Ferrari 642 F1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ferrari 642 F1
Jean alesi 1991.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Ferrari
Categoria Formula 1
Squadra Scuderia Ferrari
Progettata da Steve Nichols
Sostituisce Ferrari 641 F1
Sostituita da Ferrari 643 F1
Descrizione tecnica
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4.400 mm
Larghezza 2.130 mm
Altezza 1.004 mm
Passo 2.881 mm
Peso 505 kg
Altro
Avversarie McLaren MP4/6
Williams FW14
Benetton B191
Jordan 191
Tyrrell 020
Risultati sportivi
Piloti Jean Alesi
Alain Prost
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
6 0 0 2

La Ferrari 642 F1 era una vettura Ferrari da competizione, nota anche come F1-91, che partecipò al campionato di Formula Uno 1991.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Questa vettura aveva il difficile compito di rimpiazzare la Ferrari 641 F1 che dopo anni di crisi riportò la Scuderia Ferrari ai livelli di competitività che più le si addicono. La 642 è un derivato proprio della 641, più precisamente della Ferrari 641/2,[1] ma nonostante ciò si rivelò essere un'auto poco competitiva. Le differenze erano infatti minime e riguardavano principalmente gli alettoni, dovute alle modifiche al regolamento,[1] e il motore, in cui venne rinnovata l'elettronica della Magneti Marelli.[1]

Come la Ferrari 641 F1, la 642 venne evoluta già alla terza gara a Imola, con pance laterali allungate nella parte posteriore ed airscope maggiorato. La mancanza di competitività venne individuata in parte nell'aerodinamica oramai superata (si stava iniziando ad affermare la configurazione a muso rialzato); questo spinse la Ferrari a costruire una nuova vettura, contraddistinta dalla sigla Ferrari 643 F1, profondamente modificata nella scocca a muso rialzato e nella fluidodinamica interna. Il principale motivo della mancanza di competitività era però dato soprattutto dagli interventi sul corpo vettura che rovinarono totalmente il perfetto bilanciamento ereditato dalla 641. La 642 fu un netto passo indietro rispetto alla vincente vettura del 1990, tanto che un'opzione tenuta in conto all'interno della squadra fu proprio quella di rispolverare quest'ultima almeno per la prima parte del mondiale 1991 .

Presentazione[modifica | modifica sorgente]

La 642 F1, per la prima volta nella storia del team italiano, non venne presentata a Maranello, ma al Circuito del Mugello in Toscana il 18 febbraio.[1]

La stagione[modifica | modifica sorgente]

Nel suo primo Gran Premio (a Phoenix, Stati Uniti), la vettura non sfigurò in quanto il vicecampione in carica, Alain Prost andò a podio, ottenendo il secondo posto dietro Ayrton Senna e il compagno Jean Alesi fece segnare il giro più veloce in gara. Inoltre le Williams non andarono a punti. Tuttavia già dal secondo Gran Premio (Brasile), le cose cambiarono. Le McLaren andarono ambedue a podio (vittoria di Senna con Gerhard Berger terzo), e la Williams di Riccardo Patrese si piazzò seconda, anche se le Ferrari ottennero il quarto posto (Prost) e sesto (Alesi), dunque tutte e due a punti. Nella gara seguente a Imola invece, le rosse non ottennero punti e addirittura Prost uscì di pista nel giro di ricognizione e si ritirò. Vi furono poi un podio di Alesi a Montecarlo e due doppie battute a vuoto in Canada e in Messico; dopodiché la 642 venne accantonata definitivamente per fare posto alla nuova 643.

Risultati completi[modifica | modifica sorgente]

Anno Vettura Motore Gomme Piloti Flag of the United States.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Mexico.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
1991 642 F1 Ferrari Tipo 037 G Prost 2 4 NP 5 Rit Rit 55.5[2]
Alesi Rit 6 Rit 3 Rit Rit
Morbidelli TP TP TP TP TP TP

Piloti[modifica | modifica sorgente]

Scheda tecnica Ferrari 642 F1[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Carlo Marincovich, Ferrari nuova o quasi in Repubblica, 19 febbraio 1991, p. 42.
  2. ^ 16 punti furono ottenuti dalla 642, 39.5 punti furono ottenuti dalla 643

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]