Fereclo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fereclo
SagaCiclo troiano
Nome orig.
1ª app. inIliade di Omero
Sessomaschio
Luogo di nascitaTroia
Professionearchitetto, guerriero

Fereclo è un personaggio dell 'Iliade. La sua vicenda è narrata nel libro V. Giovane guerriero troiano figlio dell'Armonide Tettone, venne ucciso in combattimento da Merione, che lo colpì a una natica con la lancia mentre fuggiva.

Aveva costruito la flotta con cui Paride si recò a Sparta per rapire Elena, nonostante gli oracoli avessero preannunciato la guerra che ne sarebbe scaturita.

" Prole del fabbro Armónide, Fereclo
Da Merïon fu spento. Era costui
Per tutte guise di lavori industri
Maraviglioso, e a Pallade Minerva
Caramente diletto. Opra fur sua
Di Paride le navi, onde principio
Ebbe il danno de' Teucri, e di lui stesso,
Perché i decreti degli Dei non seppe.
L'inseguì, lo raggiunse, lo percosse
Nel destro clune Merïone, e sotto
L'osso vêr la vescica uscì la punta.
Gli mancâr le ginocchia, e guaiolando
E cadendo il coprì di morte il velo ".

(Omero, Iliade, VI)