Igino (astronomo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Igino, detto l'Astronomo per distinguerlo dagli omonimi (in latino Hyginus, I sec. d.C.) è stato uno scrittore romano. A lui sono attribuite due opere, un trattato astronomico, dal titolo De Astronomia, che riprende i Fenomeni (Φαινόμενα) di Arato, e un manuale mitologico ad uso scolastico, le Fabulae, composto di 277 episodi. Grazie all'opera di Igino, particolarmente attento alle originali fonti greche, abbiamo la ricostruzione di alcune tragedie greche ora perdute[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le Stelle nel De Astronomia.

Le opere attribuite ad Igino sono il De Astronomia e le Fabulae[2].

Il De Astronomia, intitolato anche Astronomica o Poeticon astronomicon, è un'opera incompleta divisa in quattro libri. Nel libro I sono contenute nozioni generali riguardanti la Terra e lo zodiaco, cui seguono, nel II, i miti riguardanti il cielo e le costellazioni (in parte basato sui Catasterismi di Eratostene). Un dittico è costituito dai libri III-IV: nel III si parla di posizione e composizione delle costellazioni, mentre il IV riguarda la cosiddetta astrotesìa, ossia il moto e il percorso degli astri.

Le Fabulae, invece sono divise in tre parti: nella prima, le Genealogie, si riportano estratti di una terza opera di Igino riguardanti genealogie di dei ed eroi; le Fabulae sono i miti veri e propri, mentre a chiusura stanno compilazioni di materie varie di tipo mitografico ed erudito su saghe e curiosità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Igino l'Astronomo, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 18 aprile 2015.
  2. ^ Alessandro Olivieri, IGINO l'Astronomo, in Enciclopedia Italiana, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1933. URL consultato il 18 aprile 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN100956061 · SBN: IT\ICCU\TO0V\025116 · GND: (DE11896903X · BNF: (FRcb11886589r (data) · NLA: (EN35047582 · BAV: ADV12239274 · CERL: cnp00402552