Stichio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella mitologia greca, Stichio di Atene era il nome di uno dei valorosi greci che si distinsero durante la guerra di Troia, partì insieme al suo amico Menesteo con cinquanta navi provenienti dal loro regno.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Quando Paride figlio di Priamo re di Troia prese con sé Elena moglie di Menelao, scoppiò una guerra fra la Grecia e i troiani. Fra i tanti eroi che risposero all'appello del fratello di Agamennone Stichio era presente. L'eroe greco, grande comandante degli ateniesi, si fa notare in guerra portando in salvo i feriti e recuperando i morti fra cui Anfimaco. Riuscì con il suo esercito dapprima a resistere fino a respingere l'attacco che Ettore portò alle navi. In seguito, durante una battaglia nella quale Apollo mandò una nebbia che faceva fuggire tutti i greci, si ritrovò davanti Ettore e per mano sua trovò la morte.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Omero, Iliade libro XIII versi 195 e 691; libro XV versi 329
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca