Orsiloco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Orsiloco era il nome di vari personaggi presenti nella guerra di Troia,la guerra raccontata da Omero nell'Iliade.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Sotto tale nome ritroviamo:

  • Orsiloco, figlio di Diocle, fratello di Cretone, abile guerriero acheo ucciso da Enea;
  • Orsiloco, soldato troiano ucciso da Teucro con il suo arco;
  • Orsiloco, figlio di Idomeneo, re di Creta. Odisseo riferisce ad Atena (nel discorso cosiddetto "del Finto Cretese") di averlo ucciso perché questi voleva sottrargli il bottino guadagnato a Troia lamentando la scarsa reverenza dell'eroe itacese verso Idomeneo (Od. XIII, vv. 258-266).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Omero, Iliade V, versi 542-549, libro VIII 274
  • Omero, Odissea XIII, vv 256-286

Traduzione delle fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Omero, Iliade, quinta edizione, Bergamo, BUR, 2005, ISBN 88-17-17273-1. Traduzione di Giovanni Cerri
  • Omero, Odissea, II ed., BUR Classici greci e latini, a cura/trad. di V. Di Benedetto, Bergamo, 2011. ISBN 978-88-17-02071-8

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca