Cassano Magnago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cassano Magnago
comune
Cassano Magnago – Stemma
Cassano Magnago – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
Sindaco Nicola Poliseno (PdL - Lista civica) dal 21-05-2012
Territorio
Coordinate 45°41′00″N 8°50′00″E / 45.683333°N 8.833333°E45.683333; 8.833333 (Cassano Magnago)Coordinate: 45°41′00″N 8°50′00″E / 45.683333°N 8.833333°E45.683333; 8.833333 (Cassano Magnago)
Altitudine 261 m s.l.m.
Superficie 12,19 km²
Abitanti 21 631[1] (30-6-2011)
Densità 1 774,49 ab./km²
Comuni confinanti Busto Arsizio, Cairate, Carnago, Cavaria con Premezzo, Fagnano Olona, Gallarate, Oggiona con Santo Stefano
Altre informazioni
Cod. postale 21012
Prefisso 0331
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012040
Cod. catastale C004
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti Cassanesi
Patrono san Maurizio
Giorno festivo 22 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cassano Magnago
Posizione del comune di Cassano Magnago nella provincia di Varese
Posizione del comune di Cassano Magnago nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Cassano Magnago (Casan Magnagh in dialetto varesotto) è un comune italiano di 21 631 abitanti[1] della provincia di Varese in Lombardia, ed ha una superficie territoriale con un'altimetria che varia dai 242 m s.l.m. ai 321 m s.l.m.. Cassano Magnago è stata elevata al rango di città a seguito del D. P. R. 10 novembre 1997.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Idrografia[modifica | modifica sorgente]

Cassano Magnago è bagnata da numerosi torrenti. Il torrente Rile, proviene dalla zona collinare di Caronno Varesino, ed attraversa il centro di Cassano sotto il livello stradale. Torna allo scoperto a sud del centro, scorrendo rettilineo verso Busto Arsizio, dove sfocia insieme al Tenore in un'area naturale di spagliamento, oggi confinata da una serie di vasche. A nord del centro cassanese, il Rile riceve le acque del torrente Riofreddo, che nasce tra Cassano ed Oggiona con Santo Stefano.In questa zona, proprio vicino al centro sportivo Milanello (di cui 2/3 del terreno sono proprio sotto il comune di Cassano Magnago), sono presenti importanti vasche di contenimento che negli ultimi anni hanno salvato la popolazione di Cassano Magnago da pericolose e nefaste alluvioni. È presente sul territorio comunale anche un laghetto denominato Boza le cui acque di scolo finiscono nella valle dell'Arno. Tale bacino era in origine una cava di argilla mentre oggi è adibita ad oasi LIPU, importante luogo di rifugio per gli uccelli. A nord est lambisce Cassano il torrente Arno. Presso San Martino confluisce nel Rile il modesto torrente Valle Pozzolo, che scorre tombinato, nel tratto finale. Nella zona sud ovest di Cassano, si trova il torrente Tenore, che scorre tra le campagne fino a raggiungere Busto, dove a nord della città raccoglie le acque del Rile.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Età antica[modifica | modifica sorgente]

In seguito al ritrovamento presso Cassano di un reperto risalente alla cultura di Golasecca (dal 1000 al 500 a.C.), precisamente un'urna cineraria, risalente al periodo tra il 600 ed il 450 a.C., si è pensato che la zona fosse abitata sin da quelle epoche remote. Nei secoli successivi dalle Alpi giunsero nel paese nuove ondate di popoli. La zona tra il Ticino e l'Adda fu occupata dagli Insubri e pare che il nome di Cassano Magnago derivi proprio da questa antica popolazione. Ritrovamenti poi dell'epoca romana, sono dati da tipi vari di sepoltura, monete bronzee, ecc.

Età medievale[modifica | modifica sorgente]

Documenti antichi che parlano di Cassano risalgono poi al 1152. Alla fine del Duecento, nel Liber Notitiae Sanctorum Mediolani del Canonico Goffredo da Bussero, si apprende che già allora esistevano quattro chiese:

Oltre a due Monasteri femminili (quello delle Umiliate sino al 1567).

Nel 1287 l'Arcivescovo Ottone Visconti fece distruggere la roccaforte di Castelseprio e fece erigere un castello in Cassano Magnago tuttora esistente. Un'effigie marmorea di ottone Visconti era inserita nelle mura del castello: probabilmente è scomparsa quando il castello fu rifatto nel 1808 per volere dei Marchesi Del Pozzo. Della costruzione ottoniana è rimasto infatti intatto solo l'ingresso settentrionale. Il bellicoso Arcivescovo forse non fece altro che rimaneggiare delle opere militari preesistenti. Oltre ai Visconti altre famiglie nobili furono importanti per la storia cassanese. In un documento del marzo 1364 sono nominati i Cagnola di Cassano Magnago: il loro cognome è legato all'origine della chiesa che era dedicata a San Rocco in Soiano, di cui diventarono i patroni i Bossi, altri nobili milanesi. A loro subentrarono gli Agazzini ed infine gli Oliva che presero il loro posto nel 1800. Più legati alla parrocchia di San Giulio furono i Crespi, che diedero alla parrocchia tre parroci: Bernardino(1516), Gaspare (1568) e Donato (1583).

La peste[modifica | modifica sorgente]

Anche questa zona non fu risparmiata dalla peste, descritta con dovizia di particolari dal Manzoni. Il primo paese ad esserne colpito fu Busto Arsizio nel dicembre del 1629. In tale frangente tutti i paesi vicini manifestarono la loro solidarieta': Cassano Magnago contribuì con mezzo sacco di pane, 56 dozzine di uova[senza fonte] , una staia e mezzo di legumi e 2 carri di paglia (tratto dalle "cronache" di Reguzzone). Nel 1630 anche il paese fu colpito dalla terribile epidemia: dati precisi sui decessi non ce ne sono ma è certo che fra le vittime ci fu l'allora parroco di Santa Maria, Francesco Pellegatta.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]


Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
21 novembre 1993 15 novembre 1997 Domenico Uslenghi Lega Nord Sindaco
16 novembre 1997 26 maggio 2002 Domenico Uslenghi Lega Nord Sindaco
27 maggio 2002 10 giugno 2007 Aldo Morniroli Lega Nord; Forza Italia; Alleanza Nazionale Sindaco
11 giugno 2007 20 maggio 2012 Aldo Morniroli Lega Nord; Il Popolo della Libertà Sindaco
21 maggio 2012 in carica Nicola Poliseno Il Popolo della Libertà; Lista civica Cassano Magnago - Poliseno sindaco Sindaco

Persone legate a Cassano Magnago[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b ISTAT - Bilancio demografico mensile al 30-6-2011.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.