Università degli Studi di Udine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Università di Udine)
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 46°04′51″N 13°12′42″E / 46.080833°N 13.211667°E46.080833; 13.211667

Università degli Studi di Udine
Logo Università di Udine.svg
Udine, palazzo florio 01.JPG
Palazzo Florio, sede del rettorato
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàUdine
Altre sediGemona, Gorizia, Pordenone
Dati generali
Nome latinoUniversitas Studiorum Utinensis
MottoHic sunt futura
Fondazione1978
TipoStatale
Dipartimenti
  • Area medica
  • Ingegneria e architettura
  • Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società
  • Scienze agroalimentari, ambientali e animali
  • Scienze economiche e statistiche
  • Scienze giuridiche
  • Scienze matematiche, informatiche e fisiche
  • Studi umanistici e del patrimonio culturale
RettoreAlberto Felice De Toni
Studenti15 269 (2017) [1]
Dipendenti678 docenti
537 tecnici e amministrativi
34 collaboratori linguistici (2014) [2]
SportCUS Udine
Mappa di localizzazione
Sito web

L'università degli Studi di Udine (in lingua friulana Universitât dal Friûl; in latino Universitas Studiorum Utinensis) è un'università statale italiana fondata nel 1978 su iniziativa popolare, grazie alla raccolta di oltre 125.000 firme, molte delle quali, giunte dopo il terremoto del 6 maggio 1976.[3] L'ateneo dispone di sedi periferiche a Gemona, Gorizia e Pordenone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Targa dell'università in friulano

L'Ateneo è stato fondato nel 1978, nell'ambito degli interventi per la ricostruzione del Friuli, in seguito al terremoto del 1976 e su richiesta di ampie porzioni della popolazione che supportarono l'iniziativa con la raccolta di 125.000 firme. L'istituzione dell'ente concretizzava il lavoro del consorzio universitario, attivo sin dal 1968;[4] i primi corsi di laurea a gestione autonoma furono avviati nel novembre del 1978.

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Il sigillo dell'ateneo è circolare e vi campeggia, su sfondo azzurro, un'aquila d'oro ornata di rosso con le ali spiegate, la coda gigliata e il capo rivolto verso destra. Sul bordo del sigillo compare la scritta "Universitas Studiorum Utinensis", con parole separate da crocette e divise dal campo interno da una cornice perlinata.

L'archivio di Stato di Udine, approvando la scelta dello stemma e del sigillo dell'università, sottolineava come s'accordasse con la tradizione storica friulana: l'aquila appariva infatti sugli stemmi del patriarcato e della città di Aquileia[senza fonte].

Dipartimenti[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Politi Camavitto in via Zanon a Udine

In seguito alla riforma universitaria del 2010 sono state soppresse le facoltà e i corsi di laurea sono stati localizzati in otto dipartimenti:

  • Dipartimento di area medica
  • Dipartimento politecnico di ingegneria e architettura
  • Dipartimento di lingue e letterature, comunicazione, formazione e società
  • Dipartimento di scienze agroalimentari, ambientali e animali
  • Dipartimento di scienze economiche e statistiche
  • Dipartimento di scienze giuridiche
  • Dipartimento di scienze matematiche, informatiche e fisiche
  • Dipartimento di studi umanistici e del patrimonio culturale

Gruppo teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Il logo del gruppo teatrale, ispirato al simbolo dell'università

Il Gruppo teatrale universitario è un'associazione studentesca[5] dell'università di Udine fondata nel 2004.[6]

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Antonini Cernazai

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MIUR Anagrafe Nazionale Studenti
  2. ^ Ateneo in cifre, su nuva.uniud.it. URL consultato il 23 maggio 2016.
  3. ^ Storia dell'ateneo, su uniud.it, Università degli Studi di Udine. URL consultato l'8 maggio 2016.
  4. ^ Le origini dell'Università, su uniud.it. URL consultato il 28 ottobre 2008.
  5. ^ Associazioni studentesche e di laureati, su uniud.it. URL consultato il 6 novembre 2018.
  6. ^ Costituzione di associazione (PDF), su gtu.uniud.it, 29 gennaio 2004. URL consultato il 6 novembre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paola Benini e Cristina Cescutti (a cura di), L'università del Friuli. Vent'anni, Udine, Forum editrice, 1999, ISBN 9788886756693.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 2113 062X