Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Furio Honsell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Furio Honsell
Furio Honsell.jpg

Sindaco di Udine
Durata mandato 28 aprile 2008 –
18 gennaio

2018

Predecessore Sergio Cecotti
Successore Carlo Giacomello

Furio Honsell (Genova, 20 agosto 1958) è un matematico e politico italiano. È stato rettore dell'Università di Udine, carica che ha lasciato nel 2008 per candidarsi (e poi essere eletto) sindaco di Udine.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in matematica all'Università degli studi di Pisa nel 1980, ha conseguito il diploma in matematica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa nel 1983.

Ha ricoperto posti di ricerca e di ruolo presso il dipartimento di informatica dell'Università di Torino (Ricercatore 1983-1985), Edinburgh University (Research Fellow in Computer Science 1986-1988), Università di Udine (professore associato 1989-1990). I suoi interessi di ricerca sono molto ampi, in particolare si è occupato di lambda calcolo e di semantica dei linguaggi.

Nel 1990 è nominato professore ordinario di informatica presso l'Università di Udine, dove ha diretto il centro di calcolo fino al 1992, il dipartimento di matematica e informatica dal 1992 al 1995 ed è stato preside della facoltà di scienze matematiche fisiche e naturali dal 1995 al 1998. Magnifico rettore dell'Università di Udine dal 21 giugno 2001, è stato ospite fisso della trasmissione televisiva Che tempo che fa condotta da Fabio Fazio. Il 23 maggio 2007 è stato rieletto rettore dell'Università di Udine per il successivo mandato 2007-2010. Nel marzo 2008, contestualmente alla candidatura a sindaco della città ha rassegnato le dimissioni da rettore. Il 6 maggio 2013 è riconfermato sindaco di Udine. Il 18 gennaio 2018 si dimette da sindaco per candidarsi alle elezioni regionali previste nella primavera dello stesso anno, come stabilito dalla legge.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 aprile 2008 è stato eletto sindaco di Udine per il centrosinistra, ottenendo al secondo turno 24.907 voti pari al 52,7%. La coalizione che lo sosteneva era formata dalla sua lista civica "Innovare con Honsell" e da Partito Democratico, La Sinistra l'Arcobaleno, Italia dei Valori e Cittadini per il Sindaco.

Alle elezioni amministrative del 2013 si ricandida, con il sostegno della sua lista civica "Innovare con Honsell" e di PD, SEL e Rifondazione Comunisti Italiani. Con una affluenza di 47.978 elettori (pari al 60,57% degli aventi diritto di voto), al primo turno prende 21.408 voti pari al 45,97%, seguito dallo sfidante del centrodestra Adriano Ioan con 16.574 voti pari al 35,59% sostenuto da 2 liste civiche e da UDC, PdL, Lega Nord e La Destra. Al ballottaggio del 5 e 6 maggio 2013, con una affluenza di 38.338 persone (pari al 48,40% degli aventi diritto di voto), Honsell viene rieletto sindaco con 20632 voti, pari al 54,69%.

Il 29 dicembre 2017 rassegna le sue dimissioni da sindaco di Udine e annuncia la sua candidatura alla presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al Merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al Merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 27 dicembre 2007

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Avoledo Tullio, Hack Margherita, Honsell Furio; 50 anni di carta geografica. Storia di un viaggio intorno, Gaspari, 2006
  • Honsell Furio; L'algoritmo del parcheggio, Mondadori, 2007
  • Honsell Furio, Bagni Giorgio T.; Curiosità e divertimenti con i numeri, Aboca Edizioni, 2009
  • Honsell Furio, Giacomini Gabriele; Prima che sia domani: padri, figli, un'alleanza per ripartire, Mimesis, 2014

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sindaco di Udine Successore Udine-Stemma.png
Sergio Cecotti dal 28 aprile 2008 in carica
Predecessore Rettore dell'Università di Udine Successore Logo Università di Udine.svg
Marzio Strassoldo 21 giugno 2001 - 4 aprile 2008 Cristiana Compagno
Controllo di autoritàVIAF: (EN10735312 · ISNI: (EN0000 0000 3737 9035 · SBN: IT\ICCU\RMSV\049093 · LCCN: (ENn2001005265