Clito (Iliade)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Clito
SagaGuerra di Troia
Nome orig.Κλειτός
SessoMaschio
ProfessioneGuerriero

Clito (in greco antico Κλειτός) od anche citato come Cleito (in greco antico Κλεῖτος) è un personaggio della mitologia greca citato nell'Iliade (XV, v. 445), fu un guerriero troiano[1].

Clito fu ucciso da Teucro nell'azione bellica descritta nel libro XV dell'Iliade, relativo al Contrattacco dalle navi, ai versi 445 e seguenti.

(GRC)

«καί δ' ἔΒαλε Κλεῖτον, Πεισήνορος ἀγλαὸν υἰόν,»

(IT)

«Colpì Clito lo splendido figlio di Pisenore

([2])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Iliade, XV, v. 445, trad., G. Cerri. Milano, BUR, 1966.
  2. ^ Omero, Iliade, Ibidem.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raffaele Cantarella. La letteratura greca classica. Milano, BUR, 2002. ISBN 8817112518.
  • Omero, trad. G. Cerri, Iliade. Milano, BUR, 1966.
  • AA VV, Letteratura greca della Cambridge University. Milano, Mondadori, 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia