Flumeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Flumeri
comune
Flumeri – Stemma Flumeri – Bandiera
Flumeri – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Avellino-Stemma.svg Avellino
Amministrazione
SindacoAngelo Antonio Lanza (Progetto Flumeri) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate41°04′44″N 15°08′55″E / 41.078889°N 15.148611°E41.078889; 15.148611 (Flumeri)Coordinate: 41°04′44″N 15°08′55″E / 41.078889°N 15.148611°E41.078889; 15.148611 (Flumeri)
Altitudine638 m s.l.m.
Superficie34,55 km²
Abitanti2 950[1] (31-8-2017)
Densità85,38 ab./km²
FrazioniArcolento, Candelaro, Corridoio, Corvarana, Difesa, Laghi-Valle, Lagni, Murge, Pastinelli, Pilone, San Pietro, San Vito, Scampata, Tierzi, Tre Torri
Comuni confinantiAriano Irpino, Castel Baronia, Frigento, Grottaminarda, San Nicola Baronia, San Sossio Baronia, Sturno, Villanova del Battista, Zungoli
Altre informazioni
Cod. postale83040
Prefisso0825
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT064032
Cod. catastaleD638
TargaAV
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)[2]
Cl. climaticazona E, 2 154 GG[3]
Nome abitantiflumeresi
Patronosan Nicola
Giorno festivo6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Flumeri
Flumeri
Flumeri – Mappa
Posizione del comune di Flumeri nella provincia di Avellino
Sito istituzionale

Flumeri (Flùmmërë in irpino[4]) è un comune italiano di 2.950 abitanti della provincia di Avellino in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è ubicato in Irpinia, a cavallo tra le alture della Baronia, la valle dell'Ufita e il sottobacino della Fiumarella. Il centro abitato sorge su una collina rivestita di oliveti a 638 m s.l.m., mentre i terreni a destinazione agricola e industriale occupano le aree di fondovalle.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune risultó pesantemente danneggiato dal terremoto dell'Irpinia del 1732, il cui epicentro era localizzato nella valle dell'Ufita[5].

All'epoca del regno delle Due Sicilie fu capoluogo di circondario (con giurisdizione su altri due comuni) nell'ambito del distretto di Ariano.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La Dogana aragonese

Nella piana dell'Ufita, a valle del centro abitato presso la strada statale 90 dir, vi sono i resti di un forum graccano di cui si ignora il nome; è però accertato che la sua popolazione fosse bilingue, poiché utilizzava regolarmente sia il latino che l'osco. L'antico insediamento, distrutto durante la guerra sociale (I secolo a.C.), era situato in località Fioccaglie sul punto di incrocio tra la Via Appia (Roma-Brindisi) e la Via Aemilia, quest'ultima diretta verso Aequum Tuticum.[6]

Nella stessa zona, a breve distanza, sorge inoltre la Dogana aragonese.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Accanto alla lingua italiana, a Flumeri è in uso una varietà del dialetto irpino.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Il comune appartiene alla diocesi di Ariano Irpino-Lacedonia.

Statua di San Rocco, protettore di Flumeri

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Famosa la festa in onore a San Rocco, celebrata il 16 agosto.

Giglio di grano in onore di San Rocco, protettore di Flumeri

Il giorno precedente la festa viene traslato il "Giglio di Flumeri", obelisco alto circa 30 metri realizzato in grano dai flumeresi in onore di San Rocco, santo protettore del paese. Viene costruito in grano e paglia e vede impegnata tutta la popolazione flumerese: dai carristi che ne definiscono la struttura, alle signore, che raccolgono le spighe per formare i mattëlë poi bagnati per intrecciarli meglio e formare la catena, sino ad arrivare ai giovani che si impegnano nella lavorazione dei pannelli che variano di anno in anno. Qui si inserisce il Palio, che si svolge dal 1991, il quale vede gareggiare tutti i 5 piani, fino a deciderne il migliore. Tra le squadre più rinomate la Treccia, la Carretta, la Ruota, il Curmo Doro, la Spiga e altre ancora. Essendo fatti di grano, i pannelli del Giglio non possono essere conservati e quindi ogni anno se ne fa uno nuovo. Il campo del Giglio tra fine luglio e la prima metà di agosto si anima, diventa un luogo di ritrovo per tutti, diventa il nucleo integrativo di Flumeri. Una delle peculiarità di tale carro è che viene costruito dapprima in orizzontale, per poi essere alzato in un giorno tra l'8 e il 10 agosto. L'alzata avviene con scale e poi forconi e viene guidata dai carristi che tengono sotto controllo costantemente la situazione per evitare rischi. Il 15 agosto, come accennato, c'è la tirata. Il Giglio viene trainato per il paese con l'ausilio del trattore e delle funi rette generalmente dai partecipanti alla costruzione del carro. Alla fine della cerimonia viene dichiarato il nome della squadra vincente.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'area industriale della frazione di Tre Torri è presente lo stabilimento di produzione della pasta Baronia, e vi sono molte piccole e medie aziende di vari settori importanti anche a livello nazionale. Nella stessa area è inoltre presente uno stabilimento produttivo dell'Industria Italiana Autobus.

Restano comunque molto praticate le colture agricole di cereali, tabacco e prodotti ortofrutticoli, mentre notevole sviluppo assumono gli oliveti della cultivar Ravece.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte della Comunità montana dell'Ufita e dell'Unione dei comuni Terre dell’Ufita[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 276, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ Terremoto del 1732: Irpinia, su Eventi estremi e disastri. URL consultato il 4 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2017).
  6. ^ Luigi Albanese, L'insediamento sconosciuto di Fioccaglie (Flumeri, Sannio Irpino), su Sanniti. URL consultato il 30 aprile 2020.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Le unioni di Comuni in Regione Campania (PDF), su Regione Campania. URL consultato il 4 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Provincia di Avellino Portale Provincia di Avellino: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Provincia di Avellino