Arpalione (figlio di Plimene)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arpalione
SagaCiclo Troiano
Nome orig.Ἁρπαλίων
1ª app. inIliade
SessoMaschio
ProfessioneGuerriero Troiano

Arpalione (in greco antico: Ἁρπαλίων, Harpalíōn) era un personaggio della mitologia greca citato da Omero nell'Iliade.

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Pilemene (figlio di Bilsate, capo della città di Eneti in Paflagonia), uno dei comandanti alleati dell'esercito troiano, fu ucciso dall'acheo Merione durante la guerra di Troia, davanti alle mura della stessa città[1].

Suo padre Pilemene alla notizia della morte del figlio ne recuperò il cadavere per onorarlo e farne le esequie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Iliade, XIII, 643

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca