Mario Almondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Almondo (Torino, 17 settembre 1964) è un ingegnere italiano. È l'attuale responsabile della Direzione Processi Produttivi della Gestione Gran Turismo e Direttore Qualità del Gruppo Ferrari.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Almondo si è laureato al Politecnico di Milano in Ingegneria delle tecnologie industriali con indirizzo economico-organizzativo.

Arriva in Ferrari nel 1991, dapprima nella divisione Gran Turismo in qualità di responsabile tecnologie e industrializzazione meccanica, assemblaggio, fonderia e sale prova motori. Dopo due anni entra a far parte dell'Ufficio del personale e nel 1995 approda alla divisione sportiva della scuderia in qualità di direttore industriale.

Nel settembre 2005 diviene direttore del personale e dell'organizzazione[1]. Nel novembre 2006 è promosso a capo della direzione tecnica[2], a cui fa capo la direzione autotelaio (allora guidata da Aldo Costa) e la direzione motori (guidata allora da Gilles Simon).

Nel 2007 è stato il direttore tecnico della Scuderia, e fino al 2009 ha ricoperto l'incarico di Direttore delle Operazioni della Scuderia Ferrari.

Nel settembre 2011 è stato nominato responsabile della Direzione Processi Produttivi della Gestione Gran Turismo. Nel febbraio 2013 lascia la Scuderia Ferrari per trovare nuovi stimoli, ma, secondo voci, per incompatibilità con un personaggio di spicco della dirigenza.[3]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— 10 maggio 2004[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Corriere.it
  2. ^ Gazzetta.it
  3. ^ Twitter / f1_notizie: Mario Almondo, direttore tecnico
  4. ^ Quirinale.it - Dettaglio decorato - Almondo Ing. Mario

Controllo di autorità VIAF: 169003721