Echio (guerriero troiano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Echio
SagaCiclo troiano
Nome orig.Ἐχίος
1ª app. inIliade
SessoMaschio
ProfessioneGuerriero troiano

Echio (in greco antico: Ἐχίος) è un personaggio della mitologia greca, personaggio dell'Iliade (XVI, vv. 416-418), fu un guerriero troiano[1].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Echio fu ucciso da Patroclo nell'azione bellica descritta nel libro XVI dell'Iliade relativo alla battaglia delle navi[1].

(GRC)

«Τληπόλεμόν τε Δαμαστορίδην Ἐχίον τε Πύριν τε,
Ἰφέα τ' Εῦιππόν τε καὶ Ἀργεάδην Πολύμηλον,
πάντας ἐπασσυτέρους πέλασε χθονὶ πουλυβοτείρῃ.
»

(IT)

«Echio e Piri e Tlepolemo Damastoride
Ifeo ed Euippo e Polimelo Argeade
tutti, l'uno sull'altro, li abbatteva sul suolo fecondo[1]»

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Omero, Iliade, XVI, vv. 416-418, trad., G. Cerri. Milano, BUR, 1966.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca