Protoo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella mitologia greca, Protoo era il nome di alcuni personaggi, protagonisti di vicende molto diverse tra loro.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Sono quattro i personaggi che portano questo nome:

Protoo, capo dei Magneti[modifica | modifica wikitesto]

Originario della Tessaglia, Protoo "il veloce" discendeva da Tendredone, un personaggio altrove sconosciuto. Egli era sovrano dei Magneti, un popolo che abitava la parte costiera della Tessaglia a sud-ovest del Monte Ossa. Pare fosse un pretendente di Elena, figlia di Zeus, anche se tale notizia è riportata dal solo Igino.[6] In seguito al rapimento di quest'ultima da parte di Paride dovette partecipare alla guerra contro Troia per liberarla. Egli partì dalla sua patria conducendo con sé quaranta navi. Venne ucciso da Glauco nel II libro del Posthomerica. [7][8][9][10][11][12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Iliade, libro II, versi 758.
  2. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, libro I, 8, 6.
  3. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, libro III, 8, 1.
  4. ^ Pausania il Periegeta, Periegesi della Grecia, libro III, 13, 8 su theoi.com (In inglese)
  5. ^ a b Pausania il Periegeta, Periegesi della Grecia, libro VIII, 45, 6 su theoi.com (In inglese)
  6. ^ Igino, Fabula, 81.
  7. ^ Omero, Iliade, libro II, versi 756-759.
  8. ^ Ditti Cretese, libro I, 17.
  9. ^ Igino, Fabula, 97.
  10. ^ Pseudo-Apollodoro, Epitome, III.
  11. ^ Darete, 14.
  12. ^ Ferreccio, Alessia, 1982-, Commento al libro II dei "Posthomerica" di Quinto Smirneo, ISBN 8863727171, OCLC 1040930106. URL consultato il 13 maggio 2019.
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca