Capriglia Irpina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capriglia Irpina
comune
Capriglia Irpina – Stemma
Capriglia Irpina – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Avellino-Stemma.svg Avellino
Amministrazione
SindacoNunziante Picariello (Capriglia bene comune) dal 7-5-2012
Territorio
Coordinate40°57′41″N 14°46′41″E / 40.961389°N 14.778056°E40.961389; 14.778056 (Capriglia Irpina)Coordinate: 40°57′41″N 14°46′41″E / 40.961389°N 14.778056°E40.961389; 14.778056 (Capriglia Irpina)
Altitudine575 m s.l.m.
Superficie7,49 km²
Abitanti2 404[1] (31-12-2017)
Densità320,96 ab./km²
FrazioniBreccelle I, Breccelle II, Casale,Marzano, Pozzo del Sale, San Felice, Spinielli,Cioppolo.
Comuni confinantiAvellino, Grottolella, Sant'Angelo a Scala, Summonte
Altre informazioni
Cod. postale83010
Prefisso0825
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT064018
Cod. catastaleB706
TargaAV
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona D, 2 080 GG[3]
Nome abitanticaprigliesi
Patronosan Nicola di Bari
Giorno festivo6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Capriglia Irpina
Capriglia Irpina
Capriglia Irpina – Mappa
Il comune di Capriglia Irpina all'interno della provincia di Avellino
Sito istituzionale

Capriglia Irpina è un comune italiano di 2 404 abitanti della provincia di Avellino in Campania.

A Capriglia nacque nel 1476 Gian Pietro Carafa, eletto al soglio pontificio nel 1555 con il nome di Paolo IV.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu feudo di alcune potenti famiglie del Regno di Napoli, i Carafa, i Caracciolo principi di Avellino e gli Schipani. Questi ultimi, nel 1738, la cedettero al marchese di Arneto, Gaetano Amoretti, che morì senza figli maschi e per questo il paese venne acquisito nel 1780, per circa 42000 ducati, da Nicola Macedonio, dei duchi di Grottolella, marchesi di Ruggiano, Oliveto e Tortora, baroni di Poligori in Calabria, che ne ebbe la signoria col titolo di marchese e alla cui famiglia appartenne fino all'abolizione dei diritti feudali, nel 1806[4].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima di Capriglia è tipo continentale con inverni freddi, con minime che scendono anche sotto lo zero, ed estati calde con punte di 30 gradi. L'inverno è molto piovoso con rari fenomeni nevosi che a differenza di anni fa, stanno diventando sempre più rari e poco rilevanti, fatta eccezione per il freddissimo inverno del 2012. L'estate è resa sopportabile, nonostante le alte temperature, da un clima secco che rende il caldo meno afoso.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Accanto alla lingua italiana, nell'ambito del territorio comunale di Capriglia si parla il dialetto irpino.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Nicola di Bari

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2017.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ vedi: Guida Comuni;Irpinia.info
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Provincia di Avellino Portale Provincia di Avellino: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Provincia di Avellino