Fiumarella (affluente dell'Ufita)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fiumarella
Fiumarella torrent near Ariano Irpino, Italy.jpeg
Il torrente Fiumarella in agro di Ariano Irpino, poco prima della foce nel fiume Ufita, osservato al tramonto di una giornata invernale; in primo piano e al centro si scorgono alcune isole.
StatoItalia Italia
Regioni  Puglia
  Campania
Province  Foggia
  Avellino
Lunghezza30 km[1]
Bacino idrografico124 km²[1]
Nascemonti Dauni
41°07′47.06″N 15°17′41.93″E / 41.12974°N 15.29498°E41.12974; 15.29498
Sfociafiume Ufita
41°05′17″N 15°03′58.81″E / 41.088056°N 15.066336°E41.088056; 15.066336

La Fiumarella (o Fiumarelle[2], in dialetto irpino Jumarelle[3]) è un torrente appenninico che sorge in Puglia dal versante meridionale dei monti Dauni (in provincia di Foggia) per poi attraversare l'Appennino campano (in provincia di Avellino) e infine sfociare nel fiume Ufita in agro di Ariano Irpino.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il torrente sorge da alcune polle acquifere ubicate nella valle di Anzano (a un'altitudine di circa 810 m s.l.m.[4]) per poi percorrere il margine settentrionale della Baronia, in Irpinia. Il corso d'acqua segue con andamento tortuoso la direttrice est-ovest, ricevendo da ambo i lati un certo numero di modesti affluenti (detti valloni) e attraversando i territori dei comuni di Anzano di Puglia, Scampitella, Vallesaccarda, San Sossio Baronia, Flumeri, Villanova del Battista e Ariano Irpino. Incassato nella parte iniziale e mediana tra i monti Montuccio (827 m s.l.m.) e Molara (935 m s.l.m.) a nord e la montagna di Trevico (1 094 m s.l.m.) a sud, presenta invece nel tratto terminale un'ampia area pianeggiante[5] la quale, peraltro, costituisce parte integrante della valle dell'Ufita. Caratterizzato da un regime idrico assai irregolare, il torrente Fiumarella sfocia nel fiume Ufita a una quota altimetrica di 312 m s.l.m.[4].

La valle della Fiumarella è percorsa per gran parte della sua lunghezza dall'autostrada A16, nel tratto compreso tra i caselli di Grottaminarda e Vallata, lungo un tracciato che ricalca a grandi linee quello dell'antica via Aurelia Aeclanensis (nota anche come via ad Herdoniam), una strada romana che fungeva da diramazione alla via Appia e alla via Aemilia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il Bacino dell'Ufita (PDF), su Consorzio di Bonifica dell'Ufita. URL consultato il 30 dicembre 2018 (archiviato il 30 dicembre 2018).
  2. ^ DM 22/12/2004, su ISPRA (archiviato il 25 maggio 2022).
  3. ^ Antologia parzanesiana, su WordPress (archiviato il 25 maggio 2022).
  4. ^ a b Istituto Geografico Militare, Ariano Irpino, Foglio n°174, in Carta d'Italia, 1ª ed., Firenze, 1954/1955.
  5. ^ Le antiche vie della Baronia, su Calaggio. URL consultato il 30 dicembre 2018 (archiviato il 30 dicembre 2018).