Vedelago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vedelago
comune
Vedelago – Stemma Vedelago – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Treviso-Stemma.png Treviso
Amministrazione
Sindaco Cristina Andretta (Indipendenza Veneta e liste civiche) dal 27-5-2013
Territorio
Coordinate 45°41′00″N 12°01′00″E / 45.683333°N 12.016667°E45.683333; 12.016667 (Vedelago)Coordinate: 45°41′00″N 12°01′00″E / 45.683333°N 12.016667°E45.683333; 12.016667 (Vedelago)
Altitudine 43 m s.l.m.
Superficie 61,66 km²
Abitanti 16 678[1] (31-12-2010)
Densità 270,48 ab./km²
Frazioni Albaredo, Barcon, Casacorba, Cavasagra, Fanzolo, Fossalunga
Comuni confinanti Altivole, Castelfranco Veneto, Istrana, Montebelluna, Piombino Dese (PD), Resana, Riese Pio X, Trevignano
Altre informazioni
Cod. postale 31050
Prefisso 0423
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 026089
Cod. catastale L706
Targa TV
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti vedelaghesi
Patrono san Martino
Giorno festivo 11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vedelago
Il territorio comunale nella provincia di Treviso.
Il territorio comunale nella provincia di Treviso.
Sito istituzionale

Vedelago (Vedełago in veneto) è un comune italiano di 16.151 abitanti della provincia di Treviso in Veneto.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Vedelago, ha un clima temperato subcontinentale. La temperatura media annua è di 13 °C, con precipitazioni che si aggirano sui 30 mm al mese, variando però a seconda della stagione[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del comune, con il suffisso -ago assai frequente in Veneto, potrebbe derivare dal nome di un colono romano (Vitellius), proprietario di terreni della zona, se non di allevamenti di bovini (indicati, nel loro complesso, come fundus Vitellianus o simili). Un'ipotesi meno solida vi individua la parola lacus "lago", in riferimento ad una zona acquitrinosa[3].

La preistoria[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Vedelago, ricchissimo di risorgive, ha favorito la presenza umana sin dai tempi più antichi. In località Fossa Storta di Cavasagra, nei pressi delle sorgenti del Sile, è stata ritrovata una notevole quantità di resti di utensili, armi e macine da mulino risalenti al neolitico. Proprio presso le sorgenti del fiume, altri reperti testimoniano la presenza di un grande insediamento palafitticolo (sette-ottomila abitanti) risalente all'eneolitico; si tratta, tra l'altro, di ossa di animali domestici, avanzi di cibo, utensili e urne appartenenti a una necropoli[3].

L'età romana[modifica | modifica wikitesto]

Con l'arrivo dei Romani, Vedelago venne assegnata al territorio di Asolo e fu coinvolta nelle opere di centuriazione che riorganizzarono radicalmente l'ambiente rurale. L'orientamento di cardi e decumani si basò sul tracciato della via Postumia, realizzata nel 148 a.C. Tracce della centuriazione sono ancora evidenti nell'attuale disposizione di strade, campi e fossati, particolarmente nelle frazioni di Fanzolo e Barcon.

Per quanto riguarda i reperti archeologici, lungo la Postumia sono stati portati alla luce resti di abitazioni e sepolture[3].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa[modifica | modifica wikitesto]

La nuova chiesa di Vedelago è stata costruita tra il 1926 ed il 1927 demolendo un precedente luogo di culto.

Lunga circa 55m e con un'altezza di circa 20m, all'esterno presenta dei muri in pietre di colore rosso chiaro, mentre all'interno l'aspetto più distintivo è rappresentato da 12 colonne collegate tra loro da alcune arcate.

A differenza di molte chiese della zona, quella di Vedelago presenta un originale ed affascinante stile romanico-gotico, apparendo piuttosto cupa.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

In base al numero di abitanti, Vedelago si piazza all'11º posto tra i 95 comuni della provincia di Treviso. Tuttavia, la sua superficie (una delle più vaste) gli conferisce una densità abitativa piuttosto bassa, quantomeno rispetto agli altri comuni più popolosi. Abitanti censiti[4]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Albaredo: frazione di circa 2000 abitanti, il nome sembra derivare dalla natura del luogo, ovvero dal latino arbor (albero) o albulus (pioppo). Si tratta di un insediamento di origine romana, come testimoniano i numerosi resti (monete, una tomba a inumazione, pozzi ed embirici) e la famosa centuriazione romana asolana, che comprende tutta la zona di collegamento tra Asolo e l'ovest trevigiano. La parrocchiale di Albaredo è del XVII secolo, ed è probabilmente stata eretta sui resti di quella precedente. Inoltre numerose sono le ville nobili presenti nella zona, tra cui Villa Grimani, Villa Morosini e Villa Pinarello.
  • Barcon : frazione di circa 1300 abitanti, sviluppatasi attorno ai possedimenti della nobile famiglia veneziana dei Pola (Castropola) intorno al XVI secolo (ma le prime notizie sono del XII secolo), il patrono è San Michele Arcangelo. Le principali attività economiche sono gli allevamenti di bovini e tacchini e l'agricoltura in genere; negli ultimi anni si è sviluppato il settore dell'edilizia (5 aziende edili per 1000 abitanti).
  • Casacorba : frazione di circa 1260 abitanti, nel suo territorio si trovano le sorgenti o "fontanassi" del fiume Sile, zona di valore naturalistico protetta da un parco regionale.
  • Cavasagra frazione di circa 2000 abitanti, nota in modo particolare per la presenza di Villa Corner. Nel corso dell'Ottocento fu sede comunale.
  • Fanzolo
  • Fossalunga

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il centro di riciclo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Trattamento meccanico-biologico#Il Centro Riciclo Vedelago.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Paolo Quaggiotto Lega Nord Sindaco
2009 2012 Paolo Quaggiotto Lega Nord Sindaco
2012 27 maggio 2013 Pietro Signoriello Commissario prefettizio
27 maggio 2013 in carica Cristina Andretta liste civiche Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio dell'attuale Vedelago ha subito numerose variazioni dal punto di vista amministrativo. Sotto il Regno Lombardo-Veneto si era raggiunta una definitiva sistemazione con l'istituzione dei comuni di Albaredo (comprendente anche Casacorba, oltre che Campigo e San Marco), Fossalunga (con Sant'Andrea di Cavasagra, come era allora denominata la borgata) e Vedelago (con Fanzolo e Barcon).

Con l'avvento del Regno d'Italia, Fossalunga venne unito ad Albaredo (che nel frattempo aveva ceduto Campigo a Castelfranco), mentre la frazione San Marco passava a Resana (RDL 3835 del 7 settembre 1866). In seguito gli uffici comunali venivano spostati a Sant'Andrea di Cavasagra e il comune veniva così ridenominato (RDL 3937 dell'8 settembre 1867).

L'ultima variazione amministrativa ha visto la soppressione del comune di Sant'Andrea di Cavasagra e l'aggregazione dei territori a Vedelago (RDL 429 del 26 agosto 1871)[5].

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. A.C. Vedelago che milita nel girone F veneto di 1ª Categoria.

Basket[modifica | modifica wikitesto]

In quest'ambito si ricorda la società Fortitudo Vedelago; fondata nel 1987, la prima squadra milita attualmente in Promozione[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Informazioni dalla sezione "Ambiente" del sito istituzionale
  3. ^ a b c Informazioni dalla sezione "Cenni Storici" del sito istituzionale.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3
  6. ^ Sito della Fortitudo Basket Vedelago.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]