Alberto Felice De Toni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alberto Felice De Toni
Alberto Felice De Toni.jpg
Alberto Felice De Toni

Rettore dell'Università degli Studi di Udine
Durata mandato 01 ottobre 2013 –
30 settembre 2019
Predecessore Cristiana Compagno

Segretario Generale della Crui
In carica
Inizio mandato 25 novembre 2015
Predecessore Alberto Tesi

Cittadino onorario di Curtarolo (PD)
In carica
Inizio mandato 06 dicembre 2013

Alberto Felice De Toni (Curtarolo, 27 giugno 1955) è un accademico e ingegnere italiano.

Professore ordinario di Ingegneria Economico-Gestionale, è stato eletto Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Udine nel 2013; dal 2019 è Presidente della Fondazione CRUI[1], Conferenza Nazionale dei Rettori delle università italiane.

Studi e carriera accademica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità scientifica, si laurea nel 1980 in Ingegneria Chimica all'Università degli Studi di Padova. Lavora presso l'ENI Ricerche a San Donato Milanese e presso altri gruppi industriali fino al 1983, anno in cui si iscrive al primo ciclo del Dottorato di Ricerca in Scienze dell'Innovazione Industriale presso l'Università degli Studi di Padova, dove consegue il titolo nel 1986.

Nel 1987 diventa Ricercatore in Ingegneria Economico-Gestionale presso l’Università degli Studi di Udine dove diventa professore associato nel 1992 e professore ordinario nel 2000.

Presso la medesima Università è stato Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale dal 2000 al 2006 e Preside della Facoltà di Ingegneria dal 2006 al 2012[2].

Ha diretto vari corsi Master post lauream. Dal 2015 è Direttore del Master Project Management: Managing Complexity[3].

È stato rettore dell'Università degli Studi di Udine dal 1º ottobre 2013 al 2019.[4].

Dal 2015 al 2018 è stato Segretario Generale della Conferenza Nazionale dei Rettori delle Università Italiane[5].

Nell’ambito de I Magnifici Incontri - promossi dalla CRUI - il 29 e 30 giugno 2017 a Udine, in occasione della manifestazione Conoscenza in Festa, ha organizzato con il patrocinio del MIUR il G7 University - Education for All. Durante l’evento, i rappresentanti di oltre 170 tra università e organizzazioni di Europa, America ed Asia hanno elaborato il cosiddetto “Udine G7 University Manifesto”[6].

È stato Presidente dell'AIIG - Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale nel biennio statutario dal 2009 al 2011[7].

Altri incarichi[modifica | modifica wikitesto]

È stato Vice Presidente di AREA Science Park di Trieste dal 2002 al 2006 e Presidente dell’Agenzia per lo Sviluppo Economico della Montagna del Friuli Venezia Giulia dal 2005 al 2010[8].

È stato Presidente della Commissione Nazionale del MIUR, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per la Riorganizzazione dell’Istruzione Tecnica e Professionale dal 2007 al 2011[9].

È membro dal 2010 del Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica promosso dal MIUR[10] ed è stato membro dal 2017 del Comitato Tecnico-Scientifico delle Iniziative per la diffusione della cultura scientifica del MIUR[11].

È stato Presidente dell’Organismo Indipendente di Valutazione dell’Istituto Superiore di Sanità dal 2015 al 2018[12].

Dal 2018 è Presidente dell’Organo di Valutazione del CINECA[13].

Dal 1º gennaio 2019 è Direttore Scientifico del CUOA[14].

Dal 2019 è membro dello Strategic Steering Committee dell’EUI - European University Institute[15].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

L’attività di ricerca, concretizzatasi in oltre 300 pubblicazioni scientifiche, ha riguardato l'ambito dell'Ingegneria gestionale con particolare attenzione all'organizzazione della produzione, la gestione dell'innovazione e la gestione della complessità.

A seguire una selezione delle pubblicazioni:

  • De Toni A. F., Comello L., Prede o ragni. Uomini e organizzazioni nella ragnatela della complessità, UTET, Torino, 2005.
  • De Toni A. F. et al. (editors), International Operations Management. Lessons in Global Business, Gower Publishing Limited, England, 2011.
  • De Toni A. F., Comello L. & Ioan L., Auto-organizzazioni. Il mistero dell’emergenza nei sistemi fisici, biologici e sociali, Marsilio Editori, Venezia, 2011.
  • De Toni A. F., Siagri R. & Battistella, Corporate foresight: Anticipating the Future, Routledge, Routledge - Taylor & Francis, London, 2017.
  • Alberto F. De Toni, Roberto Panizzolo, Sistemi di gestione della produzione, Isedi, Torino, 2018.
  • autore 0 A. Felice De toni e Angelo Tracogna, L'industria del caffè. Analisi del settore, casi di eccellenza e sistemi territoriali. Il caso Trieste, il sole 24 Ore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alberto De Toni è il nuovo Presidente della Fondazione CRUI, su Fondazione CRUI, 21 febbraio 2019. URL consultato il 4 marzo 2019.
  2. ^ Alberto Felice De Tonieletto preside di Ingegneria, su qui.uniud.it. URL consultato l'11 giugno 2018.
  3. ^ Project Management: Managing Complexity — Uniud IT, su www.uniud.it. URL consultato l'11 giugno 2018.
  4. ^ Università Udine, De Toni oggi rettore - Friuli Venezia Giulia, in ANSA.it, 1º ottobre 2013. URL consultato l'11 giugno 2018.
  5. ^ Università: De Toni (Udine) segretario generale Crui - Friuli Venezia Giulia, in ANSA.it, 26 novembre 2015. URL consultato l'11 giugno 2018.
  6. ^ (EN) Super User, G7 UNIVERSITY - CRUI - Conferenza dei Rettori delle Università italiane. URL consultato l'11 giugno 2018.
  7. ^ Alberto Felice De Toni presidente degli Ingegneri gestionali italiani, su qui.uniud.it. URL consultato l'11 giugno 2018.
  8. ^ Agemont, De Toni nuovo presidente - Messaggero Veneto, in Archivio - Messaggero Veneto. URL consultato l'11 giugno 2018.
  9. ^ Ministero della Pubblica Istruzione, Comunicati stampa, su archivio.pubblica.istruzione.it. URL consultato l'11 giugno 2018.
  10. ^ (EN) Scienza e tecnologia - Decreto Istitutivo - Miur, su www.istruzione.it. URL consultato l'11 giugno 2018.
  11. ^ Decreto istitutivo del Comitato tecnico-scientifico di cui all’art. 2-quater, comma 2 della Legge n. 113 del 28 marzo 1991 - Atti e Normativa, su Miur - Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. URL consultato l'11 giugno 2018.
  12. ^ OIV – Amministrazione Trasparente, su amministrazionetrasparente.iss.it. URL consultato l'11 giugno 2018.
  13. ^ Università: De Toni presidente organismo vigilanza Cineca - Friuli V. G. - ANSA.it, su http://www.ansa.it. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  14. ^ Pubblicati i risultati della survey CUOA sullo stato di salute delle, su Pubblicati i risultati della survey CUOA sullo stato di salute delle. URL consultato il 4 marzo 2019.
  15. ^ De Toni entra nello Strategic Standing Committee - Il Friuli, su www.ilfriuli.it. URL consultato il 4 marzo 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN183587792 · ISNI (EN0000 0001 4084 1988 · SBN IT\ICCU\CFIV\090127 · LCCN (ENnb2001005764 · BNF (FRcb16529700c (data) · WorldCat Identities (ENnb2001-005764