Epigeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella mitologia greca, Epigeo era uno dei figli di Agacle. Ad Epigeo è intitolato l'asteroide troiano 5259 Epeigeus.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Epigeo viveva tranquillamente nella grande città di Budeo, (situata forse in Tessaglia, forse in Epiro o Magnesia) fin quando uccise un suo cugino. Pentendosi del gesto, dopo un esilio forzato chiese consiglio ad Achille che lo costrinse a venire con lui ed a partecipare alla guerra di Troia, scaturita per colpa di Paride figlio di Priamo che prese con sé Elena moglie di Menelao. In una battaglia prima rimase ferito e poi Ettore lo uccise con una pietra. Patroclo al vederlo si infuriò e cercò di vendicarlo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Omero, Iliade libro XVI versi 568-580
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca