Polidoro (figlio di Laotoe)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Polidoro
SagaCiclo troiano
1ª app. inIliade di Omero
SessoMaschio
Luogo di nascitaTroia
ProfessioneGuerriero troiano

Polidoro (in greco antico: Πολύδωρος, Polýdōros) è un personaggio della mitologia greca, il figlio più giovane di Priamo, re di Troia, avuto da Laotoe[1] e di cui Omero narra nel libro XXII dell'Iliade.

Da non confondere con un omonimo Polidoro, sempre figlio di Priamo ma avuto da Ecuba.

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Bellissimo d'aspetto, per la sua età il padre gli aveva impedito di partecipare alla guerra di Troia ma il ragazzo, noto per l'agilità delle sua gambe, confidò su questo vantaggio e gli disobbedì.
Fu ucciso da Achille che lo trafisse con un'asta alla schiena durante uno scontro[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca