Eioneo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eioneo
Nome orig.Ἠιονεύς
SessoMaschio

Eioneo (in greco antico: Ἠιονεύς, Iionéfs) è un personaggio della mitologia greca. Un combattente acheo che prese parte alla guerra di Troia.

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Quando Paride figlio di Priamo il re di Troia prese con sé Elena moglie di Menelao, scoppiò una guerra fra la Grecia ed i troiani. Fra i tanti eroi che risposero all'appello del fratello di Agamennone vi fu anche Eioneo.

Durante una delle tante battaglie fra i due eserciti Eioneo si scontrò con il terribile guerriero troiano Ettore e per colpa della sua asta che lo colpì giusto al collo (un punto scoperto della sua armatura di bronzo), perse le forze e morì[1].

Secondo Darete, il misterioso frigio che scrisse un poema anteriore a quello di Omero, Ettore uccise Eioneo prima del decisivo duello con Achille ed infierì sul cadavere facendolo a pezzi[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Iliade libro VII, versi 11-12 e libro X, versi 435-436
  2. ^ Darete, 24

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca