Igli Tare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Igli Tare
Tare alla Lazio nel 2007
Nazionalità Bandiera dell'Albania Albania
Altezza 192 cm
Calcio
Ruolo Attaccante
Termine carriera 2008 - giocatore
Carriera
Giovanili
1982-1993Partizani Tirana
Squadre di club1
1993-1994Partizani Tirana14 (2)
1994-1995Waldhof Mannheim23 (5)
1995-1996Ludwigshafen21 (5)
1996-1997Karlsruhe8 (0)
1997Karlsruhe II23 (4)
1997-1999Fortuna Düsseldorf54 (24)
1999-2001Kaiserslautern26 (4)
2001-2003Brescia75 (15)
2003-2005Bologna55 (11)
2005-2008Lazio54 (4)
Nazionale
1989Bandiera dell'Albania Albania U-182 (0)
1990Bandiera dell'Albania Albania U-212 (0)
1997-2007Bandiera dell'Albania Albania68 (10)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Igli Tare (Valona, 25 luglio 1973) è un dirigente sportivo ed ex calciatore albanese, di ruolo attaccante. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di coordinatore dell'area tecnica e dal 2009 al 2023 quello di direttore sportivo della Lazio[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Partizani Tirana, inizia la sua carriera professionistica nel 1993 tra le file della formazione albanese, per poi trasferirsi in Germania nel Waldhof Mannheim. Dopo aver militato nel Ludwigshafen, viene acquistato dal Karlsruhe, dove rimane fino al 1997, per poi scendere di categoria nella 2. Fußball-Bundesliga con i colori del Fortuna Düsseldorf dove disputa la stagione 1997-1998 con il maggior numero di gol in campionato nella sua carriera, arrivando a quota 13 reti.

Nel 1999 passa al Kaiserslautern e vi resta per un anno e mezzo prima di passare al Brescia dove rimane dal 2001 al 2003. Accolto a Brescia tra lo scetticismo generale, al contrario si conferma un buon centravanti al fianco di Roberto Baggio, giocando e segnando più del suo "concorrente" di reparto Luca Toni; il suo impegno e il vistoso miglioramento tecnico lo portano a diventare un idolo dei tifosi bresciani. Esordisce in Serie A il 28 gennaio 2001 subentrando all'84' al posto di Andrea Pirlo in Brescia-Milan 1-1. Il suo primo gol nella massima serie arriva la settimana successiva, il 4 febbraio 2001 in Bari-Brescia 1-3. Conclude la sua esperienza con 15 gol in 75 partite con la casacca delle Rondinelle.

Seguì poi l'allenatore Carlo Mazzone al Bologna, dove diventa uno dei beniamini della "Curva Andrea Costa" non certo per le sue doti di bomber ma per la sua dedizione alla squadra. Da segnalare il suo goal nel derby spareggio di andata Parma-Bologna 0-1, per la permanenza in serie A, vanificato dalla sconfitta rossoblù subita in casa nel ritorno.

Nel 2005 passa alla Lazio del presidente Claudio Lotito. Dopo un lungo digiuno di quasi due anni dal tabellino marcatori, Igli Tare torna al gol nella 17ª giornata di campionato contro il Palermo, insaccando un cross di De Silvestri dalla destra. Sembra un caso isolato, ma lo stesso Tare si ripete anche in Coppa Italia segnando una rete contro il Napoli, che permette ai bianco-celesti di superare il turno. Questo "momento d'oro" consente a Tare di ottenere la fiducia del tecnico Delio Rossi. Nel 2006 realizza uno dei gol più belli della sua carriera contro l'Ascoli in rovesciata.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la maglia dell'Albania ha disputato in totale 68 partite e segnato 10 reti, indossando in quattro occasioni anche la fascia di capitano.[2] Realizza la sua prima rete con la nazionale maggiore l'11 ottobre 1997, durante le fasi di qualificazione al campionato del mondo 1998, nella partita persa per 4-3 contro la Germania ad Hannover, dove segna il gol del temporaneo 2-2 all'80º minuto. La sua prima doppietta con la nazionale invece risale alla partita vinta in casa per 3-2 contro la Georgia, durante le qualificazioni al campionato del mondo 2006.

È tra i dieci migliori marcatori nella storia della Nazionale albanese.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Alla scadenza del suo contratto, il centravanti albanese accetta il rinnovo che lo lega al club romano come calciatore, ma nell'estate 2008 il patron Lotito gli propone invece un ruolo dirigenziale, in veste di coordinatore dell'area tecnica, coadiuvato dal consulente Guglielmo Acri per il mercato in uscita, e Tare accetta subito l'incarico.[3] Il 9 luglio firma così un contratto biennale e parte con la squadra per il ritiro di Auronzo di Cadore, andando a sostituire di fatto la figura del direttore sportivo Walter Sabatini, arrivato a scadenza di contratto ed ingaggiato dal Palermo. Un aspetto importante, visto il suo ruolo, è che parla ben sei lingue.[1] Il 20 aprile 2009 consegue a Coverciano il diploma di direttore sportivo a pieni voti.

Nel 2015 riceve il premio "Italian Sport Awards", evento che premia le eccellenze dello sport italiano.[4]

Lungo la sua carriera come direttore sportivo, nel calciomercato, ha formalizzato qualche acquisto di successo[5][6][7][8], tuttavia ha anche generato moltissimi esuberi[9][10][11][12] i cui ingaggi hanno pesato sulle casse del club, bloccando reiteratamente il calciomercato nelle varie sessioni a causa dei limiti dovuti all'indice di liquidità[13]. Dal suo operato sono scaturite anche contestazioni da parte dei tifosi, che hanno manifestato il loro dissenso allo stadio e tramite manifestazioni fuori il Lazio Training Center.[14]

Sotto la sua direzione sportiva, la Lazio ha vinto 3 volte a testa la Coppa Italia e la Supercoppa italiana, mentre sotto la sua gestione, la Lazio Primavera passò dai vertici massimi del Campionato Primavera ad oscillare tra il Campionato Primavera 2 e la promozione in prima categoria under 19[15].

Il 5 giugno 2023, dopo 18 anni, annuncia la sua separazione dal club romano.[16]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1993-1994 Bandiera dell'Albania Partizani Tirana KP 14 2 CA 0 0 - - - - - - 14 2
1994-1995 Bandiera della Germania Waldhof Mannheim ZL 23 5 CG 0 0 - - - - - - 23 5
1995-1996 Bandiera della Germania Ludwigshafen OL 21 5 - - - - - - - - - 21 5
1996-gen. 1997 Bandiera della Germania Karlsruhe BL 8 0 CG 1 0 - - - - - - 9 0
gen.-giu. 1997 Bandiera della Germania Karlsruhe II RL 23 4 CG 3 0 - - - - - - 26 4
1997-1998 Bandiera della Germania Fortuna Düsseldorf ZL 34 13 CG 0 0 - - - - - - 34 13
1998-1999 ZL 29 11 CG 3 3 - - - - - - 32 14
Totale Fortuna Dusseldorf 63 24 3 3 - - - - 66 27
1999-2000 Bandiera della Germania Kaiserslautern BL 22 4 CG+CdL 3+1 1+0 CU 2 0 - - - 28 5
2000-gen. 2001 BL 4 0 CG+CdL 2+2 0+1 CU 2 1 - - - 10 2
Totale Kaiserslautern 26 4 8 2 4 1 - - 38 7
gen.-giu. 2001 Bandiera dell'Italia Brescia A 17 4 CI 0 0 - - - - - - 17 4
2001-2002 A 25 5 CI 0 0 - - - - - - 25 5
2002-2003 A 33 6 CI 0 0 - - - - - - 33 6
Totale Brescia 75 15 0 0 - - - - 75 15
2003-2004 Bandiera dell'Italia Bologna A 29 6 CI 0 0 - - - - - - 29 6
2004-2005 A 26+2[17] 5+1[17] CI 0 0 - - - - - - 28 6
Totale Bologna 55+2 11+1 0 0 - - - - 57 12
2005-2006 Bandiera dell'Italia Lazio A 22 3 CI 0 0 Int 2 0 - - - 24 3
2006-2007 A 14 0 CI 1 0 - - - - - - 15 0
2007-2008 A 18 1 CI 6 1 UCL 2 0 - - - 26 2
Totale Lazio 54 4 7 1 4 0 - - 65 5
Totale carriera 364 75 21 4 8 1 - - 394 82

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Albania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
2-4-1997 Granada Albania Bandiera dell'Albania 2 – 3 Bandiera della Germania Germania Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 74’ 74’
7-6-1997 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 1998 -
20-8-1997 Kiev Ucraina Bandiera dell'Ucraina 1 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 1998 -
6-9-1997 Erevan Armenia Bandiera dell'Armenia 3 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 84’ 84’
10-9-1997 Zurigo Albania Bandiera dell'Albania 1 – 0 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Mondiali 1998 -
11-10-1997 Hannover Germania Bandiera della Germania 4 – 3 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 1998 1
21-1-1998 Adalia Turchia Bandiera della Turchia 1 – 4 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole -
6-2-1998 Attard Malta Bandiera di Malta 1 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Four Nation Tournament -
8-2-1998 Attard Albania Bandiera dell'Albania 0 – 3 Bandiera della Georgia Georgia Four Nation Tournament - Uscita al 68’ 68’
10-2-1998 Attard Albania Bandiera dell'Albania 2 – 2 Bandiera della Lettonia Lettonia Four Nation Tournament - Ingresso al 46’ 46’
19-8-1998 Nicosia Cipro Bandiera di Cipro 3 – 2 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Uscita al 72’ 72’
5-9-1998 Tbilisi Georgia Bandiera della Georgia 1 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2000 - Uscita al 68’ 68’
14-10-1998 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 2 – 2 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2000 1
18-11-1998 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 0 Bandiera della Grecia Grecia Qual. Euro 2000 - Ammonizione al 64’ 64’
10-2-1999 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 2 – 0 Bandiera della Macedonia Macedonia Amichevole -
28-4-1999 Liepāja Lettonia Bandiera della Lettonia 0 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2000 -
5-6-1999 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 1 – 2 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Euro 2000 1
9-6-1999 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 1 Bandiera della Slovenia Slovenia Qual. Euro 2000 -
18-8-1999 Lubiana Slovenia Bandiera della Slovenia 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2000 -
4-9-1999 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 3 – 3 Bandiera della Lettonia Lettonia Qual. Euro 2000 - Uscita al 77’ 77’
6-10-1999 Atene Grecia Bandiera della Grecia 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2000 - Uscita al 68’ 68’
9-10-1999 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 2 – 1 Bandiera della Georgia Georgia Qual. Euro 2000 - Uscita al 90’ 90’
26-4-2000 Prilep Macedonia Bandiera della Macedonia 1 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Uscita al 84’ 84’
15-8-2000 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 0 – 0 Bandiera di Cipro Cipro Amichevole -
2-9-2000 Helsinki Finlandia Bandiera della Finlandia 2 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2002 -
11-10-2000 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 2 – 0 Bandiera della Grecia Grecia Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 85’ 85’
15-11-2000 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 3 – 0 Bandiera di Malta Malta Amichevole -  57’
24-3-2001 Leverkusen Germania Bandiera della Germania 2 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2002 -
28-3-2001 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 1 – 3 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 90’ 90’
2-6-2001 Candia Grecia Bandiera della Grecia 1 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 70’ 70’
6-6-2001 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 0 – 2 Bandiera della Germania Germania Qual. Mondiali 2002 -
1-9-2001 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 2 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2002 - Uscita al 64’ 64’
5-9-2001 Newcastle upon Tyne Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2002 - Ingresso al 34’ 34’
13-2-2002 Hesperange Lussemburgo Bandiera del Lussemburgo 0 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole -
27-3-2002 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 1 – 0 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Amichevole 1 Uscita al 70’ 70’
17-4-2002 Andorra la Vella Andorra Bandiera di Andorra 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Uscita al 59’ 59’
12-10-2002 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 1 – 1 Bandiera della Svizzera Svizzera Qual. Euro 2004 - Uscita al 71’ 71’
16-10-2002 Volgograd Russia Bandiera della Russia 4 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2004 - Uscita al 69’ 69’
29-3-2003 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 3 – 1 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2004 1
2-4-2003 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 0 Bandiera dell'Irlanda Irlanda Qual. Euro 2004 -
30-4-2003 Sofia Bulgaria Bandiera della Bulgaria 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
7-6-2003 Dublino Irlanda Bandiera dell'Irlanda 2 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2004 -
11-6-2003 Ginevra Svizzera Bandiera della Svizzera 3 – 2 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2004 - Ammonizione al 5’ 5’
20-8-2003 Prilep Macedonia Bandiera della Macedonia 3 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Uscita al 81’ 81’
6-9-2003 Tbilisi Georgia Bandiera della Georgia 3 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2004 - Ingresso al 61’ 61’
10-9-2003 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 3 – 1 Bandiera della Georgia Georgia Qual. Euro 2004 1
11-10-2003 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 5 – 3 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole 1 Uscita al 86’ 86’
15-11-2003 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 2 – 0 Bandiera dell'Estonia Estonia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
18-2-2004 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 2 – 1 Bandiera della Svezia Svezia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
31-3-2004 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 2 – 1 Bandiera dell'Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 76’ 76’
28-4-2004 Tallinn Estonia Bandiera dell'Estonia 1 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Ammonizione al 61’ 61’ Uscita al 90’ 90’
4-9-2004 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 2 – 1 Bandiera della Grecia Grecia Qual. Mondiali 2006 -
8-9-2004 Tbilisi Georgia Bandiera della Georgia 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2006 -
9-10-2004 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 2 Bandiera della Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2006 -
13-10-2004 Almaty Kazakistan Bandiera del Kazakistan 0 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2006 -
9-2-2005 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 0 – 2 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 65’ 65’
26-3-2005 Istanbul Turchia Bandiera della Turchia 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2006 -
30-3-2005 Il Pireo Grecia Bandiera della Grecia 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2006 - Ingresso al 65’ 65’
4-6-2005 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 3 – 2 Bandiera della Georgia Georgia Qual. Mondiali 2006 2
8-6-2005 Copenaghen Danimarca Bandiera della Danimarca 3 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 82’ 82’
8-10-2005 Dnipropetrovs'k Ucraina Bandiera dell'Ucraina 2 – 2 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 70’ 70’
12-10-2005 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 1 Bandiera della Turchia Turchia Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 73’ 73’
1-3-2006 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 1 – 2 Bandiera della Lituania Lituania Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
16-8-2006 Serravalle San Marino Bandiera di San Marino 0 – 3 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole 1 Cap. Uscita al 46’ 46’
2-9-2006 Barysaŭ Bielorussia Bandiera della Bielorussia 2 – 2 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2008 - Cap.
6-9-2006 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 2 Bandiera della Romania Romania Qual. Euro 2008 - Cap. Ammonizione al 20’ 20’
11-10-2006 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2008 - Cap.
7-2-2007 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 1 Bandiera della Macedonia Macedonia Amichevole - Uscita al 35’ 35’
Totale Presenze 68 Reti (8º posto) 10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Giulio Cardone, Lazio, da Klose a Anderson: conti a posto e tanto talento, il segreto nel mercato, su repubblica.it, 10 marzo 2015.
  2. ^ Giulio Cardone, Tare compra la statua rubata per regalarla all'Albania, su ricerca.repubblica.it, 10 febbraio 2009. URL consultato il 25 dicembre 2013.
  3. ^ Giulio Cardone e Stefano Carina, Bonetto attacca "Rossi andrà via" Tare sarà dirigente, in la Repubblica, 10 luglio 2008. URL consultato il 25 dicembre 2013.
  4. ^ Lazio, Igli Tare e Stefano De Martino premiati a Salerno con l'Italian Sport Awards, su sport.ilmessaggero.it. URL consultato il 7 dicembre 2017.
  5. ^ Lazio, è fatta per Milinkovic-Savic. Nuove voci su Balotelli, su la Repubblica, 31 luglio 2015. URL consultato il 22 luglio 2023.
  6. ^ Luca Grimaldi, Ufficiale, Immobile passa dal Siviglia alla Lazio. Le cifre, su Ok Calciomercato, 27 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2023.
  7. ^ LUCAS LEIVA È UN GIOCATORE DELLA LAZIO, su www.legaseriea.it. URL consultato il 22 luglio 2023.
  8. ^ UFFICIALE, KLOSE ALLA LAZIO: 'Lotteremo per lo scudetto', su Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale, 6 settembre 2011. URL consultato il 22 luglio 2023.
  9. ^ Mercato Lazio – Almeno 12 gli esuberi per quasi 10 milioni di ingaggio totali, su cittaceleste.it, 3 gennaio 2022. URL consultato il 15 aprile 2023.
  10. ^ Debora D'Angelo, Il Messaggero | Un esercito di esuberi da cedere. Acerbi, l’agente: «Riscatto scontato», su laziopress.it, 16 giugno 2023. URL consultato il 16 giugno 2023.
  11. ^ Da Marcos Antonio a Basic: Lazio, gli esuberi il tesoretto per fare mercato, su La Gazzetta dello Sport, 17 giugno 2023. URL consultato il 22 luglio 2023.
  12. ^ Lazio, quanti esuberi da piazzare! Ecco la lista dei nomi parcheggiati a Formello, su Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale, 24 luglio 2022. URL consultato il 22 luglio 2023.
  13. ^ Lazio, indice di liquidità ingolfato anche dagli esuberi: in 10 in cerca di sistemazione, su Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale, 16 giugno 2023. URL consultato il 16 giugno 2023.
  14. ^ Lazio: contestazione a Formello, cori contro Lotito e Tare - Calcio, su Agenzia ANSA, 3 febbraio 2022. URL consultato il 14 aprile 2023.
  15. ^ Lazio News – Primavera eliminata, un altro fallimento griffato Igli Tare, su Cittaceleste.it, 7 maggio 2022. URL consultato il 16 giugno 2023.
  16. ^ Stefano Cieri, Tare-Lazio è finita, in La Gazzetta dello Sport, 6 giugno 2023, p. 21.
  17. ^ a b Spareggio salvezza.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]