Talpio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Talpio (o Talfio), figlio di Eurito, è un personaggio della mitologia greca. Suo padre era uno dei Molionidi, i fratelli gemelli figli di Attore (l'altro era Cteato), che si opposero ad Eracle e da lui vennero crudelmente uccisi in un'imboscata[1].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Rimasto orfano di padre, fu uno dei pretendenti alla mano della giovane Elena figlia di Zeus, la quale andò in moglie a Menelao[2]. Talpio partecipò quindi al giuramento di Tindaro[3].

Partecipò con Anfimaco alla guerra di Troia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, libro II, 5, 5.
  2. ^ Igino, Fabula, 81.
  3. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca