Crocetta del Montello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crocetta del Montello
comune
Crocetta del Montello – Stemma Crocetta del Montello – Bandiera
Crocetta vista dal Collalto (Colli Asolani).
Crocetta vista dal Collalto (Colli Asolani).
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Treviso-Stemma.png Treviso
Amministrazione
Sindaco Marianella Tormena (lista civica La Civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate 45°50′00″N 12°02′00″E / 45.833333°N 12.033333°E45.833333; 12.033333 (Crocetta del Montello)Coordinate: 45°50′00″N 12°02′00″E / 45.833333°N 12.033333°E45.833333; 12.033333 (Crocetta del Montello)
Altitudine 146 m s.l.m.
Superficie 26,38 km²
Abitanti 6 090[1] (31-12-2010)
Densità 230,86 ab./km²
Frazioni Ciano del Montello, Nogarè
Comuni confinanti Cornuda, Montebelluna, Moriago della Battaglia, Pederobba, Vidor, Volpago del Montello
Altre informazioni
Cod. postale 31035
Prefisso 0423
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 026025
Cod. catastale C670
Targa TV
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona E, 2 461 GG[2]
Nome abitanti crocettani
Patrono san Giuseppe sposo della Beata Vergine
Giorno festivo 30 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Crocetta del Montello
Il territorio comunale nella provincia di Treviso.
Il territorio comunale nella provincia di Treviso.
Sito istituzionale

Crocetta del Montello (Crozeta in veneto[3]) è un comune italiano di 6.092 abitanti[4] della provincia di Treviso in Veneto.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le origini del nome

Il toponimo Crocetta indicherebbe un incrocio fra strade attorno al quale si sarebbe sviluppata la località[5].

La nascita di Crocetta è recente e in origine rappresentava un modesta località di campagna dipendente da Nogarè. Quando Ciano e Nogarè andarono a formare un comune autonomo (1902), si scelse di porre la sede comunale proprio alla Crocetta, a metà strada fra le due frazioni; attorno al municipio finì per svilupparsi l'odierna cittadina.

A Crocetta del Montello ebbe sede la Corte dei Conti della Repubblica Sociale Italiana, presidiata dalla Xª Flottiglia MAS[6].

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[7]

Persone legate a Crocetta del Montello[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Il comune è stato costituito nell'anno 1902 staccando le frazioni Ciano e Nogarè dal comune di Cornuda.

La denominazione del comune fino al 1928 era Crocetta Trevigiana e l'appellativo servì per distinguerlo dall'omonimo comune della provincia di Rovigo. Nel 1928 cambiò il predicato in "del Montello" in riferimento agli eventi della Grande Guerra[8].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Posta lungo la via Erizzo, dal 1913 al 1931 Crocetta del Montello fu servita da una stazione una stazione della Tranvia Montebelluna-Valdobbiadene, che rappresentò al tempo un importante strumento di sviluppo per l'economia della zona.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 240.
  4. ^ Dato Istat al 28/2/2011.
  5. ^ Francesco Ferrarese, Elementi di toponomastica (PDF) in Montello, Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna, 2005, p. 102. URL consultato il 29 agosto 2010..
  6. ^ Enrico Opocher, Livio Morello, Gigi Toaldo - Il rastrellamento del Grappa (20-26 settembre 1944) - Marsilio Editori - Istituto veneto per la storia della Resistenza - Annali 1984-1985
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Unità amministrative. Variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000. Popolazione legale per comune ai censimenti dal 1861 al 1991 ai confini dell'epoca, Roma, ISTAT, 2001, ISBN 88-458-0574-3.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]