sant'Anna - Concorso di ammissione Archiviato il 13 marzo 2014 in Internet Archive.
  6. ^ Istituti, su santannapisa.it. URL consultato il 24 gennaio 2019.
  7. ^ a b Curriculum accademico e professionale (PDF), su santannapisa.it, 7 dicembre 2012. URL consultato il 24 gennaio 2019.
  8. ^ Le congratulazioni del Ministro Francesco Profumo a Giuliano Amato, nuovo presidente della Scuola superiore Sant'Anna di Pisa, su istruzione.it, 21 febbraio 2012. URL consultato il 27 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2012).
  9. ^ Amato si è dimesso S. Anna senza presidente, in La Repubblica, 13 settembre 2013. URL consultato il 5 settembre 2017. Dimessosi nel settembre 2013, poiché nominato membro della Corte Costituzionale
  10. ^ Yves Mény è il nuovo presidente della Scuola Sant'Anna, in Il Tirreno, 14 gennaio 2014. URL consultato il 5 settembre 2017.
  11. ^ Francesco Donato Busnelli, su lider-lab.sssup.it. URL consultato il 24 gennaio 2019.
  12. ^ L'abbraccio della scuola superiore Sant'Anna a Paolo Ancilotti, su santannapisa.it, 10 maggio 2012. URL consultato il 24 gennaio 2019.
  13. ^ Professori ordinari – Maria Chiara Carrozza, su santannapisa.it. URL consultato il 24 gennaio 2019.
  14. ^ Atto di nomina del rettore (PDF), 8 maggio 2013. URL consultato il 24 gennaio 2019.
  15. ^ Valeria Strambi, Pisa, Sabina Nuti è la nuova rettrice della Scuola Sant'Anna, in la Repubblica (Firenze), 27 marzo 2019. URL consultato il 27 marzo 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicola Bellini, Nadio Delai (a cura di), Merito, Ambizione, Collegialità: il contributo della Scuola Superiore Sant'Anna alla formazione della classe dirigente, Pisa, ETS, 2009
  • Gianluca Breghi, Elisa Neri (a cura di), La chiesa e il monastero di Sant'Anna in Pisa: sede della Scuola Superiore Sant'Anna, Pontedera, Bandecchi & Vivaldi, 2002

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN140916535 · ISNI (EN0000 0004 1762 600X · LCCN (ENn2002118813
Università Portale Università: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di università